Pettegolezzi e come si diffondono

19 Aprile 2019
Possono essere chiamati in modi diversi: pettegolezzi, voci, dicerie, leggende metropolitane. Ma in che modov arrivano fino a noi? Vediamolo assieme

I pettegolezzi sono un fenomeno sociale che ha bisogno di almeno un individuo per essere creato e diffuso, venendo poi modificato e trasmesso da molti altri. Per evitarli, è fondamentale comprenderne il funzionamento.

Molte delle conversazioni che teniamo quotidianamente sono tormentate da scambi di pettegolezzi. Oggi le chiamiamo “bufale” o anche “fake news” e riempiono la nostra società a tutti i livelli. In effetti, la loro qualità fugace è dovuta alla loro essenza, ovvero cercano di nascondersi travestendosi da informazioni vere.

La veridicità di un pettegolezzo è spessa in dubbio o, per meglio dire, non può essere confermata. Tipicamente, vengono generati e trasmessi attraverso il passaparola, sebbene sia vero che a volte possono anche essere propagati dagli stessi media.

Di solito si generano al fine di condizionare il pensiero o il comportamento di persone con uno scopo specifico. Sebbene, almeno all’inizio, non se ne possa confermare la veridicità, i gossip non impiegano molto a diffondersi. Questo perché tendono a essere scioccanti o controversi.

Ad esempio, una grande azienda potrebbe lanciare rumor sulla situazione finanziaria di un altro concorrente. Ciò creerebbe insicurezza tra clienti e lavoratori, al fine di generare un clima avverso e danneggiare i loro concorrenti. Almeno fino a quando non si scopre la verità. Ma gli effetti devastanti potrebbero essere tali da diventare irreversibili.

È necessario sottolineare che, con l’espansione delle nuove tecnologie, i pettegolezzi si propagano sui social network come le fiamme tra i tronchi di una foresta incendiata.

Donne pettegole

Caratteristiche dei pettegolezzi

Prima di approfondire il modo in cui si diffondono, vi spiegheremo quali sono le loro caratteristiche principali al fine di comprendere adeguatamente questo fenomeno e tutto ciò che esso comporta.

Interesse pubblico

La bufala, la fake news o il pettegolezzo devono avere un certo grado di interesse pubblico. Altrimenti nessuno si prenderebbe la briga di leggerlo, ascoltarlo e né di trasmetterlo e ben presto finirebbe con l’essere dimenticato (e superato da altre voci).

Per ottenere un impatto maggiore, il messaggio trasmesso deve essere breve, semplice e pertinente per il destinatario.

Il suo obiettivo è convincere

Un pettegolezzo nasce per fornire una spiegazione. Il suo obiettivo è, dunque, quello di convincere su un determinato quesito o problema anteriormente posto. La sua credibilità deriva dalla fiducia che le persone hanno nella sorgente del messaggio. Con la conseguenza che, alla fine, nessuno si prende la briga di controllare quanto detto o scritto.

D’altra parte, la fonte originale della voce di solito viene attribuita a qualcuno che è importante per renderla il più veritiero possibile.

Diffondere un rumor significa condividere una credenza, una verità di proprietà di chi appare o afferma di esserne testimone.

L’informazione non è verificata

L’informazione viene trasmessa da una voce credibile, ma che non è stata contrastata. In questo modo, le persone si accontentano della convinzione che la fonte sia affidabile. Questa è la condizione necessaria, e sufficiente, per poter “credere”.

L’approccio con cui si crede a un pettegolezzo è che non tutte le informazioni che riceviamo ogni giorno sono state verificate e contrastate. E, anche in questi casi, si danno per assolutamente veritiere.

I pettegolezzi come “pallone sonda”

La voce può anche essere utilizzata da chi detiene una posizione di potere come “pallone sonda”. Prima di prendere una decisione importante, delle informazioni incomplete e brevi vengono lanciate al pubblico in modo che raggiungano la base e tornino arricchite con le opinioni dei diversi livelli della società.

Ad esempio, a seguito della forte crisi economica subita nell’ultimo decennio, molti governi hanno lanciato messaggi di austerità economica e perdita dei diritti dei lavoratori solo per vedere la risposta della popolazione e come questa decisione avrebbe influenzato i loro elettori.

In molti casi la passività o l’accettazione dimostrata ha permesso agli esecutivi di applicare misure ancora più severe e rimpinguare facilmente le casse, ai danni di chi era convinto, ad esempio, che si trattasse di un sacrificio “temporaneo” o “necessario”, per non finire “come la Grecia”.

Come nascono e vengono trasmessi i pettegolezzi

Esistono alcune condizioni di base che causano la nascita di un pettegolezzo. Da un lato, il contenuto del messaggio che viene trasmesso deve essere caratterizzato da una certa ambiguità informativa e, dall’altro, deve attirare subito l’attenzione del pubblico.

Se decidessimo di studiare come si estende un rumor e poi crearne uno, prima di tutto dovremmo avere una buona storia che attiri l’attenzione di chi ascolta o legge. Inoltre, è importante mescolare sempre un po’ di verità con un po’ di esagerazione, prima di aggiungere tutti i dettagli che riteniamo appropriati per garantirne la veridicità.

Tuttavia, non possiamo dimenticare che nella trasmissione delle informazioni verranno aggiunti nuovi contenuti, altri verranno gonfiati e alcuni omessi. In questo modo, il messaggio originale cambierà notevolmente.

Capire come si diffondono i pettegolezzi è indispensabile per riconoscerli.

Ragazze trasmettono rumor

La trasmissione dei pettegolezzi

A seguito delle ricerche di Allport e Postman, sono state sviluppate le seguenti leggi fondamentali sulla trasmissione di un pettegolezzo:

  • Legge di livellamento: poiché la voce viene trasmessa, tende ad accorciarsi e a diventare più concisa. L’omissione delle informazioni non è casuale, ma c’è una certa predisposizione a omettere alcuni dettagli più di altri.
  • Diritto dell’accentuazione: consiste nella percezione, nella conservazione e nella narrazione selettiva di un numero limitato di dettagli all’interno di un contesto più ampio. Alcuni dettagli particolari vengono mantenuti per tutta la comunicazione.
  • Legge di assimilazione: i soggetti riorganizzano i contenuti, dando essi una “giusta forma” in base ai loro interessi.

In conclusione, molte delle nostre conversazioni quotidiane sono costituite da un grande traffico di rumor. Tutti gli argomenti, dal comportamento morale di un collega di lavoro al destino della nazione, attirano l’interesse di voci interessanti e inquietanti.

Quando i dati esatti e completi su un problema non sono disponibili, i pettegolezzi abbondano. Dal momento che hanno il potere di rovinare la reputazione di individui e aziende, screditare e minare lo spessore morale, la loro manipolazione è utilizzata come strumento di propaganda. Tuttavia, rimanendo vigili, è possibile rilevarli in modo efficace.