4 falsi miti sulla perfetta relazione di coppia

· 11 dicembre 2015

Le relazioni di coppia sono spesso influenzate dai messaggi con cui veniamo bombardati, e che ci dicono come “dovrebbe essere” la nostra relazione. Queste idee sono ormai diventate parte di noi, e a volte non le mettiamo più nemmeno in discussione.

La letteratura, il cinema, la musica, la televisione, le pubblicità: l’immagine della relazione di coppia “ideale” è ovunque. Molte di queste immagini entrano a far parte della nostra stessa idea di come dev’essere una relazione e, quindi, del nostro comportamento.

Sono immagini che contribuiscono alla creazione di aspettative che non corrispondono alla realtà, e che ci causano frustrazione quando le cose non vanno come speravamo.

Ecco alcuni falsi miti più comuni!

1. La nostra anima gemella esiste e saremo completi solo quando la incontreremo

Credere nell’esistenza dell’altra metà di noi è molto comune. Pensiamo che esista una persona che ci completerà, con cui staremo per sempre e insieme alla quale raggiungeremo la vera pienezza.

Ma cercare in qualcun altro la nostra completezza è un errore. Credere a un’idea simile scarica tutta la responsabilità sull’altra persona, quella che, in teoria, dovrebbe “completarci”.

L’amore pieno e perfetto non esiste, e pretendere che ci sia ci causerà soltanto frustrazione, il che porterà infelicità e problemi nella coppia.

Al primo segnale di conflitto o alla prima divergenza nella coppia crederemo di non stare con la persona giusta, mentre questi scontri sono perfettamente normali. Questo ci porterà a credere che non proviamo più gli stessi sentimenti e ci farà vedere la relazione come un problema, portandoci spesso a scegliere la strada più facile, vale a dire quella della rottura.

Quando non sappiamo che cosa fare, crolliamo e decidiamo di rompere una relazione che invece potrebbe rafforzarsi, andare avanti e maturare, affrontando insieme le situazioni che costituiscono una sfida.

Avere una relazione di coppia salutare non significa sentirsi sempre soddisfatti, è inevitabile che ci siano momenti di difficoltà che mettono alla prova l’impegno e la comunicazione. Solo in questo modo la relazione può consolidarsi e maturare.

coppia2

2. Il mio partner deve sapere che cosa voglio, senza che ci sia bisogno che glielo dica

Questa è un’altra idea molto diffusa, e non tutti si rendono conto del fatto che si tratta, in realtà, di una credenza assurda e poco realistica.

A volte crediamo che il partner sia un indovino e debba sapere tutto ciò di cui abbiamo bisogno, tutto ciò che vogliamo e che ci aspettiamo da lui o da lei, senza che ci sia bisogno di dirglielo. Se non se ne accorge, quindi, ci arrabbiamo, e diamo così il via a una serie di conflitti che deteriorano la relazione.

Ma quando non esprimiamo i nostri bisogni e pretendiamo che il partner li capisca da sé, ci stiamo solo avvelenando poco a poco da soli.

3. La sessualità nella coppia dev’essere spontanea

Le false credenze su come devono essere i rapporti sessuali all’interno della coppia sono un altro punto che ci fa cadere in molti falsi miti.

L’idea romantica per cui tutto deve fluire in modo naturale nel momento perfetto è solo una favola che non ha niente a che vedere con la realtà. Per avere una sana relazione sessuale, è necessaria la comunicazione: bisogna parlare apertamente dei propri gusti, opinioni e credenze su questo aspetto.

Si può imparare insieme, per far evolvere il rapporto sessuale nella coppia. Si possono fare nuove proposte, portare qualche novità ogni tanto, e far scattare la scintilla della passione ogni volta che possiamo, sempre rispettando i tempi e le necessità dell’altro.

A volte la vita di coppia richiede che ci sia una pianificazione dei rapporti sessuali, a causa di fattori come la stanchezza, il poco tempo o gli impegni di una famiglia con dei bambini.

Se aspettiamo che alcune situazioni si verifichino solo in modo spontaneo, staremo di nuovo reprimendo le nostre necessità. E così, poco a poco, la relazione si raffredderà e diventerà monotona.

coppia3

4. L’amore basta per risolvere tutti i problemi della coppia

L’amore è necessario, ma non sufficiente per far sopravvivere una relazione di coppia. Ci sono molti altri fattori da considerare, tra cui, prima di tutto, l’impegno e la cura di entrambi nei confronti della relazione.

I conflitti sono naturali nella coppia, e nascono man mano che la relazione matura. Possono essere sani, se vengono affrontati con rispetto e onestà.

Ci sono relazioni in cui c’è molto amore, ma se nessuno se ne prende cura, per i motivi più diversi, la relazione crollerà per forza. Non può sopravvivere se quell’amore non ha la stessa importanza per entrambi e se non c’è un impegno reale, per cui l’altra persona diventa la nostra priorità.

Questi falsi miti fanno parte delle credenze più radicate in noi su come dovrebbe essere una relazione di coppia e, anche dopo aver riflettuto su di loro, potrebbero essere difficili da assimilare e da sradicare. Uscire da questo ragionamento automatico e vedere la relazione di coppia con occhi diversi richiede sforzo e impegno personale.