Non sempre i nostri sforzi vengono riconosciuti

· 5 novembre 2015

Ci muoviamo in un mondo in cui alle volte ciò che è abitudinario, pesa su di noi come fosse un obbligo. Chi più e chi meno, abbiamo provato tutti almeno una volta nella vita quella sensazione in cui nonostante stiamo facendo qualcosa per puro desiderio, ci appaia piuttosto come un’imposizione.

Di solito ci obbligano (e obblighiamo) a fare qualcosa senza la necessità di dover essere troppo espliciti. Vale a dire che in qualche modo, si finisce sempre per sottintendere quello che gli altri si aspettano da noi e che è nostro dovere portare a termine.

In ogni caso, la verità è che spesso quando diamo il meglio di noi, i nostri sforzi finiscono per non essere riconosciuti. Ciò contrasta, d’altra parte, con quanto succede per coloro che fanno poco ma a cui viene attribuito molto di più di quanto meritino realmente.

ragazza

L’importanza di riconoscere il proprio valore


 

Ognuno è libero di stabilire per se stesso un valore alto o basso, e nessuno vale se non per quello che si fa valere; potete attribuirvi dunque la condizione di uomo libero o di schiavo: questo dipende da voi.

Epitteto


 

 Esistono persone che, nonostante siamo soliti dar loro tutto quel che abbiamo, non si ritengono mai soddisfatte. Eppure, quando infine smettiamo di dargli ciò di cui credono di aver bisogno, o se sono loro ad avere questa percezione, ci accusano di essere egoisti e ci affibbiano la colpa per non esserci preoccupati per loro.

Da questo punto di vista, è necessario evidenziare come questo tipo di abitudini non si fondino sempre e solo sull’egoismo. A volte sono determinate dalla confusione o dall’incapacità di dedicarsi all’altro.


 

Non bisogna mai dimenticare che dare tutti se stessi può creare uno scompenso per l’altra persona, la quale potrà sentire di non essere all’altezza. Questo, talvolta, porta le persone ad arrabbiarsi, ad andarsene o a non sapere come agire.


 

Qualsiasi cosa succeda dunque, l’importante è comportarsi in maniera misurata senza dare troppo agli altri. Come abbiamo fatto notare, siamo noi stessi che, in qualche modo, stabiliamo il nostro valore, per cui sarà opportuno che assumiamo tutte le dovute precauzioni prima di consegnarci agli altri.

spegnere la luna

Come farsi valere


 

Sbarazzati di chi dubita fi te, legati a chi ti apprezza, liberati da chi ti intralcia e ama chi ti sopporta.

Paulo Coelho


 

Per essere liberi, bisogna sapersi disfare dell’egoismo a cui veniamo sottoposti. Se una persona che stimiamo si aspetta troppo da noi, non siamo obbligati a farlo.

In primo luogo, dimentichiamoci del luogo comune che dice che il sacrificio ci rende persone migliori o più coraggiose. Questo tipo di attitudine porta l’uomo a disprezzare e trascurare una parte di se stesso fisica ed emozionale, parte fondamentale per essere felici.

D’altro canto, è bene tenere chiaro a mente che le persone che ci feriscono intenzionalmente e che esigono qualcosa da noi, non meritano di averci al loro fianco, né che gli dedichiamo il nostro tempo. In altre parole, bisogna smettere di “sopportare” tutto questo, e spalancare le porte agli addii. Riuscirci ci renderà più forti.

È naturale che analizzando con lucidità il problema ci si senta feriti o a disagio. In questi casi, è opportuno mantenere la concentrazione sul nostro essere costruttivo, senza danneggiare gli altri, ma prima di tutto noi stessi.

omini

Tutti hanno il diritto di essere apprezzati e rispettati

Per disfarvi di coloro che abusano di voi, cominciate dalle piccole cose, in modo da poter comunicare le vostre necessità senza sentirvi colpevoli per aver rinunciato a soddisfare quelle degli altri. Per fare ciò non è necessario essere aggressivi, siate invece persistenti e determinati.

Parlate dunque in prima persona, e cominciate i dialoghi di confronto usando frasi del tipo “Ci sono situazioni che mi fanno sentire poco rispettato…” al posto di “Non mi sai apprezzare”.

Lavorare su questi sentimenti ci porta ad apprezzare noi stessi per primi, così che anche gli altri facciano altrettanto. Questo ci aiuterà a respingere tutte quelle richieste invasive che non ci recano alcun beneficio: avremo infatti le idee chiare su ciò che ci fa stare bene, e ciò che ci fa stare male.


 

Tenete ben chiaro in mente che vostro è il diritto di sentirvi rispettati, e che dovete sforzarvi per far sì che nessuno vi privi della consapevolezza di quello che valete e del riconoscimento che vi meritate.