Come uscire da un rapporto di coppia tossico

25 giugno 2016 in Psicologia 27 Condivisi

Un rapporto di coppia tossico. Si verifica ogni giorno e in tutto il mondo, non importa il Paese né i titoli di studio né l’età che si ha. Quasi senza sapere come, finiamo per cadere in rapporti in cui i nostri diritti in quanto persone vengono violati.

Diritto a scegliere, di essere noi stessi, di vivere con integrità e felicità. Perché succede? La verità è che quando parliamo d’amore, nessuno è  munito del manuale perfetto che offra tutte le risposte. Innamorarsi implica lasciarsi trasportare da una serie di emozioni così intense che è molto difficile, a volte, mantenere l’equilibrio e la prospettiva di quello che si verifica.

Risulta anche indicativo che una stessa persona possa vivere più di una relazione tossica durante la sua vita. Questo vuol dire forse che alcune persone hanno il profilo di “vittima”, di un individuo che può essere facilmente manipolato?

La verità è che non possiamo assicurarlo, in assoluto. Non dobbiamo nemmeno vedere la persona tossica solo nel “ruolo maschile” e la vittima nel “ruolo femminile”. Il manipolatore, la persona che soffoca, punisce e che maltratta può appartenere perfettamente ad entrambi i sessi. Vale la pene tenerlo in conto, nonostante, senza dubbio, siano più frequenti i casi di donne oggetto di abusi.

Vale la pena, dunque, conoscere le misure da adottare per uscire da questi rapporti tossici, per il nostro bene, per la nostra salute emotiva.

Perché non ci rendiamo conto di vivere un rapporto di coppia tossico?

Forse nella vostra cerchia sociale conoscete qualcuno che al momento attuale sta vivendo un rapporto di coppia tossico. Voi lo sapete, ma lui o lei non ne è consapevole. Non lo vede e, nonostante cerchiate di fargli/le capire che quello che sta vivendo non è normale, si rifiuta di ammetterlo.

Perché succede? Fondamentalmente per le seguenti dimensioni:

  • Pensiamo che il nostro partner possa cambiare, che quello che sta succedendo è temporaneo e, dato che ci ama, prima o poi la sua condotta migliorerà. Creiamo una visione “idealizzata” del partner che non corrisponde alla realtà.
  • La persona manipolata, a volte, presenta un’autostima molto bassa. Forse prima di iniziare questo rapporto era forte e sicura di sé, ma con il tempo è divenuta una persona debole, ferita, tanto da pensare che è questa la condiziona che le tocca vivere.
  • Spesso cadiamo nei ricatti. Forse ieri vi ha fatto piangere, vi ha umiliato, ma oggi vi ha chiesto scusa in lacrime e non potete ignorare questo gesto.
  • La paura della solitudine, dell’abbandono o del rifiuto. Nonostante si viva un rapporto di coppia tossico, pensiamo che è sempre meglio che stare soli. È una cosa che accade con frequenza, anche se sembra sorprendente.
  • Paura delle conseguenze se si lascia la persona: può esistere un chiaro timore di come reagirà la persona in questione. Forse vi è anche una componente violenta da tenere in considerazione

stella di natale in campo innevato

Strategie per uscire da un rapporto di coppia tossico

1. Prenderne coscienza: nessuno può superare un problema se prima non riconosce che c’è un “muro” nella sua vita. Bisogna tenerlo in conto, l’amore è la principale benda che copre i nostri occhi. A volte un amore così cieco ed incondizionato, nel quale ci è molto difficile riconoscere che ci stanno privando della nostra aria, della nostra integrità.

2. Dire “no” alla paura: la paura è la principale barriera che dobbiamo superare. Se vedete di non avere abbastanza forze, chiedete aiuto. Ad un amico, ad un collega, a quel familiare che vi sostiene sempre o a qualsiasi professionista di salute o ai servizi sociali. È chiaro che ogni coppia è un universo proprio e particolare, forse il vostro partner non è violento, ma nonostante ciò, avete paura di cosa ne sarà di voi senza di lui/lei. Tuttavia, a volte, la solitudine è di gran lunga migliore di rapporti di questo tipo.

3. Investite tutte le vostre energie su voi stessi. Avete passato molto tempo dipendendo da un’altra persona. Siete stati come un piccolo satellite che orbitava intorno ad un pianeta che non vi ha apportato nulla. È giunto il momento di muovervi, di trovare il vostro orizzonte personale e recuperare nuovi entusiasmi, che sono vostri e che tutti meritiamo.

Uscire da un rapporto tossico è possibile, richiede coraggio e grande autostima. Siamo tutti in grado di riuscirci, è alla portata delle nostre mani ed è l’opportunità di girare il pomo verso quella porta che vi aprirà una nuova felicità.

Immagini per genitle concessione di: Viaska, John Cotmann

Guarda anche