Il primo passo, quello più difficile

· 15 giugno 2015

A volte ci sentiamo a disagio con noi stessi per quanto riguarda certi aspetti della vita. Sappiamo che c’è qualcosa che dobbiamo migliorare o che da tempo dobbiamo cambiare una situazione, ma fino ad ora non abbiamo fatto nulla a riguardo. Ecco perché rischiamo di cadere nella tentazione di rinunciare, di deprimerci e di diventare un po’ cinici: “Non lo farò! Basta. È un problema mio!”.

Le soluzioni che non riusciamo mai a concretizzare a volte si riferiscono a piccoli problemi della vita quotidiana: sistemare la camera da letto o controllare meglio le spese. Altre volte, invece, sono più complessi e implicano difficoltà maggiori, come mettere fine a una relazione malata oppure abbandonare un lavoro frustrante. Qualunque sia la situazione, fare il primo passo è sempre la cosa più difficile.

A seguire, vi proponiamo una serie di suggerimenti per trovare l’energia necessaria per fare il primo, gigantesco, passo.

Cominciate la giornata in modo equilibrato

Normalmente ci svegliamo e iniziamo a preoccuparvi per tutto quello che dobbiamo fare durante la giornata. Se a questo aggiungiamo il fatto di avere i minuti contati per svolgere tutte le nostre attività, il risultato sarà quello di iniziare la giornata con un nube di preoccupazioni che ci aleggia attorno. Per questo motivo, è importante adottare abitudini diverse.

Cominciate la giornata prendendovi 60 secondi per respirare profondamente, sentendo l’aria che entra nei polmoni e poi espirandola. In seguito, dedicate quattro minuti ad essere grati per quello che avete. Avete un nuovo giorno davanti a voi, una famiglia, un tetto sopra la testa. Infine, concentratevi su tutto quello che normalmente trascurate, ma che, in realtà, è un tesoro prezioso. Questo allontanerà le preoccupazioni e vi permetterà di cominciare la giornata alla grande.

Scegliete qualcosa che volete realizzare

Ogni giorno dovrebbe essere diverso dal precedente, in qualsiasi senso. Per aumentare il sentimento, la sensazione che state crescendo, non c’è niente di meglio di fare qualcosa che vi permetta di sentirvi meglio. Scegliete liberamente qualcosa che renda diversa la vostra routine di abitudini. Potete ad esempio dire qualcosa che tenete in sospeso, dedicare un po’ di tempo a una persona che sapete che ne ha bisogno, imparare qualcosa di nuovo, una parola, un percorso nuovo per raggiungere un determinato posto, un nuovo sapore. Non importa di cosa si tratti, l’importante è che vi sentiate a vostro agio con quello che scegliete di dire o fare e che crediate che darà qualcosa di nuovo alla vostra vita.

Acquisite consapevolezza del vostro corpo

Prendetevi altri cinque minuti al giorno per pensare al vostro corpo. Concentratevi su ogni organo e cercate di capire come si sente. Lo stomaco, l’intestino, le estremità, il cuore, il collo, la testa… fate lo sforzo di individuare eventuali difficoltà nel loro funzionamento e pensate alle possibili cause. Chiedetevi se avete dormito a sufficienza e si vi sentite sazi dopo aver mangiato. Cercate di dormire e di mangiare bene, ve lo meritate.

Quando sarete sicuri di aver interiorizzato questi tre “esercizi“, allora sarete pronti. Siete riusciti a creare un ambiente fisico ed emotivo ideale per fare il primo passo che tanto desiderate.

Ricordate che, come disse Laozi diversi secoli fa, “anche un viaggio di mille miglia comincia sempre con il primo passo”.

Immagine per gentile concessione di Aleix Cortés.