Voler piacere a tutti è uno sforzo inutile

· 5 maggio 2016

Quando cerchiamo di piacere agli altri finiamo per non compiacere noi stessi. Quante volte, effettivamente, abbiamo detto “sì” agli altri dicendo “no” a noi stessi? Quante volte abbiamo sacrificato la nostra volontà, i nostri desideri e i nostri sentimenti per accontentare qualcuno?

Probabilmente vi è capitato molte volte nella vita, poiché la linea tra “cedere” in modo sano e “cedere” in modo eccessivo di fronte alle richieste degli altri è molto sottile. Senza dubbio possiamo affermare quanto pericoloso ed inutile sia tutto ciò.

In questo senso, a volte non è così facile mantenere la calma quando dobbiamo dire di “no” a qualcosa che ci annulla. A volte la voce trema ed evitiamo il contatto visivo. Tuttavia, imparare a proteggere la nostra essenza con assertività è essenziale.

bambina-sul-divano-con-cuore

Non dite Sì quando volete dire NO

Una delle definizioni di assertività più vicine al linguaggio colloquiale viene dalla mente dello psicologo Walter Riso, il quale afferma:

“L’assertività è la capacità di una persona di dire di “no”, di esprimere disaccordo, di dare un’opinione contraria per opporsi a situazioni di conflitto, ma facendolo non come il sottomesso, che negozia i suoi principi, né come l’aggressivo, che viola i diritti degli altri.

L’assertivo è una persona capace di esprimere i suoi sentimenti negativi senza violare i diritti altrui o cercando di non farlo.”

Nel processo di manipolazione a cui sottomettiamo la nostra volontà, ci dimostriamo incapaci di sottrarci ad una richiesta nonostante le conseguenze possano essere negative per noi.

Comportarsi in questo modo è come prendere del veleno, bere dalla fonte dell’eterna infelicità e trasformarsi in persone insoddisfatte e furiose con se stesse, vittime della grande frustrazione di non essere state in grado di far valere le proprie opinioni e credenze.

principessa-trascinando-pupazzi

Non ignorate la vostra natura quando gli altri vi feriscono, prendete delle precauzioni

Un saggio vide uno scorpione affogare e decise di tirarlo fuori dall’acqua, ma quando lo fece, lo scorpione lo punse. Colto di sorpresa dal dolore, il maestro lo lasciò e l’animale cadde nell’acqua, nuovamente in procinto di affogare. Il maestro provò a salvarlo una volta ancora, e di nuovo l’animale lo punse. Qualcuno che stava osservando la scena si avvicinò al maestro e gli disse:

-Mi scusi, ma lei è cocciuto! Non vede che ogni volta che cerca di tirarlo fuori dall’acqua la punge?

Il maestro rispose:

-La natura dello scorpione è pungere, ma ciò non cambierà la mia, che è aiutare.

Detto questo, con l’ausilio di alcune foglie il maestro tirò fuori lo scorpione dall’acqua e gli salvò la vita.

Non cambiare la tua natura se qualcuno ti fa del male, limitati a prendere delle precauzioni”.

Ciò che gli altri pensano di voi non è un problema vostro, bensì loro. Non dobbiamo smettere di essere chi siamo perché qualcuno ci fa del male o ci pregiudica in qualche modo. Dobbiamo imparare a trattare la nostra volontà e a rivalutare le circostanze così da elaborare strategie efficaci.

bambina-guardando-mostro-uscire

Allo stesso tempo, la soluzione non consiste nemmeno nel modificare i nostri sentimenti in modo intuitivo nei confronti degli altri. Dobbiamo sforzarci di conservarli e imparare a gestire le nostre aspettative in modo tale da mantenere intatti i nostri principi, senza sentirci male.

Tuttavia, è bene sottolineare che la scelta di essere assertivi e proteggere se stessi non significa che non si debba provare alcun tipo di dispiacere, poiché è normale che essa sia accompagnata da rifiuti indesiderati o dalla perdita di persone o cose di cui abbiamo bisogno – ad esempio, rifiutandosi di fornire delle informazioni personali che non hanno a che vedere con il posto di lavoro per cui ci si sta candidando.

Come abbiamo detto, cercare di piacere e soddisfare tutti comporta un alto prezzo a livello emotivo, inevitabile, che mina la nostra autostima, il nostro amor proprio e la nostra determinazione. Per questo motivo, bisogna proteggersi e prendere precauzioni per rivestire la nostra essenza e non soffrire inutilmente. Il segreto è dire “no” quando è necessario.