Perché è sbagliato ingigantire l’atto del tradimento?

· 12 novembre 2015

Secondo numerosi studi antropologici e psicologici e la prospettiva evoluzionista, l’infedeltà nel mondo animale è molto più comune di quel che immaginiamo.

E anche noi, in quanto esseri umani, apparteniamo al mondo animale; dunque i risultati di questi studi ci riguardano in qualche modo. Oggi ve lo proveremo.

L’influenza delle credenze irrazionali sull’amore

Viviamo in una società estremamente artificiale e costruita in tutti i sensi, e ne soffriamo molto.

Per tutta la vita, ci è stata inculcata una serie di idee e credenze che hanno influenzato il nostro modo di agire. Molte di queste sono idee decisamente irrazionali, che mancano di logica o direttamente false. I concetti extra-romantici e sdolcinati ne sono un esempio.

Ci viene insegnato che abbiamo un’anima gemella, che abbiamo bisogno di un partner per sentirci completi, che la persona che ci ha traditi è cattiva e che l’abbandono è un avvenimento drammatico e terribile.

Tutti questi messaggi, pervenuti anche grazie a certi film e canzoni d’amore, vengono registrati dalle nostri menti e le penetrano finché non fanno parte di noi.

Il problema è che, quando veniamo disillusi a causa, per esempio, di un abbandono, ne soffriamo davvero moltissimo e viviamo l’avvenimento come se fosse un fatto terribile e insostenibile, cosa che ci può persino trascinare nella rete della depressione o provocare altre problematiche ugualmente serie.

Per disfarci di tali idee false, dobbiamo essere realisti e comprendere qual è la vera natura delle cose; in questo modo, se vivremo un’avversità in ambito amoroso, soffriremo di meno.

Bisogna riflettere sulla realtà: quasi tutti gli esseri viventi sono poligami e non monogami come noi ci sforziamo di essere.

mondo infedeltà 2

Il 26% delle donne e il 35% degli uomini confessano di essere stati infedeli almeno una volta nella vita, pertanto si tratta di una pratica più comune di quanto pensiamo.

Di conseguenza, non dovremmo etichettare come gravissima o disastrosa una cosa così normale; al massimo va considerata come una piccola avversità che fa parte della natura e che non andrebbe ingigantita. Non sarebbe nemmeno giusto pensare a una rottura quando il resto della vita di coppia funziona.

Normalizzare il tradimento

È bene abbracciare l’idea, totalmente realista, che nessuno appartiene a nessuno e che nessuno ha bisogno di nessuno.

Se inglobiamo questo principio nella nostra filosofia di vita, ci renderemo conto che l’impatto emotivo di un possibile tradimento viene ridimensionato notevolmente.

Personalmente, ritengo che sia peggio il tradimento celato rispetto all’infedeltà in generale: colui che commette il gesto trova deplorevole ciò che ha fatto e decide di mantenerlo nascosto, togliendo così al partner la libertà di decidere come gestire la situazione.

Se non volete soffrire tanto a causa di un tradimento, dovete comprendere che tutti sono infedeli per natura, ma che cerchiamo di controllarci solo per ragioni culturali.

È vero che restare fedele al proprio partner è bello e ammirevole e che ci sono molte coppie che passano tutta la loro vita fedeli e felici, ma ciò non vuol dire che non si tratti semplicemente del frutto della capacità di autocontrollo dell’essere umano.

mondo infedeltà 3

Tutto ha una spiegazione …

Dal punto di vista biologico, l’uomo ha bisogno di diverse partner sessuali per assicurarsi che i suoi geni non scompaiano e la donna ricerca il conseguimento di beni, la sussistenza complementare e l’ottenimento di una varietà nel DNA.

Che ci piaccia o no, questa tendenza è scalpita in noi come l’istinto stesso di sopravvivenza; è un ruolo simile a quello svolto dalla paura per proteggerci da un pericolo o dal disgusto per evitare che ci intossichiamo.

Detto ciò, spesso l’amore è in grado di sconfiggere gli istinti.

Dopo i primi quattro anni di passione, cadiamo nella monotonia, nella routine e nella noia e in noi si sveglia l’appetito per qualcosa di nuovo.

Tuttavia, è possibile mantenere la fiamma accesa ed è importante farlo praticando l’attività sessuale con regolarità, introducendo qualche novità per non annoiarsi e assicurarsi di mantenere un contatto fisico regolare. Tenersi per mano, abbracciarsi e dormire insieme, ad esempio, sono piccoli dettagli che possono aiutarci a sentirci più vicini al nostro partner.