Si è liberi solo quando si pensa

17, febbraio 2017 in Psicologia 1215 Condivisi
ragazza-libera

Uno dei più grandi desideri dell’essere umano è la libertà. Un bene molto prezioso che, a volte, è difficile da raggiungere. Quante volte vi siete sentiti legati ad una persona o al vostro lavoro? Quante volte vi è capitato di essere bloccati senza poter avanzare? Non sono sempre gli altri o le circostanze ad impedirci di essere liberi. Molte volte siamo proprio noi stessi a rendere la libertà lontana e difficile da raggiungere.

Essere liberi è un concetto legato alla nostra percezione, piuttosto che a quanto avviene nella realtà. Di fatto, una persona che vive in carcere può per esempio sentirsi molto più libera di una persona che vive circondata dai propri cari. Basti pensare all’atto di viaggiare. Molte persone lo fanno spessissimo perché convinte che passare da un paese all’altro sia una manifestazione della propria volontà, e non soltanto la spinta di alcune convenzioni.

La libertà significa responsabilità: ecco perché molti la temono.

-George Bernard Show-

Non caricatevi sulle spalle il peso di ciò che è materiale

L’epoca nella quale viviamo è dominata da una logica molto materialista. Investiamo tantissimo tempo nel tentativo di accumulare ricchezze e beni che, in realtà, non ci servono. Eppure, il semplice fatto di possederle ci rende felici. Dovremmo fermarci un attimo a riflettere, con l’intento di sbarazzarci di tutto ciò che ci circonda e che non ci serve a nulla.

Donare vestiti, giocattoli, oggetti utili ed altri elementi decorativi ad associazioni può essere un’esperienza estremamente liberatoria. Non solo per fare pulizia di tutto ciò che sta occupando spazio, ma anche per dare la possibilità a persone meno fortunate di utilizzare quello che noi abbiamo solo accumulato.

uccello-libero

Paradossalmente, la verità è che forse le persone che hanno meno si sentono più libere di quanto non ci sentiamo noi. Questo perché non c’è bisogno di molto per sentirsi liberi, non è necessaria tutta la ricchezza che accumuliamo. Siamo convinti che tutto quello che abbiamo nel nostro armadio è indispensabile, ma non finiamo forse per usare sempre le stesse cose? I vostri armadi saranno sicuramente pieni di indumenti che non indosserete mai.

“Le catene della schiavitù legano soltanto le mani: è la mente che rende libero l’uomo.”

-Franz Griliparzer-

Quando, vedendo i vostri vestiti, esprimete pensieri del tipo: “può essere che un giorno ne abbia bisogno”, o “lo tengo per un’occasione speciale”, sappiate che state limitando la vostra libertà. Imparate a riempire le vostre vite solo di cose di cui avete bisogno e svuotatele di tutto ciò che sta solo occupando spazio, spazio destinato ad essere libero.

Per essere liberi, siate voi stessi

Non esiste persona più schiava di quella che non conosce sé stessa. Sono molte le catene che abbiamo in testa e che dobbiamo sciogliere, ma non possiamo farlo se non ci conosciamo. Non bisogna aver paura di cominciare a muovere i primi passi nel cammino che porta alla nostra libertà.

  • Siate coerenti con i vostri valori: quando vi opponete ad essi, vi auto-ingannate, finendo col sentirvi in difficoltà.Tradite voi stessi e questo limita la vostra libertà. Non è sempre semplice seguire i propri valori ed essere essi fedeli. Eppure scoprirete che, quando non riuscite a seguirli, è solo la paura a parlare.
  • Mettete da parte le aspettative: le aspettative ci portano ad arrampicarci per una salita durissima, l’illusione. Per questo motivo, è preferibile avere obiettivi realistici che possano essere facilmente raggiunti. Non aspettatevi miracoli, perché il successo si costruisce un passo alla volta. Concentrarvi sul presente vi aiuterà, perché godere del cammino intrapreso vi renderà liberi.
  • Non smettete mai di sorprendervi: ridono di voi perché vi mostrate sorpresi in situazioni dove si presuppone che siate abbastanza maturi da non doverlo essere. Questo è un errore, un tentativo di incatenarvi. Non perdete la capacità di affascinarvi, anche per le cose più insignificanti.

 “Quando c’è la libertà, tutto il resto non conta”

-José de San Martín-

Continuate a sognare ad occhi aperti, viaggiando e conoscendovi sempre di più. Le persone vivono schiave di preconcetti su ciò che è “giusto” ed accettabile dalla società. Eppure, avete mai provato la sensazione di libertà che si prova quando si  lascia un lavoro sicuro per uno che vi dà soddisfazione? Fate ciò che vi rende felici, è questo che vi permetterà di essere persone libere.

donna-libera

Abbiamo tutti paura ad uscire da quel cammino che gli altri hanno tracciato per noi, quel cammino che tutti ci incitano a seguire. Le nostre convinzioni, i nostri concetti di cosa è “giusto” e “sbagliato”, le regole che ci obbligano a seguire, tutto questo ci indirizza. Eppure, il concetto di libertà individuale è molto diverso a seconda dell’individuo. Oggi avete la possibilità di cominciare a lavorare sulla vostra libertà. Avete voglia di fare il primo passo?