Il colore delle pareti e la salute emotiva

3, dicembre 2015 in Curiosità 1327 Condivisi

Se ci pensate, quasi tutti noi esseri umani passiamo buona parte della nostra vita circondati da pareti. In casa, in ufficio, in un hotel o in qualsiasi altro edificio.


Il colore è un mezzo per esercitare sull’anima un’influenza diretta. Il colore è il tasto, l’occhio il martelletto che lo colpisce, l’anima lo strumento dalle mille corde.”

-Wassily Kandinsky-


Non c’è dubbio sul fatto che l’ambiente fisico incida su come funziona il pensiero umano e su come sono organizzate le emozioni. Anche se non si direbbe, anche le pareti ci parlano.

Il colore

acqua-colorata

La percezione del colore è un processo in gran misura soggettivo. I colori non esistono in quanto tali. Si formano all’interno del cervello partendo dalla decodifica dei segnali emessi dalla luce sugli oggetti. Ma a parte quest’aspetto, i colori possono essere percepiti in maniera diversa a seconda dello stato d’animo in cui ci si trova.

Alcune forme di depressione portano la persona a vedere una sorta di alone scuro intorno alle cose che guarda. In altre condizioni, come nel caso della schizofrenia, un soggetto può arrivare a vedere un colore deformato, incandescente o tremolante.

Allo stesso modo, il colore può provocare sensazioni e spingere verso determinati stati emotivi. È stato provato come il colore abbia effetti sulla salute stessa, poiché è capace di attivare o inibire i processi biochimici e ormonali.

Le pareti e gli effetti dei colori

Il colore delle pareti è un fattore che può contribuire a stimolare o a stabilizzare le nostre emozioni. L’ideale sarebbe poter cambiare il colore dei muri di frequente, ma siccome è altamente improbabile, quello che si consiglia di fare è non utilizzare un colore omogeneo.

Delle quattro pareti di una stanza, due possono essere dipinte in un modo e due in un altro oppure tre di un colore e l’ultima di un altro o ancora ognuna di un colore differente, se l’equilibrio estetico finale non lo rende impossibile.

Il fatto di essere influenzati da vari colori contemporaneamente può essere un’alternativa piacevole, oltre ad avere un’influenza molto positiva sul nostro stato d’animo. Un’altra interessante opzione è quella dei murales, specialmente se rappresentano scene naturali come campi verdi o il mare.

interno-stanza

Effetti sulle emozioni

Ciascun colore incide in maniera diversa sulle nostre emozioni. Se alcune tonalità possono essere stimolanti, altre hanno proprietà calmanti. Scopriamo insieme gli effetti che i principali colori hanno sull’anima:

  • Bianco. È un colore neutro che porta luce e una sensazione di ampiezza all’interno della stanza. Il suo effetto sull’anima è di tranquillità e freschezza. Aiuta la concentrazione e consente ai muri di passare quasi inosservati. È indicato per coloro che si trovano in uno stato di forti disturbi emotivi.
  • Verde. È un colore rilassante e serve a favorire l’espressione di sentimenti di fiducia e benessere. Si usa molto negli ospedali, per questi effetti in particolare. È consigliato se si vuole diminuire l’angoscia e ridurre l’attività del corpo quando è eccessiva. Se gli spazi sono piccoli, si consiglia di usare un verde delicato.
  • Blu. È una tonalità che aiuta a diffondere una sensazione di pace e concordia. È un colore mentale, e contribuisce ad armonizzare le relazioni all’interno di ambienti altamente conflittuali. Deve essere utilizzato con misura, poiché in misura eccessiva porta all’apatia e all’inappetenza. Si consiglia di optare per i toni del blu ceruleo o il turchese chiaro.
  • Giallo. Si tratta di un colore energetico che aiuta a superare la paura, a combattere la depressione e ad incrementare la sicurezza. È particolarmente indicato per coloro che stanno attraversando un periodo di lutto o che soffrono di malinconia. Il giallo favorisce l’azione e stimola l’ottimismo. Qualsiasi tonalità è adeguata.
  • Rosso. Sulle pareti, il rosso va utilizzato con estrema cautela. Qualsiasi eccesso di questa tonalità può essere causa di inquietudine e stimolare il presentarsi di sentimenti aggressivi. Il rosso è infatti stressante, per cui si consiglia di includerlo solamente con piccoli elementi decorativi oppure sulle pareti di corridoi e altri spazi in cui non si debba sostare molto tempo.

Immagini gentile cortesia di Pascal Campion e Art Exchange

Guarda anche