Anche la lettura dà senso all’esistenza

· 20 gennaio 2016

Io sono molte cose, sono qualcuno che impara a vivere con umiltà, arricchendosi ogni giorno. Sono chi cammina lungo un sentiero complesso chiamato esistenza, cercando di imparare dai miei errori, dai miei trionfi.

Mi circondo di persone care, apprezzo il qui e l’adesso, mi concedo dei permessi, mi permetto dei capricci e abbraccio con forza la mia realtà, oltre a deliziarmi in mille delle mie notti con la lettura, per vivere altre vite, per indossare altre scarpe. Perché anche i libri fanno parte della mia esistenza. 

La lettura è una forma di felicità, solo alla portata delle menti più libere. Quelle capaci di svestirsi dei loro problemi quotidiani per attraversare la serratura della conoscenza, della passione, della delizia e del più sublime dei misteri.

Chi ama la lettura adora l’odore dei libri, e chi adora leggere gira sempre con tristezza l’ultima pagina di quel pezzo unico che ha appena terminato. Ebbene, quella pena non è permanente, perché per ogni romanzo terminato, ci sono altri mille mondi che ci aspettano, in quelle pagine tinte di una marea di lettere.

Siete le vostre esperienze e tutte le vostre letture

donna nella tazza e uomo che spia

Avevate dubbi? Da avidi lettori quali siete, dovete sapere che la vostra identità, la vostra personalità e la vostra ragion d’essere non sono state forgiate solo dalle vostre esperienze. Anche le vostre ore di lettura vi hanno scolpiti, fino a formare la persona autentica che siete diventati.  

La lettura è un mondo che si affaccia a molteplici finestre. Chi è curioso e si avvicina a tutte queste, per osservare con calma, otterrà un insegnamento per la vita, che non lascia tracce di dolore, ma impronte di conoscenza.

Se c’è qualcosa che avete ben chiaro, è il modo in cui vi siete appassionati ai libri e alla lettura. Forse perché vedevate sempre molti libri a casa vostra, perché i vostri genitori vi dicevano di leggere. È probabile che siate rimasti incantati per sempre da un titolo in particolare e che, in qualche modo, è proprio questo ad avervi aperto le porte verso il piacere indiscutibile della lettura.

Difatti, è comune ricordare con affetto i primi racconti d’infanzia o di adolescenza. Scoperte indimenticabili, che hanno fatto di noi quello che siamo. Sappiamo che ci piace leggere, che la nostra casa è ormai piccola rispetto ai torrenti di romanzi che possediamo, dove il tempo e la polvere non possono privarli del loro splendore, ma…. Avete mai pensato a tutto quello che fanno i libri per voi?

  • La lettura è una forma di libertà quotidiana, che ci offre rifugio dallo stress e dalle preoccupazioni.
  • Leggere è un modo efficace per accumulare riserve cognitive. Un domani disporremo di un cervello pieno di molteplici connessioni, tanto forte come il migliore dei muscoli, capace di ridurre l’impatto di una possibile demenza.
  • Il piacere della lettura è la più grande eredità che possiamo offrire ai nostri figli.
  • I libri ci strappano lacrime, sorrisi e ci infondono anche il piacere del terrore, ma siamo grati di tutte queste intense emozioni, perché sono una forma di vita. Fanno parte della nostra esistenza.
  • Molti pensano che chi passa le sue giornate a leggere fugge dalla realtà. Non è così. Chi non legge fugge dalla conoscenza e diventa schiavo dei suoi propri limiti. 
bambina legge in mezzo alla strada

Leggete anche: 9 libri di psicologia da non perdere

La lettura è un’eccellente terapia quotidiana

Tutti proviamo un vuoto dentro, tutti attraversiamo momenti difficili e sperimentiamo dubbi esistenziali che non sempre possono essere risolti dalle persone che ci circondano. I libri sono una fonte accessibile a molte di queste questioni, e possono servirci come autentici strumenti terapeutici.

Se siete in dubbio, se avete sete di conoscenza, non limitatevi a cercare la risposta in un solo libro. Ricorrete a tutti quelli che avete a vostra portata, affinate il vostro senso critico. A volte non esiste un’unica verità, ma quella di cui abbiamo bisogno in un determinato momento.

La lettura è un modo per mettere in discussione noi stessi. A volte metterci nei panni di altri personaggi ci aiuta a pianificare situazioni, critiche e atteggiamenti.

La vita ci offre esperienze e insegnamenti, ma i libri sono bauli di conoscenza quotidiana, dai quali estrarre informazioni, dati e, soprattutto, emozioni.

  • Tutte le emozioni provate tra le pagine di un libro lasciano un’impronta nel nostro cervello, che dura per sempre. Ci insegnano, ci scuotono e ci obbligano a vedere la realtà sotto una prospettiva differente.
  • Leggere è un invito a vivere. E questo è uno dei suoi doni terapeutici; può liberarci dalla nostra tristezza quotidiana, per farci provare curiosità per cose che, fino ad ora, non avrebbero mai attirato la nostra attenzione.  

I libri aiutano i bambini a maturare e gli adulti a tornare bambini. Sono una chiave da conservare in borsa quando siamo sull’autobus; sono i nostri amici da comodino e i compagni ideali nelle notti di tormenta.

bambina, gufi, scoiattoli e topi

La lettura apre gli occhi, attiva la mente e fa vibrare il cuore, è l’eredità più nobile lasciata dall’umanità, trasmessaci dai nostri antenati, e che noi stessi dovremmo trasmettere ai posteri. È un’avventura appassionante, che non finisce mai.

Immagini per gentile concessione di Jonathan Bean, Vittorio Giardino