Ambizione nella società attuale: virtù o difetto?

· 2 Gennaio 2019
L'ambizione ha una doppia faccia, alcuni la condannano e altri la esaltano. Ma come è vista nella società attuale?

Con il tempo, la cultura ha sollevato numerosi paradossi riguardo all’ambizione. Alcuni la esaltano e altri la condannano. Ma come è vista l’ambizione nella società attuale? È un pregio o un difetto da correggere?

L’ambizione nella società attuale presenta una doppia faccia. Indispensabile per raggiungere il successo, al giorno d’oggi rappresenta l’opposto della rassegnazione. Ma cosa è davvero l’ambizione?

Il Dizionario Treccani definisce l’ambizione come “sentimento di chi ambisce, desiderio vivo, aspirazione a qualche cosa: onori, cariche, dominio”.

Ma l’ambizione nella società attuale, come anche nella storia, ha sempre avuto un aspetto positivo e uno negativo. Da un lato, rappresenta l’aspirazione a raggiungere una meta difficile, mentre dall’altro evidenzia la banalità di alcuni obiettivi.

Esiste anche un altro modo per considerare l’ambizione, basato sulla mancanza o sull’eccesso. La mancanza di ambizione porta al conformismo e blocca la crescita e l’evoluzione. Al contrario, l’eccesso può portare a superare i limiti e a eliminare ogni scrupolo. Cerchiamo di approfondire questo concetto.

La mancanza di ambizione e il conformismo

Spesso riceviamo messaggi che fomentano l’accettazione della realtà così com’è. Si tratta di riflessioni che invitano alla rassegnazione. A volte sono messaggi positivi, ad esempio quando aiutano ad accettare una situazione inevitabile come la morte di una persona cara.

Mancanza ed eccesso di ambizione

Tuttavia, in altre circostanze lo stesso messaggio può essere pericoloso. Ad esempio quando è dettato da atteggiamenti autoritari o eccessivamente timorosi. Ogni essere umano cerca di raggiungere il benessere, per cui non è normale accettare tutto con rassegnazione.

La paura, la mancanza di sicurezza o l’eccessiva dipendenza sono alcune delle cause del conformismo. Le persone che rinunciano all’ambizione diventano pertanto individui convenzionali. Alcune linee di pensiero, inoltre, considerano l’obbedienza come un mezzo di controllo della popolazione

In sintesi, la mancanza di ambizione nella società attuale viene vista come una rinuncia al cambiamento. Di conseguenza, chi non è ambizioso accetta ciò che offre la vita e non desidera andare oltre.

L’eccesso di ambizione e l’avidità

Opposto all’atteggiamento appena descritto, l’eccesso di ambizione può trasformarsi in avidità e cupidigia. In molti casi si manifesta con un desiderio smodato di successo e ricchezza. La persona avida è come un pozzo senza fondo: niente la soddisfa del tutto. Desidera sempre qualcosa di più ed è destinata all’insoddisfazione cronica.

L’avidità è un sentimento tossico. Oltre ad avvelenare la vita alla persona che lo prova, crea situazioni insopportabili per chi la circonda. La cupidigia non conosce ostacoli perché è un desiderio irrefrenabile. Spesso viene associata all’idea che il fine giustifica i mezzi. L’importante è raggiungere obiettivi sempre più alti, senza alcuno scrupolo.

Eccesso di ambizione e avidità

Le persone vittime dell’avidità spesso si sentono inferiori. In realtà non lo sono, ma sono convinte di patire qualche carenza. Per questi individui, il vuoto è insopportabile e cercano di riempirlo accumulando in maniera ossessiva.

L’ambiguità dell’ambizione nella società attuale

Al giorno d’oggi esiste una certa ambiguità riguardo al concetto di ambizione. È meglio coltivarla o combatterla? E se decidiamo di coltivarla, quali dovrebbero essere gli obiettivi? Qual è la forma corretta di gestirla, alimentarla, orientarla…?

L’ambizione è come i grandi sogni della vita. È una forza che aiuta a prendere decisioni e ad affrontare percorsi difficili. Da questo punto di vista, può essere considerata una virtù perché fomenta nell’individuo il desiderio di migliorare. Si tratta della sorgente da cui sono nate le grandi conquiste dell’uomo.

Un’ulteriore dualità dell’ambizione nella società attuale consiste nell’oggetto del desiderio. Alcuni propositi possono essere costruttivi, mentre altri si basano sull’egoismo o l’ossessione. In entrambi i casi, l’ambizione è necessaria per il raggiungimento della meta.

Ambizione per raggiungere gli obiettivi

In conclusione, possiamo affermare che non è positivo fomentare gli atteggiamenti passivi e conformisti. Si tratta di condotte che alimentano l’insicurezza e sminuiscono gli sforzi. Ma anche l’avidità e il desiderio sfrenato per obiettivi irraggiungibili sono atteggiamenti negativi.

Forse l’ideale sarebbe imparare a gestire l’ambiguità dell’ambizione. Riflettere sugli obiettivi e sul modo più corretto per raggiungerli potrebbe essere un buon punto di partenza.