Non aspettarti niente da nessuno al di fuori di te stesso

· 21 agosto 2015

A volte abbiamo aspettative molto alte nei confronti di alcune persone. È inevitabile, un’abitudine che tutti noi abbiamo, chi più spesso e chi meno: pensare che il partner ci deve appoggiare in tutto ciò che facciamo senza dissentire, aspettarci che la nostra famiglia risolva tutti i nostri problemi o che i nostri amici siano lì ogni volta che ne abbiamo bisogno…

Avere aspettative troppo alte nei confronti di chi ci circonda, però, può diventare un atteggiamento egoista e può farli sentire in obbligo di soddisfare tutti i nostri desideri. In questo modo limitiamo la loro libertà, quando in realtà l’unica persona da cui dovremmo aspettarci tutto ciò siamo noi stessi.

Passiamo la maggior parte della nostra vita “aspettandoci qualcosa”: aspettando che accada ciò che desideriamo, aspettando che le persone si comportino in modo coerente con la nostra opinione su di loro. Tuttavia, non siamo del tutto coscienti del fatto che “aspettarsi” è a volte sinonimo di “desiderare”, il che implica una piccola manipolazione da parte nostra.

Le persone che fanno parte della nostra vita, infatti, dovrebbero sempre agire in piena libertà e secondo la loro volontà. Se fanno qualcosa per noi, è perché vogliono farlo dal profondo del cuore, ed è bene essere loro grati; ma, se non lo fanno, questo non dovrebbe preoccuparci o ossessionarci.

aspettative1

È solo da noi stessi che dovremmo aspettarci tutto: siamo noi stessi a dover essere capaci di risolvere i nostri problemi senza che nessun altro debba farlo per noi, noi che dobbiamo affrontare le nostre paure, invece di proiettarle sugli altri…

Parliamone.

Il pericoloso potere delle aspettative

Non aspettarti niente da nessuno al di fuori di te stesso“. Forse questa affermazione vi sarà sembrata troppo forte. Eppure siamo sicuri che vi avrà fatto venire in mente qualche situazione in cui descrive perfettamente ciò che è successo. Tutti noi ci creiamo ogni giorno delle aspettative, che celano al loro interno un certo grado di speranza.

Potete crearvi aspettative molto concrete nei confronti del partner: che starà per sempre con voi, che non rinunci a nulla, ma che vi abbia sempre come priorità nella vita. Ma poi capiterà che arriva l’estate e vi comunichi, per esempio, che vorrebbe adare in viaggio con i suoi amici. Una parte di voi non riuscirà a non rimanere estremamente delusa, perché una piccola porzione delle vostre aspettative si sarà spezzata, e non saprete come affrontare la situazione.

Questo significa che il vostro partner non vi ama? No di certo. Il punto è, semplicemente, che voi stessi vi eravate costruiti uno schema mentale troppo idealista. In questo caso, l’aspettativa implica il grosso rischio di esservi convinti che qualcosa sarebbe avvenuto e, quando non avviene, le vostre certezze iniziano a crollare.

aspettative2

Tutti noi abbiamo una tendenza quasi naturale ad anticipare gli eventi e a fare supposizioni sugli altri attraverso gli “spero che” o “vorrei che”. Quando qualcosa va storto, quindi, compare la delusione. E sapete di che cosa si alimenta la delusione la maggior parte delle volte? Delle aspettative e delle speranze a cui avevamo attribuito un grado di “certezza” troppo alto.

Non date mai niente per scontato, in questo modo la delusione sarà minore. Se eviterete di avere aspettative troppo alte, inoltre, darete anche una maggiore libertà agli altri. Aspettatevi tutto solo da voi stessi, perché siete voi gli artefici della vostra vita.

Rifuggite le certezze, accettate gli imprevisti

Sappiamo che è faticoso, sappiamo che non è facile accettare che la vita è volubile e che chi vi ama oggi potrebbe non avere più bisogno di voi domani, che chi oggi vi sostiene potrebbe non pensarla allo stesso modo tra un’ora. Come affrontare tutte queste incertezze quotidiane?

Mantenendo l’equilibrio e rimanendo la colonna portante della vostra vita, perché voi siete la persona su cui dovete poter contare sempre in prima istanza. Siete voi a dover risolvere le vostre paure, e riempire i vostri vuoti. Non delegate a nessuno questo compito, non rendete nessuno schiavo delle vostre aspettative, costretto a risolvere i vostri problemi per paura di deludervi.

aspettative3

Lasciate che vi amino in modo libero e senza essere sottomessi, lasciate che facciano qualcosa per voi solo se lo desiderano; e, se non lo fanno, non puniteli e non buttatevi giù, lasciate che agiscano come preferiscono. E voi agite come preferite, imparate a muovervi per il mondo con sicurezza e maturità, costruendo la vostra stessa felicità rispettando gli altri. Aspettatevi tutto da voi stessi, e vivete in armonia con gli altri.

Immagine per gentile concessione di Viccolatte