Non siete ciò che ottenete, bensì ciò che superate

16, giugno 2015 in Psicologia 40 Condivisi

A volte crediamo nella falsa convinzione che nella vita bisogna accumulare risultati. Le persone stabiliscono mete a breve e a lungo termine quasi ogni giorno, ed è positivo, senza alcun dubbio. Tanto quanto svegliarsi ogni mattina con motivazione ed entusiasmo, non c’è dubbio.

Ci piace raggiungere i nostri propositi e dimostrare che siamo capaci di fare cose: ottenere quel lavoro, quella promozione, comprare quella casa, quella macchina, conquistare quella persona. Tessiamo i fili della nostra vita e la costruiamo con risultati piccoli e grandi. Ecco, è tutto ciò che abbiamo ottenuto durante l’arco della nostra vita a definirci?

Molti diranno che in effetti è così. Nonostante ciò, esiste qualcosa che vale di più della capacità di ottenere cose. Indovinate qual è? La capacità di superarsi. La capacità di riuscire a superare quello che riteniamo doloroso, diventando ancora più forti.

Oggi parliamo di questo, vogliamo capire meglio questa capacità interessante e fondamentale.

La differenza tra raggiungere e superare

Innanzitutto dobbiamo differenziare la capacità di ottenere dal superamento personale. Per spiegarci meglio, riportiamo semplici frasi che definiscono ciò che di solito costituisce la volontà di ottenere, quella dimensione che attualmente viene valorizzata da questa società così competitiva:

– La capacità di raggiungimento è lo sforzo e quello che una persona è disposta a investire nel raggiungere un obiettivo.

– In genere si tratta di una personalità che ha ben chiari i suoi desideri e bisogni e che ha lottato per essi, mantenendo alte le aspettative di raggiungimento.

– Richiede costanza e tenacia.

– Si stabilisce la propria quotidianità mediante obiettivi da compiere, rivelando un’implicita esigenza personale.

– Le persone con un’alta capacità di raggiungere gli obiettivi di solito hanno successo in ambito lavorativo.

Questi sono sicuramente aspetti molto positivi, aumentano la nostra autostima e rafforzano in maniera notevole la percezione che abbiamo di noi stessi. Possiamo dire che è proprio la capacità di ottenere risultati ciò che definisce nel miglior modo una persona? È un aspetto davvero arricchente?

A volte si dice che la vera forza, il vero coraggio di una persona è la sua capacità di superare le avversità o ancor di più, di superare le proprie paure, i propri limiti, quelli che solo noi conosciamo. Questo sforzo personale è spesso molto più soddisfacente rispetto al raggiungimento di un obiettivo.

superazione personale

I pilastri del superamento personale

Non siete ciò che ottenete, bensì ciò che superate. Ora diteci, che cosa avete superato durante la vostra vita? Siamo sicuri che avete superato molte situazioni, che avete affrontato con integrità numerose difficoltà, quelle che adesso vi definiscono così come siete, così come vi vedete di fronte allo specchio, con tutte quelle cicatrici interne che solo voi avvertite.

Adesso vediamo quali aspetti edificano questa capacità istintiva che molti di noi hanno per superare quei “muri” di ogni giorno che la vita talvolta ci regala.

1. Atteggiamento positivo

Disporre di un atteggiamento positivo è essenziale per superare qualsiasi difficoltà. Mantenere l’integrità e la speranza ci dà la forza per essere coraggiosi e per avere fiducia in noi stessi.

2. Coping

Quei vuoti, problemi, minacce o perdite contro cui dobbiamo combattere sono nemici con cui trattare, ma mai da evitare. Fatevi forza, abbiate fiducia in voi stessi e affrontateli, non scappate mai né evitate i problemi.

3. Resilienza

Vi abbiamo parlato della resilienza in numerose occasioni nel nostro spazio, tanto che già sappiamo che la mettete in pratica nella vita di tutti i giorni. Non importa quanto sia traumatico, complicato o devastante l’avvenimento, perché da qualsiasi situazione difficile possiamo trarre un insegnamento e uscirne più forti di prima. Non c’è niente di più arricchente che superare ogni situazione stressante o minacciosa tramite la resilienza.

4. Autostima

Come definireste l’autostima in maniera semplice e allo stesso tempo pratica? L’autostima è una bilancia su cui si trovano la fiducia in e il rispetto per se stessi, la voglia di vivere e di essere felici con ciò che si ha e che si merita. Siamo sicuri che siete d’accordo.

5. Emozioni positive

Le emozioni positive ci fanno sbocciare e allo stesso tempo ci radicano alla realtà mediante empatia, amore, equilibrio, benessere e intelligenza emotiva.

Tutte queste dimensioni sono i semi con cui far germogliare la vostra capacità di superamento, una delle abilità più arricchenti dell’essere umano. Mettetele in pratica!