Leader autocratico, quali sono i vantaggi?

28 luglio, 2020
Il leader autocratico non presenta solo tratti negativi. Scoprite in che modo questa forma di leadership può condurre una squadra al successo.

Il leader autocratico in genere non è ben visto dai membri di un gruppo di lavoro. Il motivo risiede nel fatto che tende a prendere le decisioni che ritiene corrette, secondo i suoi criteri, senza tenere conto delle opinioni altrui.

Un gruppo sente il bisogno di essere ascoltato e di avere un leader consapevole del fatto che le sue decisioni non sempre sono le più giuste. In altre parole, vogliono sentirsi membri attivi della squadra, oltre che essere tenuti in considerazione. Per tale ragione, il leader autocratico è noto anche come leader autoritario.

Caratteristiche del leader autocratico

Naturalmente, la leadership autocratica non è adatta a tutti casi. Per alcuni gruppi di lavoro può tuttavia rivelarsi estremamente utile. Nelle prossime righe esamineremo alcune caratteristiche di questo stile di leadership e i suoi vantaggi.

Illustrazione di un leader autocratico.

Lavoro rigido e strutturato

La leadership autocratica può rivelarsi utile quando si lavora con persone che tendono a essere dispersive o a rilassarsi facilmente. Il leader autocratico costringe a mantenere un ritmo di lavoro serrato. Sebbene possa apparire controproducente, in realtà migliora sia la produttività sia le prestazioni. È un modo diverso di dirigere una squadra, che può anche produrre buoni risultati.

«Il valore di un leader risiede nella sua capacità di trasformare i problemi in opportunità.»

-Peter Drucker-

Nessun contributo da parte degli altri membri del gruppo

In alcuni casi, ciò può essere dovuto al fatto che i membri del team tendono a comunicare in maniera passiva. Nella maggior parte dei casi, però, ciò è risultato del comportamento del leader, che tende a dare la priorità alle sue idee e decisioni, senza tenere conto di quelle altrui.

Per quanto possa sembrare negativo, in determinati casi può rivelarsi un’ottima scelta. Pensiamo alle situazioni in cui bisogna prendere delle decisioni in modo rapido e non c’è il tempo per confrontarsi con il resto del team.

In questi casi, la leadership autocratica risulta essere una modalità estremamente efficace che, in più, agevola l’intero lavoro.

Manager con braccia incrociate.

Il leader si occupa degli aspetti più importanti

Un’altra caratteristica del leader autocratico è che difficilmente affida a qualcuno del gruppo compiti importanti che richiedono grandi responsabilità. Ciò, in parte, può rivelarsi positivo, in quanto il leader si fa carico delle questioni più gravose del lavoro evitando l’accumulo di stress e di pressione sul gruppo. Così facendo, tutto fluisce molto più velocemente.

La comunicazione con un leader autocratico risulta più chiara

Un aspetto estremamente positivo della leadership autocratica risiede nel fatto che la comunicazione tende a essere più chiara. Il gruppo di lavoro viene informato sulle regole da seguire, sulle scadenze da rispettare e sul modo in cui devono essere fatte le cose.

Si evitano più facilmente gli errori e si stabiliscono linee guida da seguire chiare per tutti. La qualità migliore di un leader è quella di saper comunicare in modo efficace e chiaro ciò che desidera ottenere. Indubbiamente, questa è la caratteristica più vantaggiosa della leader autocratico.

La comunicazione è un’abilità che viene appresa. È come andare in bicicletta o imparare a scrivere. Se si è disposti a lavorarci su, si può migliorare in fretta ogni aspetto della propria vita.

-Brian Tracy-

Il leader autocratico

Le caratteristiche del leader autocratico sono molteplici e possono rivelarsi di grande aiuto in alcune situazioni. Questo tipo di guida, di fatto, è estremamente efficace nelle seguenti situazioni:

  • Piccoli gruppi privi di leadership.
  • Situazioni e obiettivi estremamente stressanti.
  • Attività ripetitive.

Il leader autocratico mira alla produttività e si concentra su attività specifiche. Non viene lasciato spazio alla creatività, motivo per cui non è adatto agli ambienti di lavoro creativi, ma piuttosto a quelli caratterizzati da attività ripetitive e monotone.

illustrazione con leader al centro.

Esistono diversi tipi di leadership che si adattano perfettamente ad altrettanti gruppi di lavoro. Tuttavia, come abbiamo appena visto, quando applicate al giusto contesto possono produrre diversi vantaggi.

La leadership autoritaria non sempre è da considerarsi negativa o deleteria. E, benché sia più rigida e limiti maggiormente l’autonomia di una squadra, in molti casi è la più efficace.

  • Cuadrado, I. (2003). ¿ Emplean hombres y mujeres deferentes estilos de liderazgo? Análisis de la influencia de los estilos de liderazgo en el acceso a los puestos de dirección. Revista de psicología social18(3), 283-307.
  • González, O. G., & Cubillán, L. G. (2012). Estilos de liderazgo del docente niversitario. Multiciencias12(1).
  • Guirado, I. C., Alonso, F. M., & Navas, M. (2003). El liderazgo de hombres y mujeres: diferencias en estilos de liderazgo, relaciones entre estilos y predictores de variables de resultado organizacional. Acción psicológica2(2), 115-129.
  • Sánchez-Reyes, J. B., & Barraza-Barraza, L. (2015). Percepciones sobre liderazgo. Ra Ximhai11(4).