Le curiose profezie di Leonardo da Vinci

· 28 maggio 2015

Molte delle profezie di Leonardo da Vinci vennero scritte all’inverso e ci si è serviti di uno specchio per poterle capire. Le introduceva anche di nascosto nei suoi dipinti, la famosa “Monna Lisa” ne è un esempio.

Da Vinci fu un grande studioso, volle saperne di più a proposito della forza dell’acqua (fece un’analogia fra essa ed il sangue umano, paragonando la terra al corpo). Disse che come il sangue che trabocca è sintomo della fine della vita, così l’acqua traboccante ci ucciderà, riferendosi a grandi inondazioni che elimineranno gli esseri viventi.

Sono in molti, ancora oggi, a continuare ad analizzare le visioni profetiche di Leonardo da Vinci per sapere quanto tempo, secondo questo genio, ci rimane sul pianeta terra se non cambiamo il nostro comportamento e non entriamo in maggior connessione ed equilibrio con la natura. Da qui capiamo che è tempo di cambiare, perché se le sue avvertenze si dovessero avverare, sarà troppo tardi per fare qualcosa.

Le principali profezie di Leonardo da Vinci

“Sulla terra si vedranno esseri in continua lotta gli uni contro gli altri, creando gravi perdite e morti da entrambe le parti. La malizia non avrà limite e si butteranno giù alberi e foreste. Quando ne avranno abbastanza degli alimenti, spargeranno morte, afflizione, terrore e sofferenza a ogni creatura. Il loro orgoglio li porterà a voler arrivare al cielo, ma il loro eccessivo peso li manterrà qui. Nulla sulla terra si salverà dalla persecuzione e dalla rovina. I corpi si convertiranno in tombe, si vedranno persone lottare le une contro le altre con gravi perdite e morti”.

Questa profezia può riferirsi a varie situazioni. In primo luogo la guerra, ma anche l’inquinamento, la mancanza di cibo per alcuni popoli, l’ingiustizia di quelli che hanno tutto e vogliono ancora di più, la distruzione delle risorse naturali e la vita misera di tutti gli esseri del pianeta.

  • “L’acqua dei mari si alzerà al di sopra dei monti e fino al cielo. Cadrà sulle dimore degli uomini.” (inondazioni, tormente, tsunami)
  • “Gli uomini parleranno tra di loro da paesi molto lontani e si risponderanno allo stesso modo.” (mezzi di comunicazione come lettere, e-mail e Internet)
  • “Tutti gli uomini cambieranno di emisfero in un istante.” (ogni punto terrestre può essere divisibile)
  • “Tutti si parleranno, toccheranno e abbracceranno nonostante stiano in un emisfero diverso, comprendendo le loro rispettive lingue.” (ancora una volta la comunicazione)
  • “L’acqua cadrà dalle nubi in movimento sui bordi delle montagne, si fermerà per molto tempo e poi cadrà su varie provincie e terreni.” (irrigatori, dighe e serbatoi)
  • “Le opere umane saranno la causa della morte umana.” (armi, malattie)
  • “Per mezzo delle stelle, gli uomini potranno muoversi rapidamente usando gli animali, diventando esseri più simili a loro, i più veloci.” (gli speroni per montare i cavalli)
  • “Uscirà da sotto la terra una cosa con un rumore spaventoso che stordirà coloro che si troveranno in quel posto e con la sua forza potrà demolire castelli e città.” (polvere da sparo)
  • “Anche coloro che saranno ritenuti dotati di giudizio ed esperienza cercheranno avidamente cose di cui non hanno bisogno.” (definizione degli avari)
  • “Il cuoio degli animali causerà grande agitazione tra gli uomini, che se la lanceranno gli uni contro gli altri, con grandi giuramenti e grida.” (il calcio)
  • “I corpi senz’anima potranno muoversi da soli, trasportando un’enorme quantità di morti e prendendo le ricchezze dei vivi.” (gli alberi che si utilizzano per costruire le barche)
  • “Si vedranno gli alberi dei monti Tauro, Sinai, Atlas e degli Appennini attraversare l’aria da Oriente a Occidente, per trasportare molti esseri umani. Quanti presagi, morti e separazioni di amici! Quanti di loro non ritorneranno alla loro patria, morendo insepolti, lasciando le loro ossa in vari luoghi del mondo.” (le navi)
  • “Gli animali che volano sosterranno l’uomo con le loro piume.” (i materassi di piume)
  • “In tutte le città, i castelli e le case, gli uomini, mossi dalla necessità di mangiare, tireranno fuori gli alimenti dalla sua bocca senza che lui possa difendersi.” (il forno)
  • “Si vedranno vari uomini, molto codardi, che permetteranno che gli altri trionfino a causa dei loro mali e che si arricchiscano con la perdita della vera fortuna, cioè della salute.” (i medici corrotti)
  • Dato che la giovinezza femminile non si può difendere dalla lussuria dell’uomo, né dalla vigilanza dei padri, arriverà il tempo in cui il padre e i parenti pagheranno molto caro colui che voglia dormire con la figlia, nonostante sia bella, ricca e nobile.” (il pagamento della dote)

Vogliamo sottolineare che Leonardo da Vinci visse tra il 1452 e il 1519, un momento in cui le cose di cui scrive non erano ancora successe, o perlomeno non erano conosciute nel suo paese natale: l’Italia. I libri dei suoi appunti sono veramente affascinanti perché sono dedicati agli studi scientifici, all’anatomia, alla medicina, all’ingegneria e alle invenzioni.