Tech neck: qual è la causa e come evitarlo?

Il tech-neck si manifesta con una serie di sintomi, come dolore cervicale e rigidità, a causa delle numerose con il collo inclinato per guardare il cellulare. Come possiamo prevenirlo?
Tech neck: qual è la causa e come evitarlo?

Ultimo aggiornamento: 17 marzo, 2021

L’uso delle nuove tecnologie è ormai una realtà per milioni di persone. Praticamente tutti usiamo ogni giorno cellulari, portatili e tablet, sia per lavoro che per puro svago e divertimento. Ma non sempre ne facciamo un uso corretto, soprattutto a livello fisiologico e di postura. Di conseguenza, sorgono le “malattie tecnologiche”, una delle quali è il cosiddetto tech-neck.

Secondo uno studio pubblicato dalla CBS News, le persone trascorrono in media dalle 2 alle 4 ore con il collo piegato, per guardare i dispositivi elettronici. Ciò equivarrebbe a 700-1 400 ore all’anno, il che può portare a disturbi come il tech-neck. Ma in cosa consiste questo disturbo e quali sono i sintomi? Perché compare? Vi spieghiamo tutto in questo articolo.

Donna con dolore al collo dalla postura con il computer.

Tech-neck: qual è la causa e come evitarlo?

Il tech-neck, noto anche come text-neck, è considerato una malattia tecnologica causata dalla flessione ripetuta del collo durante la scrittura di messaggi di testo sul cellulare. Questa cattiva postura, ripetuta più volte al giorno, può procurarci notevole disagio fisico.

Questa sindrome compare anche quando passiamo molte ore a guardare il cellulare (non si deve necessariamente scrivere), ad esempio consultando notizie, guardando i social network, ecc. Insomma, questo disturbo nasce a causa di una cattiva postura e delle posizioni inappropriate che assumiamo durante la nostra quotidianità.

Sintomi del tech-neck

Come possiamo vedere, il tech-neck è causato dall’inclinazione ricorrente che facciamo con il collo quando guardiamo il nostro cellulare (o un altro dispositivo tecnologico). È una pratica che può portare a veri e propri fastidi a livello fisico. I sintomi più caratteristici del tech-neck sono dolore al collo e rigidità, cattiva postura, mal di testa e mal di schiena.

Può anche causare altre patologie, come tendinopatia o tendinite (un disturbo del tendine che provoca dolore che peggiora con il movimento, nonché infiammazione e deterioramento della sua funzione). Questo disturbo può portare a disfunzioni del sistema neuromuscoloscheletrico a livello cervicale.

Se la colonna vertebrale non funziona correttamente, l’allineamento articolare può risultare alterato, causando disturbi come ernia del disco, cervicoartrosi, contratture e altri sintomi sopra menzionati.

Altri disturbi correlati

Oltre al tech-neck, l’uso eccessivo del pollice può produrre stress articolare e generare altri due tipi di disturbi: uno, chiamato tenosinovite di Quervain (un tipo di infiammazione), e l’altro, la rizartrosi del pollice, che è un tipo di artrosi che colpisce chi lavora nella sartoria.

L’allerta dei fisioterapisti

I fisioterapisti avvertono che non bisogna assolutamente sottovalutare la sindrome del tech-neck, anche perché si sta diffondendo sempre di più. Mónica Rodríguez, fisioterapista e vice-preside del Collegio dei Fisioterapisti della Catalogna, spiega che sempre più persone si recano dal medico per questo motivo, ma anche per altre malattie tecnologiche derivate dall’uso prolungato e inappropriato di smartphone, tablet, laptop e computer.

Come evitare il tech-neck?

Come possiamo evitare il tech-neck? Gli esperti raccomandano alcuni suggerimenti per evitare la comparsa di questa e altre malattie tecnologiche:

  • Posizionare lo schermo del cellulare, tablet o computer in una posizione leggermente più bassa rispetto agli occhi: questo aiuterà i nervi cervicali a stare in una posizione neutra, non flessa.
  • Mantenere una postura diritta senza forzare la schiena.
  • Durante la messaggistica, dare la priorità ai messaggi vocali rispetto a la scrittura.
  • Usare entrambe le mani per scrivere, mettendo il polso in posizione neutra.
  • Sedersi correttamente.
  • Ridurre il tempo di uso del telefonino.
  • Nel caso dei computer, posizionare la tastiera e il mouse in modo che il polso non si chiuda, cioè sostenendo gli avambracci e utilizzando un cuscino sotto il polso. Secondo gli esperti, idealmente la tastiera dovrebbe essere posizionata ad un livello inferiore all’altezza dei gomiti.
  • Se lavoriamo con il computer, riposiamoci ogni trenta minuti.
  • Eseguire allungamenti e stiramenti attivi che ci permettono di estendere il polso.
  • Fare degli allungamenti attivi della schiena.
Illustrazione sulla postura corretta.


Cambiare le piccole abitudini

La routine e le abitudini quotidiane condizionano gran parte della nostra salute. Come abbiamo visto, un atto così “banale” come guardare il cellulare può diventare controproducente per la salute del corpo, ma anche per la salute mentale, poiché uno dei sintomi del tech-neck è il mal di testa, ad esempio.

Logicamente, se modifichiamo questo tipo di postura e seguiamo una serie di suggerimenti, ma soprattutto se riduciamo il tempo d’uso del dispositivo, possiamo prevenire il tech-neck e altre «malattie tecnologiche», cioè causate dalla tecnologia. Tuttavia, se abbiamo già sviluppato la sindrome, è meglio che affidarsi a un professionista, in questo caso un fisioterapista, che ci aiuterà a ritrovare il benessere fisico e mentale.

“La salute del corpo e della mente è una grande benedizione, se siamo capaci di sopportarla.”

-John Henry Newman-

Potrebbe interessarti ...
Abitudini salutari secondo la scienza
La Mente è MeravigliosaRead it in La Mente è Meravigliosa
Abitudini salutari secondo la scienza

La scienza ha individuato una serie di abitudini salutari che con la ripetizione migliorano il nostro benessere ed edificano la base della nostra crescita.



  • Haneen, M. (2018). Effects of texting on neck muscle activity and neck flexion in college students. Honors Theses. 669.