Non cambierò per te, crescerò con te

Non cambierò per te, crescerò con te. Molte persone concepiscono e accettano la relazione di coppia come una rinuncia a una parte di sé.
Non cambierò per te, crescerò con te
Valeria Sabater

Scritto e verificato da la psicologa Valeria Sabater.

Ultimo aggiornamento: 22 dicembre, 2022

Non cambierò per te, crescerò con te. Molte persone concepiscono e accettano la relazione di coppia come una rinuncia a una parte di sé.

Non si può certo negare che avere un partner e mantenere una relazione stabile e duratura a volte richieda di dover fare qualche rinuncia. Tuttavia, tutto ha un limite.

Dal momento in cui siamo costretti a cambiare, perdiamo qualcosa del nostro essere. Se cambio i miei valori, i miei hobby o il mio carattere, non sono più me stesso. La persona che il partner dice di amare sarà allora un falso miraggio privo di forma.

Se c’è un principio chiaro e indiscutibile al fine di mantenere una relazione, è che non dobbiamo mai permettere che i nostri diritti e i nostri valori vengano violati. Poiché rappresentano ciò che ci definisce.

Ancor di più, non dovremmo chiedere alla persona che amiamo di cambiare per noi, di adattarsi alle nostre esigenze. Si tratterebbe di un ricatto emotivo ingiustificato.

Crescita individuale e crescita di coppia

Coppia abbracciata.

Bisogna chiarire un aspetto essenziale: i rapporti di coppia non sono entità fisse e immutabili. Nessuno è immune a quello che ci circonda, alle altre relazioni sociali, al contesto lavorativo, alla famiglia, ai bisogni personali, etc.

La coppia è in continuo cambiamento, per cui è necessario aggiornare i legami secondo le nuove situazioni e gli anni. C’è quindi un “noi”, a volte di fronte a un “io”.

Uno dei problemi che dobbiamo affrontare è il bisogno di armonizzare la crescita personale con la crescita della coppia. In una relazione sana e felice, entrambe le sfere sono unite e interconnesse. In che modo?

Entrambi rispettano, capiscono e agiscono affinché l’altro goda dei suoi spazi personali per coltivare, crescere ed essere se stesso.

Potremmo dire che si tratta di un curioso paradosso, poiché mentre lavoriamo ogni giorno per essere un’unità in armonia, impegno e intimità, in realtà ci permettiamo di essere due entità indipendenti capaci di arricchirsi nella loro individualità. A sua volta, ciò dona saggezza e felicità alla coppia.

Crescerò, non cambierò

Coppia felice al tramonto.

Si tratta, insomma, di promuovere la crescita individuale di entrambi i membri della coppia, sapendo che con ciò si promuovono l’equilibrio interiore, l’autostima e la soddisfazione personale. Ciò si ripercuoterà nella relazione.

Inutile costringere il partner a cambiare. Se, ad esempio, pretendiamo che abbia un carattere più estroverso, di lasciarsi coinvolgere meno coinvolti nelle questioni sociali, cercando di passare più tempo in casa che fuori, quello che in realtà farò è alimentare la loro frustrazione e violare i loro interessi.

A che serve dunque propiziare la loro infelicità attraverso il mio egoismo? Nessuno può “forzare” il cambiamento per adattarsi alle tue lacune o alle tue schegge. Si tratta di costruire, crescere e andare avanti. Mai porre il veto.

Non cambierò, crescerò con te per ritrovarmi

L’amore maturo è il fondamento di relazioni sane. È un amore consapevole capace di rispettare e amare l’altro così com’è, senza mai costringerlo a cambiare.

Forse dovremmo anche prendere consapevolezza del bisogno di instaurare relazioni in cui la maturità ci insegna che le paure e le insicurezze personali generano quasi sempre il bisogno di controllare l’altro.

Non cambierò forza di coppia.

“Spero che cambi questo aspetto del tuo carattere, perché in questo modo ho la certezza che non mi lasci”. Ma le persone non sono enigmi, non siamo pezzi di puzzle che devono combaciare perfettamente.

I tuoi angoli non devono quadrare con i miei e le tue lacune non devono essere necessariamente riempite con le mie virtù.

Non cambierò perché siamo tutti imperfetti

Dovremmo capire che siamo tutti creature imperfette che a loro volta cercano esseri imperfetti per avanzare mano nella mano e crescere giorno dopo giorno.

Questo meraviglioso percorso durerà tutta la vita, ma nel frattempo cresceremo individualmente. Diventeremo più saggi, mentre cresceremo come coppia.

L’amore è una preoccupazione costante per la vita, una ricerca continua in cui coltivare noi stessi e, allo stesso tempo, preoccuparci della crescita di coloro che amiamo. Il tutto si proietterà anche su di noi.

Potrebbe interessarti ...
Fenomeno Michelangelo nella coppia
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
Fenomeno Michelangelo nella coppia

Il fenomeno Michelangelo definisce la dinamica con cui una coppia si scolpisce a vicenda sulla base di un rinforzo positivo.


I contenuti di La mente è Meravigliosa hanno uno scopo puramente informativo ed educativo. Non sostituiscono la diagnosi, la consulenza o il trattamento professionale. In caso di dubbi, è consigliabile consultare uno specialista di fiducia.