Avere carattere: la motivazione interiore per fare ciò che è corretto

8 ottobre 2017 in Psicologia 3128 Condivisi

Avere carattere è la più importante di tutte le virtù, ma richiede coraggio, onestà e lealtà verso sé stessi. Solo così potremo dormire con la coscienza tranquilla, facendo sempre la cosa giusta, e non quella più facile, non quella che altri indicano o desiderano. Il carattere è, dunque, un atteggiamento mentale eccezionale e l’essenza della nostra personalità.

Spesso si dice, un po’ alla leggera, all’acqua di rose, che taluno non ha carattere e talaltro non ha un carattere abbastanza forte. Per non parlare di chi afferma che l’elemento più interessante in una persona, al di là del mero aspetto fisico, è il carattere. Tutto ciò ci porta a pensare che ci troviamo dinanzi ad una dimensione molto rilevante, attraverso la quale categorizziamo le persone.

“La conoscenza ti darà potere, ma il carattere ti darà rispetto”

– Bruce Lee-

Pensare che carattere e personalità siano la stessa cosa è un errore molto comune. Non è così. In psicologia, il carattere unisce una parte del fondamento della personalità con temperamento e attitudini. In effetti, gran parte degli psicologi che si dedicano allo studio di questa interessante dimensione della personalità ci spiega che influisce, e molto, nel resto delle dimensioni psicologiche.

È, per così dire, la quintessenza del nostro essere.

Avere carattere vuol dire essere coraggiosi

Il carattere è la nostra volontà educata

Abbiamo tutti punti forti nel nostro carattere, virtù interne che vengono fuori quando ne abbiamo bisogno. Tuttavia, da dove vengono? In che modo si costruisce questo artefatto psicologico affascinante come il carattere? Potremmo avventurarci a dire che è una sottile combinazione tra i nostri geni, l’ambiente in cui siamo cresciuti e il risultato delle esperienze vissute. Ma più di questo, bisogna dire che vi è un elemento ancora più edificante. Un’ispirazione, perfino.

Il carattere di una persona non si configura in un paio di giorni. C’è una certa volontarietà, un risveglio in cui la persona, prima o poi, prende (o dovrebbe prendere) coscienza dei propri rigidi schemi di pensiero, di quegli atteggiamenti limitanti impiantati durante l’educazione, e perfino quei “codici a barre” invisibili che la stessa società imprime nelle nostre menti per condizionarci.
Condividere

Il carattere è anche una scelta personale, una forza accumulata in cui possiamo finalmente osare essere reazionari, valutare le nostre essenze e individualità sapendo che cosa è giusto in ogni momento e agire in base a ciò. Lo stesso Aristotele disse che questa dimensione unisce dovere morale da una parte e inclinazioni personali dall’altra. Assieme, essi dovrebbero avere un unico proposito: agire secondo la nobiltà, secondo ciò che è giusto. Solo così si assicura la nostra dignità, la nostra integrità e il benessere della società stessa.

“Il carattere e la forza personale sono gli unici investimenti che valgono qualcosa”.

-Walt Whitman-

Avere carattere nella vita

Avere carattere: tre pilastri

Abbiamo capito che ognuno è responsabile del proprio carattere. Autori e grandi esperti del tema, come Renne le Senne o Gaston Berger, ci dicono che il nostro carattere non si mostra in maniera definitiva né durante l’infanzia né durante l’adolescenza. Con il tempo,infatti, i nostri valori, sentimenti e attitudini si consolidano in questa complessa sintonia.

Per questo motivo, è sempre il momento giusto per cominciare a “limare” alcuni bordi del nostro carattere o di valorizzare alcune dimensioni che ci permetterebbero di agire molto meglio nel nostro quotidiano.

“Intelligenza e carattere: questa è la meta della vera educazione”

-Martin Luther King-

Molti autori indicano, dunque, che la formazione del nostro carattere dipende da come interpretiamo, affrontiamo o ci poniamo in relazione a tre dimensioni piuttosto concrete, che descriveremo a seguire.

I tre pilastri del carattere

Emotività

L’emotività si riferisce a quella capacità che ci è propria e grazie alla quale generiamo determinate emozioni in base a determinati stimoli. Plasma anche la nostra sensibilità e il modo in cui reagiamo alle emozioni altrui. Da questa dimensione emerge che non tutti reagiamo allo stesso modo dinanzi alle stesse cose e, analogamente, questa differenza, questa sfumatura, dà forma al nostro carattere.

Ci sono caratteri freddi incapaci di reagire al dolore altrui, e ci sono caratteri più sensibili che, per esempio, non esitano a mettere la propria vita a repentaglio per aiutare gli altri.

Attività

Ognuno guida sé stesso e agisce in base a valori, principi che vengono interiorizzati e assimilati. Tuttavia, e qui interviene una delle sfumature più interessanti relative al carattere, non tutti siamo capaci di reagire a ciò che consideriamo ingiusto o contrario al nostro sistema di valori.

Ad esempio, se lavoriamo in un ristorante in cui avanza molto cibo, adotteremo determinati comportamenti affinché quell’eccesso non vada nella spazzatura, bensì a persone che ne hanno bisogno. Tuttavia, c’è anche chi opta per l’immobilismo, per distogliere lo sguardo e non attirare l’attenzione, limitandosi a comportarsi come gli altri pur sapendo che non è giusto.

La risonanza

In ultimo, una dimensione basilare per capire come si costruisce il carattere è la risonanza. Si riferisce al tempo che impieghiamo a reagire quando vediamo o proviamo determinate cose. Per esempio, se siamo appena usciti da una relazione infelice e dipendente. Dopo alcuni mesi, conosciamo una persona che ha quasi la stessa personalità abusiva del nostro precedente partner.

Ci saranno persone con bassa risonanza che non sono ancora riuscite a interpretare o a reagire alle precedenti esperienze per trarne un insegnamento. In questo modo, ripeteranno irrimediabilmente gli stessi errori, lasciandosi trascinare dagli eventi, senza costruire un carattere con maggiore dignità, forza, o perfino più sano.

avere carattere e la risonanza

Per concludere, come si è detto all’inizio, avere carattere è la più importante delle nostre virtù. Grazie ad esso, manteniamo l’equilibrio tra le ondate delle avversità, grazie ad esso ci alziamo dal letto ogni giorno sentendo di essere più forti, coraggiosi e preparati per fare ciò che consideriamo giusto, sempre.

Investiamo, dunque, tutte le nostre energie per costruire un carattere che ci permetta di essere più liberi e, più di tutto, felici.

Guarda anche