Dove vanno a finire i nostri sogni perduti?

7 luglio 2015 in Psicologia 0 Condivisi

Sfortunatamente nessuno di noi viene al mondo munito di un manuale d’istruzioni che ci indichi quale strada dobbiamo prendere in ogni momento. Una guida specifica per ottenere il successo e raggiungere i nostri obiettivi. Veniamo al mondo camminando a tentoni e con gli occhi bendati e, giorno dopo giorno, iniziamo a vedere la luce nel nostro cammino, a base di successi, ma anche di sconfitte.

Ma è davvero una sconfitta non aver realizzato alcuni dei nostri sogni? No di certo. Di sicuro si sono aperte altre possibilità, abbiamo preso altre strade che ci hanno portati a essere quelli che siamo oggi. Ma la vera domanda è: quei sogni perduti ci hanno lasciato un vuoto, un sassolino che non riusciamo a toglierci dalla scarpa?

Una delusione d’amore, un’aspirazione personale come un viaggio, ottenere un lavoro, svolgere una certa attività… Dove vanno i nostri sogni perduti? Dove sono andate a finire quelle strade che non abbiamo mai percorso?

Un’unica scelta, una sola strada?

Sono molte le persone che ogni giorno si alimentano di nostalgia. Persone che guardano di continuo al passato, alle occasioni perdute, ai sogni che non hanno raggiunto. Ma questo atteggiamento rappresenta un grosso rischio. Se diventiamo ossessionati dal passato, perdiamo di vista il presente.

Probabilmente il fatto di non aver portato a termine alcuni dei nostri sogni è dovuto principalmente al fatto di essere incappati in altre opportunità, altre occasioni lungo il nostro percorso. Forse il vostro sogno era andare ad abitare in quel paese che avete sempre amato. Ma magari poi avete conosciuto qualcuno e la quotidianità della famiglia ha fatto sì che quell’idea svanisse poco a poco, come un disegno a matita che si cancella con il passare degli anni.

Forse sognavate di studiare e di specializzarvi in un certo abito, ma alle volte la mancanza di risorse non ci permette di fare ciò che vorremmo. Questo è frustrante e fa sì che ci chiediamo se il fatto di prendere una determinata strada sia determinato davvero dalla nostra volontà o da circostanze esterne, che possono allontanarci dai nostri sogni. Abbiamo una sola strada, una sola scelta? Dobbiamo chiedercelo sinceramente, perché è possibile che in realtà siamo noi stessi a porci dei limiti, per colpa della paura o dell’indecisione. Che cosa vi impedisce, oggi, di raggiungere quei sogni che un tempo avevate? Forse quel treno è ancora fermo in stazione e vi sta aspettando…

L’importanza di cercare i nostri sogni

I sogni perduti svolazzano come falene intorno a una luce: se si avvicinano troppo, rischiano di bruciarsi le ali e di cadere. Forse la pensate così. Forse, per un motivo o per l’altro, ormai vi è impossibile tornare ad avere l’opportunità di realizzare i sogni che avevate un tempo. Ma l’importante, senz’altro, è continuare ad entusiasmarsi ogni giorno: dobbiamo avere sempre la possibilità di creare nuovi sogni, che ci aiutino ad apprezzare il presente, a porci nuovi obiettivi ed emozionarci di nuovo.

Forse, però, esiste un modo per riuscire a riacchiappare quei sogni incompiuti del passato. Se vi siete lasciati sfuggire qualcuno che amate ancora, non è mai troppo tardi per prendere il telefono e chiamarlo. Oggi, grazie ai social network e alla tecnologia, abbiamo più possibilità che mai per ritrovare le persone che abbiamo perso lungo il cammino. Se sognavate di fare un viaggio, non lasciate che niente e nessuno vi taglino le ali. Se volevate studiare, praticare uno sport, scalare una montagna, scrivere un libro, ballare in mezzo alla strada, non esitate. Non importa se è un’aspirazione seria o una semplice follia. Forse non è ancora troppo tardi per salire su quel treno.

Immagine per gentile concessione di Robert Paul

Guarda anche