Vivere con meno rimpianti

Vivere una vita senza rimpianti ed essere giusti e gentili con se stessi è possibile seguendo alcune strategie.
Vivere con meno rimpianti

Ultimo aggiornamento: 18 novembre, 2021

Il rimpianto di solito appare in risposta alla discrepanza tra le decisioni e le aspettative. In altre parole, abbiamo un rimpianto quando qualcosa non va secondo i piani, quando si commette un errore e, soprattutto, quando si perdono delle opportunità.Ma è possibile vivere con meno rimpianti?

Per esempio, il rimpianto può manifestarsi quando le nostre decisioni si sarebbero dovute basare su criteri morali più rigorosi o che avremmo dovuto orientare le nostre azioni orientate ad adempiere a un qualche dovere sociale. Allo stesso modo, quando non si ha avuto il coraggio di prendere decisioni che comportano rischi.

Sembra inevitabile provare questa sensazione a un certo punto della nostra vita. Tuttavia, se consideriamo le strategie proposte in questo articolo, è possibile vivere con meno rimpianti e sensi di colpa.

Strategie per vivere con meno rimpianti

1. Amare e accettare se stessi

Lasciare che il rimpianto cresca in sé può essere un riflesso della tendenza a giudicarsi troppo aspramente. Tutti commettiamo degli errori, e questo non ci squalifica come esseri umani. Dobbiamo provare a essere gentili con noi stessi, così come lo siamo con gli altri, e non pensare di continua a quello che non si può cambiare.

Le nostre decisioni si sono basate sulle informazioni a propria disposizione in quel momento. Oggi potremmo avere più esperienza e pensiamo in modo più chiaro. Ciò potrebbe farci pensare che avremmo dovuto agito diversamente.

Tuttavia, bisogna tener presente che la persona di oggi si è formata grazie a quelle decisioni di cui potremmo pentirci. Accettare se stessi vuol dire accettare anche le versioni del proprio “io” passato.

Mano che offre un cuore.

2. Vivere il presente

Il senso di colpa derivato dal rimpianto, come limite e perdurante nel tempo, è solitamente associato a un legame dannoso con il passato e con il futuro che potrebbe derivare dall’aver preso altre decisioni. Quindi, è il presente che viene escluso dalla nostra mente quando ci rimproveriamo.

Vivere il presente e godersi i momenti semplici della quotidianità può essere utile per rompere questo rapporto dannoso con il passato. Se non lo facciamo, ci pentiremo in futuro di aver perso momenti speciali della nostra giornata.

3. Esprimere le proprie emozioni

Imparare a esprimere le nostre emozioni ci permetterà di condividere con gli altri come i sentimenti di rimpianto ci influenzano. Questo può consentirci di ricevere il supporto necessario per superare le percezioni negative associate a questo senso di fallimento e colpa.

D’altra parte, saper esprimere emozioni e desideri in tempo aiuta a vivere senza pentimenti. Dire ai nostri amici, familiari o partner quanto li amiamo e quanto sono importanti per noi favorirà relazioni più sane e durature. Allo stesso modo, esprimere la propria gratitudine ci renderà più consapevoli di quello che ci circonda e di essere in pace con se stessi.

È altrettanto importante esprimere rabbia o dispiacere, sempre in modo assertivo e rispettoso. Molte volte i nostri rimpianti provengono da situazioni in cui agiamo in base a ciò che gli altri si aspettavano e non dall’esercizio della nostra autonomia. Imparare a dire “no” è una parte essenziale.

4. Imparare a correre dei rischi per vivere con meno rimpianti

Un motivo ricorrente del senso di colpa che genera il rimpianto è aver perso delle occasioni per paura di correre dei rischi. La paura del fallimento spesso ci induce in uno stato di inazione che porta solo al conformismo, alla passività e all’apatia.

È normale voler evitare i rischi e prendere sempre le strade più sicure. Tuttavia, ci sono momenti in cui vale la pena immergersi in profondità in una situazione e rischiare di agire. Alcuni, tuttavia, possono celare un’opportunità.

In questo caso può anche essere importante ricevere supporto e consigli dai propri cari per adottare prospettive diverse e prendere la decisione che meglio corrisponde ai propri desideri. Oltre a ciò, osare con le novità (attività, pasti, film, ecc.) riempirà le nostre vite di esperienze arricchenti.

5. Valutare i propri risultati

Probabilmente se confrontiamo ciò di cui ci rammarichiamo con ciò di cui siamo orgogliosi, ci accorgiamo di aver preso decisioni molto sagge in diversi momenti della nostra vita. Abbiamo commesso errori, come tutti, ma anche quelli ci hanno permesso di diventare quello che siamo oggi.

Felice donna sorridente.

6. Senso dell’umorismo per vivere con meno rimpianti

Dovremmo sempre ricordare che molte situazioni che vanno male alla fine si trasformano in aneddoti o punti in grado di mostrare il valore della nostra crescita. Poter ridere dei propri errori in molti casi ci renderà più consapevoli di essi e ci aiuterà a superarli. L’uso positivo dell’umorismo è legato alla socialità, all’affetto e all’apertura alle novità.

Potrebbe interessarti ...
Non ho più l’età per avere rimpianti
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
Non ho più l’età per avere rimpianti

Qualcosa dentro di noi si sveglia per dirci che non abbiamo più l’età per avere rimpianti, per gli abbracci a metà, per le mezze intenzioni



  • Aidan Feeney, Eoin Travers, Eimear O’Connor, Sarah R. Beck & Teresa McCormack (2018) Knowing when to hold ‘em: regret and the relation between missed opportunities and risk taking in children, adolescents and adults, Cognition and Emotion, 32:3, 608-615, DOI: 10.1080/02699931.2017.1326373
  • Katherine Gasdaglis (2021) Moral regret and moral feeling(s), Inquiry, 64:4, 424-452, DOI: 10.1080/0020174X.2019.1592701