Il pensiero di Confucio: un’importante eredità per l’umanità

· 18 gennaio 2017

Confucio fu un filosofo cinese profondamente trascendentale e l’eco dei suoi pensieri, dall’anno 535 a.C., è giunta fino ai giorni nostri. Visse in un’epoca durante la quale regnavano le guerre e la confusione. Nonostante ciò, non abbandonò mai il suo impegno per trovare e seguire una strada che permettesse di superare le difficoltà tramite la conoscenza.

Quando aveva 50 anni, iniziò a viaggiare per tutta la Cina. Durante i suoi viaggi, diffuse il proprio pensiero, soprattutto sotto forma di aforismi. Divenne talmente importante e influente che presto cominciò a riempire le piazze, e persino i politici e gli uomini di potere iniziarono ad adottare le sue riflessioni.

“Se vuoi essere saggio, impara ad interrogare con ragionevolezza, ad ascoltare con attenzione, a rispondere con calma e a stare zitto quando non hai nulla da dire”

-Johann Kaspar Lavater-

Il pensiero di Confucio gira intorno all’istruzione come fonte di virtù. Predica soprattutto 3 virtù: la BONTÀ, che è fonte di allegria e pace interiore; la SCIENZA, che permette di estinguere i dubbi; il CORAGGIO, che allontana qualsiasi forma di paura. Nel nostro articolo di oggi vogliamo condividere con voi alcune frasi di Confucio che continuano ad essere valide e importanti al giorno d’oggi.

Le idee di Confucio sul vivere con saggezza

Gran parte della filosofia di Confucio si preoccupa di offrire piccole pillole di saggezza su uno stile di vita utile e grazie al quale poter raggiungere la virtù. Nel suo pensiero è possibile osservare uno spirito di tolleranza che predica la riflessione e la moderazione del comportamento. Tutte queste caratteristiche si vedono riflesse in alcune sue frasi come:

bambino-e-conchiglia

“Poco denaro evita le preoccupazioni; molto le attrae”

“Ogni cosa ha la sua bellezza, ma non tutti la vedono”

“Quando l’obiettivo vi sembrerà troppo difficile, non cambiatelo; cercate una nuova strada per raggiungerlo”

“Andare poco lontano è sbagliato tanto quanto non andare fino in fondo”

“Colui che domina la propria collera domina il suo peggior nemico”

“È meglio accendere una piccola candela che maledire l’oscurità”

“La musica produce un piacere di cui la natura umana non può fare a meno”

“La vendetta rende eterno l’odio”

“I vizi arrivano come passeggeri, ci fanno visita come ospiti e restano come padroni”

“Non scommettere mai. Se sai che vincerai sull’altro, sei un imbroglione… E se non lo sai, sei uno stolto”.

La coerenza: una prova di virtù

Nel pensiero di Confucio troviamo molti riferimenti all’importanza della congruenza tra il proprio modo di pensare, di sentirsi e di agire. Confucio dà particolare importanza alle azioni, poiché sono queste a rivelare l’autentica validità delle parole. Rifiuta le posizioni false ed esalta la semplicità. Vediamo alcuni dei suoi aforismi al riguardo:

“L’uomo superiore è modesto nelle parole, ma eccelle nell’azione”

“Persone di agghindato aspetto e di parole artificiose sono raramente virtuose”

“L’uomo saggio agisce prima di parlare ed in seguito parla secondo la sua azione”

“Vedere ciò che è giusto e non farlo è mancanza di coraggio”

“Così come l’acqua prende la forma del recipiente che la contiene, un uomo saggio deve adattarsi alle circostanze”

“Dai un pesce ad un uomo e lo nutrirai per un giorno. Insegnagli a pescare e lo nutrirai per tutta la vita”

“La saggezza si preoccupa di essere lenta nei propri discorsi e diligente nelle proprie azioni”

“Solo i più saggi e i più stupidi degli uomini sono incomprensibili”

gif-fiori

La relazione con gli altri

Nella filosofia di Confucio troviamo anche molte riflessioni che propongono come condurre nel modo giusto le relazioni con gli altri. Il rispetto deve essere alla base di qualsiasi società e la generosità è un bene primario che porta fortuna a chi la pratica. Promuove anche l’idea di giudicare gli altri in modo benevolo e di mantenere la concordia. Vediamo alcuni suoi saggi consigli a riguardo.

Chi desidera procurare il bene altrui ha già assicurato il proprio”

“Esigi molto da te stesso e aspettati poco dagli altri. Così eviterai i dispiaceri”

“La natura rende tutti gli uomini simili e li spinge a unirsi; l’istruzione ci rende diversi e ci fa allontanare”

“La natura umana è buona e il male è essenzialmente innaturale”

mani-con-fiore

“Il saggio esige il massimo da sé, l’uomo da poco si attende tutto dagli altri”

“I difetti di un uomo si adattano sempre al suo tipo di mente. Osserva i suoi difetti e conoscerai le sue virtù”

“I giovani e i domestici sono i più difficili da gestire. Se vengono trattati con familiarità, diventano irrispettosi; se vengono allontanati, diventano frustrati”

“Non rispondere ad una parola adirata con un’altra dello stesso tipo. È la seconda, la tua, che sicuramente vi porterà alla disputa”.

La conoscenza

L’istruzione e la conoscenza sono una parte fondamentale della filosofia di Confucio. Questo pensatore credeva fermamente che la natura umana fosse buona, ma che dovesse essere coltivata e formata per poter raggiungere la sua massima espressione.

Il sapere è una strada sicura grazie alla quale raggiungere la virtù e la virtù porta con sé la pace interiore e la felicità. Questi ultimi aforismi riflettono i suoi pensieri a proposito:

“Chi sa quanto basta ha sempre abbastanza”

“Un buon capo sa cos’è la verità, un cattivo capo sa cosa si vende meglio”

“Un uomo che ha commesso un errore e non lo ha riparato, ha commesso un altro errore”

“Se un uomo la mattina conosce la retta via, potrà morire la sera stessa senza alcun rimpianto”

bambini-ed-elefante

“L’uomo più nobile ha una mente aperta e priva di pregiudizi. L’uomo inferiore è pieno di pregiudizi e non ha una mente aperta”

“Esistono tre modi per imparare la saggezza: primo, con la riflessione, che è il metodo più nobile; secondo, con l’imitazione, che è il metodo più facile; terzo, con l’esperienza, che è il metodo più amaro”

“L’ignoranza è la notte della mente, ma una notte senza luna né stelle”

Fateci sapere qual è stata la riflessione che vi è piaciuta di più di questo filosofo antico e contemporaneo al tempo stesso!