La differenza tra "mi piaci" e "mi sono innamorato", secondo la scienza

Vi è mai capitato di far fatica a capire se quello che provavate per qualcuno era mera attrazione o se eravate davvero innamorati? Tutto nella norma! Vi spieghiamo come fare chiarezza.
La differenza tra "mi piaci" e "mi sono innamorato", secondo la scienza

Scritto da Valeria Sabater

Ultimo aggiornamento: 22 ottobre, 2022

Qual è la differenza tra “mi piaci” e “mi sono innamorato”? Per la stragrande maggioranza sarà un gioco da ragazzi. Per altri invece è una questione di grande importanza. A volte non è facile chiarire se ciò che proviamo è mera attrazione e desiderio o se ci sono sentimenti più profondi.

Per alcune persone, sembrano esserci molte aree grigie quando si cerca di stuzzicare i sentimenti emotivi. Non è sempre facile capire se quello che provismo per un altro è abbastanza significativo da iniziare una relazione seria. Ne varrà la pena? Devo fare il passo o forse questa sensazione svanirà in poche settimane?

Così, quando iniziamo a incontrare qualcuno che ci attrae, è sempre più facile dire “mi piaci”. È più innocuo, quasi diluito e facilita quella connessione quotidiana che accompagna il semplice flirt. Tuttavia, un “ti amo” mobilita emozioni molto più profonde e trascendenti.

Allora… Cosa succede quando le cose non sono del tutto chiare? Come possiamo fare chiarezza?

L’amore è un’emozione più profonda, permanente e incondizionata; mentre quando qualcuno ci piace, allora proviamo una sensazione più superficiale e soprattutto fugace.

coppia che rappresenta la differenza tra “mi piace” e “essere innamorati”

“Mi piace” ed “essere innamorati”:come sono diversi?

“La verità è che ancora non so cosa provo per te. So solo che mi piaci.” Forse ad un certo punto della nostra vita qualcuno ci ha detto questa stessa frase o forse l’abbiamo pronunciata noi stessi. È il dubbio che può assalire quando si è molto giovani e l’amore è ancora fatto di molteplici insicurezze e perfino di chiaroscuri.

Il proprio tipo, attrarre, amare… Questi termini non significano la stessa cosa? L’innamoramento non è forse una congiunzione di tutte queste dimensioni? La verità è sì. L’amore è fatto di tanti processi: desiderio, attrazione sessuale, complicità, desiderio di condividere il tempo, la vita, gli accordi, gli impegni… Ma si può anche sentire il desiderio sessuale e non l’amore.

Prima o poi si impara a capire la differenza tra “mi piace” ed “essere innamorati”, ma per capirla chiaramente, niente di meglio che scoprire cosa ci dice la scienza.

L’amore è negli occhi, non solo “mi piaci”

Per differenziare l’affetto sincero dal desiderio sessuale, gli scienziati raccomandano di prestare attenzione a come ci guardano oa come ci guardiamo l’un l’altro. Potremmo dire che lo sguardo è il riflesso dell’anima, ma in realtà è più delle intenzioni, dei bisogni e dell’universo emotivo. Quel tipo di linguaggio non verbale non mente ed è molto rivelatore in questi casi.

Secondo un documento di ricerca dell’Università di Ginevra, lo sguardo di una persona cambia a seconda che il suo obiettivo sia l’amore o solo il desiderio sessuale. In quest’ultimo, il desiderio è accompagnato da fantasie sessuali. È un processo più cognitivo e istintivo, cioè il desiderio è accompagnato da idee e pensieri erotici.

Tuttavia, gli occhi che si guardano attraverso il filtro dell’innamoramento lo fanno in modo più tenero e c’è una componente più emotiva. Questo non significa che ci sia anche il desiderio sessuale, tuttavia prevale un sentimento più caldo e profondo orientato al legame e non tanto al sesso in quanto tale.

Lo studio ha anche rivelato che quando sentiamo il bisogno di guardare il viso dell’altro, di cercare il suo contatto visivo e di non concentrarci tanto sul corpo, la componente romantica e l’innamoramento sono presenti.

La differenza tra “mi piaci” e “mi sono innamorato”: ho bisogno di stare con te

Voltaire diceva che l’amore è la più forte delle passioni e che questo sentimento attacca la mente, il corpo e il cuore. In un certo senso, questa è la chiave: una profondità emotiva che si accompagna al costante bisogno di vicinanza. Non si può vivere senza l’altra persona (sebbene in realtà si possa).

È impossibile per noi trascorrere un giorno senza sapere di lui o lei. Quella persona occupa quasi ogni spazio della nostra mente, pensieri, desideri e ossessioni. Non dimentichiamo quella componente di dipendenza che ha l’amore. La dopamina, l’ossitocina e l’adrenalina sono quelle sostanze neurochimiche che ci iniettano una sensazione di euforia e il bisogno di vicinanza che orchestra l’innamoramento.

Tuttavia, l’amore va ben oltre il desiderio di stringere un nodo più profondo e più impegnato. Pertanto, la differenza tra “mi piace” ed “essere innamorato” sta nell’autentico e incondizionato bisogno di impegno e di legame. Ma non è tutto.

Altre dimensioni nella differenza tra “mi piaci” e “mi sono innamorato”

  • Quando ci piace qualcuno, ci divertiamo con quella persona, ma non c’è un “bisogno” costante di stare con loro.
  • Amare implica la preoccupazione quotidiana per l’altro, il desiderio di prendersi cura di lui, di conoscere i suoi pensieri, i suoi sogni e il suo modo di essere.
  • Qualcuno che ci piace può generare desiderio e farfalle nello stomaco, ma non c’è sempre la sensazione profonda che quell’uomo o quella donna diventino parte integrante delle nostre vite.
  • Quando ci piace qualcuno, vogliamo la perfezione. Un singolo difetto può allontanarci. Non tolleriamo ciò che non ti piace. Invece,l’amore è incondizionato. Quando amiamo qualcuno, lo accettiamo con tutto il cuore come individuo.

La differenza tra “mi piaci” e “mi sono innamorato”

  • Quando ci piace qualcuno, più conosciamo quella persona, più il suo fascino svanisce. Quando l’eccitazione di conoscere e amare la persona svanisce, iniziamo a perdere interesse e ad allontanarci. Al contrario, quando amiamo qualcuno, amiamo sempre di più stare con lui.
  • Piacere a qualcuno ci porta a vivere di più il momento. L’emozione di stare con qualcuno che ci piace dura solo per il momento presente o per un breve periodo di tempo. Invece, amare qualcuno ci fa guardare avanti. Progettiamo un futuro. Progettiamo e desideriamo una relazione significativa, una casa e trascorrere il resto della nostra vita con quella persona.
Coppia sdraiata su una panchina che si guarda l'un l'altro che rappresenta la differenza tra "mi piace" e "essere innamorati"

Le sfaccettature dell’amore e la differenza tra “mi piaci” e “mi sono innamorato”

Amare, innamorarsi, desiderare, piacere, volere, attrarre, aver bisogno… L’affetto ha molte sfumature, molte facce che a volte possono essere confuse. E quel che è peggio è che nella nostra confusione possiamo danneggiare gli altri. Non è sempre facile capire la differenza tra “mi piace” ed “essere innamorati”, quindi a volte commettiamo errori e iniziamo relazioni che presto sfociano in un fallimento.

L’amore richiede anche un apprendimento meticoloso. Nessuno viene al mondo sapendo tutto di quella che forse è la questione più complessa dell’essere umano. Tuttavia, ammettiamolo, un’avventura del genere di solito vale la pena.

Potrebbe interessarti ...
Amare significa innamorarsi delle differenze
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
Amare significa innamorarsi delle differenze

Amare significa innamorarsi delle differenze e, nonostante queste, ammirare l'altra persona



  • Bolmont M, Cacioppo JT, Cacioppo S. Love is in the gaze: an eye-tracking study of love and sexual desire. Psychol Sci. 2014 Sep;25(9):1748-56. doi: 10.1177/0956797614539706. Epub 2014 Jul 16. PMID: 25031302; PMCID: PMC4273641.
  • Langeslag, S. J., & van Strien, J. W. (2016). Regulation of Romantic Love Feelings: Preconceptions, Strategies, and Feasibility. PloS one11(8), e0161087. https://doi.org/10.1371/journal.pone.0161087
  • Sonne, J., Goyal, A., & Lopez-Ojeda, W. (2021). Dopamine. StatPearls. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK535451/
  • Lu H, Yuan G, Zhang J, Liu G. Recognition of Impulse of Love at First Sight Based On Photoplethysmography Signal. Sensors (Basel). 2020 Nov 17;20(22):6572. doi: 10.3390/s20226572. PMID: 33213065; PMCID: PMC7698503.