Sport di squadra e sviluppo personale

25 Aprile 2019
Lo sport di squadra influisce sullo sviluppo personale... ma come si relazionano i due concetti?

Lo sport, se praticato con testa e con frequenza, è un’infinita fonte di salute fisica e mentale. Perché lo sport di squadra non è solo un campo di sfogo per liberare energia in modo controllato, è anche un piano che può incentivare il nostro sviluppo personale e insegnarci a lavorare meglio in gruppo.

Lo sport di squadra ha un grande valore ed è uno strumento straordinario in qualsiasi tappa della vita, in particolare in quelle iniziali quando inizia a formarsi la personalità.

Le tappe dell’infanzia e dell’adolescenza, così cruciali, rappresentano il momento in cui una persona è più vulnerabile e malleabile. Quello che succede in questo periodo potrà segnare positivamente o negativamente lo sviluppo e la formazione della persona.

In molti casi, l’ambito dello sport è quello in cui la persona inizia a lavorare per un obiettivo comune, sacrificando per questo i propri interessi personali.

Un bambino potrebbe voler giocare come attaccante, ma per il bene della squadra si trova a dover giocare laterale. Questa si rivelerà una scusa per negoziare, per tirar fuori l’assertività e apprezzare gli effetti della generosità e del sacrificio.

Oggi vogliamo parlarvi di tutto quello che di positivo può derivare dal praticare uno sport di squadra. A tale scopo, iniziamo scoprendo qualcosa di più sullo sviluppo personale.

Bambini che giocano a calcio

Cos’è lo sviluppo personale?

Lo sviluppo personale è un processo tramite cui le persone scoprono o perfezionano le proprie potenzialità e forze. L’idea è quella di raggiungere i propri obiettivi, desideri, inquietudini, aneliti… mossi dalla voglia di superarsi, così come dalla necessità di dare un senso alla vita (Dongil E. e Cano A., 2014).

Questo sviluppo dipende da molti fattori, a partire dal contesto più vicino a noi durante la crescita fino alle nostre caratteristiche individuali, così come dalla società in cui ci troviamo. Si può dire che nello sviluppo personale intervengano processi biologici, individuali e sociali.

La teoria epigenetica di Erikson afferma che ciascun essere vivente ha un piano base di sviluppo al quale vanno ad aggiungersi delle parti, ciascuna con tempistiche proprie, finché il loro insieme dà forma a un tutto in funzionamento (Bordignon, 2005).

“Nessun giocatore è bravo come tutti insieme”.

-Alfredo Di Stefano-

Sport di squadra

Tenendo a mente la definizione di sviluppo personale e quanto espresso nell’introduzione, possiamo intuire il rapporto tra sviluppo e attività sportiva.

Gli sport di squadra sono caratterizzati dalla presenza di vari compagni che cooperano e collaborano per ottenere gli obiettivi del gioco. La meta comune deve essere raggiunta tramite una strategia comune e approvata da tutti i membri della squadra.

Si può pertanto dedurre che a muovere quest’insieme di persone sia il raggiungimento di obiettivi precedentemente specificati. È importante capire che per essere parte di una squadra bisogna seguire delle regole esplicite che riguardano il rispetto del gioco, dell’avversario, della propria squadra e della propria persona.

Se non vengono rispettate, si incorrerà in una sanzione da parte dell’arbitro, ma anche da parte della squadra avversaria, dalla propria e persino da se stessi. Questa è l’idea che induce i giocatori a non infrangere le regole e a difendere lo sport al di sopra di qualunque obiettivo individuale.

Lo sport può costituire un metodo educativo per la formazione e lo sviluppo degli individui, e quello di squadra offre ulteriori benefici. Tra le abilità e i valori che stimola:

  • Senso di appartenenza.
  • Lavoro di squadra.
  • Rispetto.
  • Presa di decisioni.
  • Lealtà.
  • Superamento.
  • Disciplina.
  • Responsabilità.
  • Empatia.
  • Sostegno dell’uguaglianza e della non discriminazione.
  • Ascolto attivo.
  • Utilizzo positivo del proprio tempo libero.
Bambini compagni di squadra

In che modo praticare sport di squadra

Gli sport di squadra più popolari sono il calcio e il basket, ma esistono anche il rugby, la pallamano, la pallanuoto, il nuoto sincronizzato, la pallavolo, il rafting… Tutte attività che possono insegnarci gli stessi valori e migliorare le nostre abilità.

L’importante è svolgere un’attività che ci permetta di crescere e svilupparci sotto tutti gli aspetti della vita. Che ci aiuti a essere persone autonome, indipendenti e forti.

  • Bordignon, N. A. (2005). El desarrollo psicosocial de Eric Erikson. El diagrama epigenético del adulto.
  • Buceta, J. M. (1995). Interveción psicológica en deportes de equipo. Revista de psicología general y aplicada: Revista de la Federación Española de Asociaciones de Psicología48(1), 95-110.
  • Collado, E. D., & Vindel, A. (2014). Desarrollo personal y bienestar. Sociedad Española para el Estudio de la Ansiedad y el Estrés. España.
  • Garcia Mas, A., & Vicens Bauzá, P. (1994). La psicología del equipo deportivo: Cooperación y rendimiento. Revista de Psicología del Deporte3(2), 0079-89.
  • Salguero, A. R. C. (2010). El deporte como elemento educativo indispensable en el área de Educación Física. EmásF: revista digital de educación física, (4), 23-36.
  • Sanmartín, M. G. (2004). El valor del deporte en la educación integral del ser humano. Revista de educación335, 105-126.