La paranoia e la schizofrenia sono più comuni nelle città

Sapevate che il contesto in cui vivete può inficiare il vostro benessere psicologico? La scienza dice persino che le malattie mentali più gravi, come la schizofrenia, abbondano più nelle aree urbano che non nelle campagne. Volete sapere perché?
La paranoia e la schizofrenia sono più comuni nelle città
Valeria Sabater

Scritto e verificato da la psicologa Valeria Sabater.

Ultimo aggiornamento: 10 gennaio, 2023

La scrittrice Kate Milford ha detto che “in una città ci sono più spazi nascosti, più vite nascoste e solitudini nascoste, e più finestre buie attraverso le quali le ombre delle persone passano di soppiatto”. La verità è che c’è qualcosa di devastante dall’altra parte delle nostre città, nascosto in quella vita frenetica e rumorosa che ci trascina con la sua routine e nella sua fretta. E la paranoia, a volte, ci pervade.

Alcuni le chiamano giungle d’asfalto e, se è vero che ci danno accesso a maggiori opportunità di lavoro e svago, è anche vero che c’è qualcosa che non va nelle città. Qualcosa che ci toglie la salute. Basta guardare l’architettura di tanti edifici che, variegati come alveari uno di fronte all’altro, difficilmente ricevono la luce del sole. Molti sono come barricate di cemento accanto a strade o autostrade.

Non importa se si tratta di aree periferiche più svantaggiate o aree a più alto reddito. Perché ogni area urbana finisce per essere opprimente per la mente e per il corpo, che sia per i suoi alti carichi di stress o per il suo inquinamento ambientale e acustico. Tutto ciò riguarda ognuno di noi indipendentemente dal nostro status e dalla classe sociale.

Le città simboleggiano l’essenza del progresso e in molti casi il tratto più distintivo dello sviluppo di un paese. Lì abbiamo come esempio riferimenti come Tokyo, Seoul, Londra, Copenaghen o Singapore. Tuttavia, oltre ad essere centri economici o culturali mondiali, contengono un’altra realtà. Le aree urbanizzate hanno un livello più elevato di malattie mentali gravi.

Perché? Cosa spiega un maggior numero di casi di schizofrenia in un’area del sud di Londra rispetto a quelli nella zona del Pembrokeshire nel Galles, per esempio?

La depressione appare allo stesso modo nelle aree urbane e rurali. Tuttavia, condizioni come la schizofrenia sono più comuni nelle grandi città.

Città contaminata che favorisce la comparsa di paranoia e schizofrenia
Le grandi città aumentano lo stress e questo fattore può fungere da fattore scatenante per disturbi mentali più gravi.

Paranoia e schizofrenia in città

Il sospetto che il tasso di disturbi mentali come la paranoia e la schizofrenia fosse più diffuso nei centri urbani che in quelli rurali è un fatto a lungo considerato. Per tutto il XX secolo, gli esperti erano soliti ipotizzare che le città causassero “follia”. Sebbene quest’ultimo termine sia in qualche modo stigmatizzante, dietro c’è una spiegazione.

Le condizioni mentali più gravi sono molto più frequenti nelle città. Tuttavia, disturbi come l’ansia o la depressione (più gestibili) compaiono ugualmente in chi vive in campagna, in spiaggia o nel centro di New Delhi. Pertanto, c’è qualcosa di sorprendente che ha sempre attirato l’attenzione del campo della psichiatria, della psicologia e delle neuroscienze.

Ora possiamo dare alcune risposte a questo singolare enigma. Lo analizziamo.

Secondo vari studi, gli spazi verdi potrebbero ridurre il rischio di psicosi grazie a un minor livello di stress e inquinamento.

Città, stress e predisposizione genetica

L’Università di Londra ha condotto una ricerca nel 2019 per chiarire questo problema. Ad oggi gli studi epidemiologici continuano ad associare la vita in città ad un alto rischio di psicosi. Anche schizofrenia. Questi dati non variano nel corso degli anni. Bene, una cosa che sappiamo di queste condizioni è che hanno una componente genetica.

È stato dimostrato che l’ereditabilità della schizofrenia è pari all’incirca al 50%. Tanto che chiunque abbia un parente stretto che ha avuto questa condizione ha un rischio fino a dieci volte superiore a quello di chiunque non abbia una storia genetica.

Tuttavia, e qui arriva il punto rilevante, ci sono fattori che possono aumentare molto di più il rischio di svilupparla.

Lo stress funge da fattore scatenante e può attivare quel gene che ci predispone alla paranoia e alla schizofrenia. Come ben sappiamo, le città e gli ambienti urbani sono scenari in cui lo stile di vita ha un altro ritmo. Ci sono maggiori pressioni, ansie, incertezze… Tutto questo ci pervade con uno stress quasi cronico che funge da innesco per queste condizioni mentali.

La solitudine nei centri urbani suscita idee paranoiche

Se c’è qualcosa che sperimenta una persona con schizofrenia, è una sensazione di disconnessione dal proprio ambiente e, soprattutto, solitudine. Sembra che le città incoraggino e rafforzino questa percezione fin dall’inizio dell’essere umano: quella di sentirsi soli. Non importa quanto sia frenetica una società e quante persone ci siano, sembra che la disconnessione e l’isolamento siano ricorrenti.

Fabian Lamster, dell’Università di Marburg, ha condotto alcune interessanti ricerche su questa variabile. Il sentimento di solitudine è più evidente nelle città che nelle zone rurali e, quando questo sentimento diventa costante, ne compare un altro: la sfiducia. Quando le persone si sentono isolate dal loro ambiente, sviluppano idee più paranoiche.

Ovviamente, questo non vuol dire che anche chi vive in un villaggio di campagna si senta solo. Perché può succedere. Tuttavia, i tassi di solitudine sono schiaccianti nei grandi centri urbani. Quella sensazione è devastante per il cervello. Questo può anche essere un fattore scatenante per la paranoia e la schizofrenia.

Sembra dimostrato che vivere in una grande città aggravi in molti casi il nostro disagio mentale, al punto da sembrare la ricetta più pericolosa per la comparsa di paranoia o psicosi.

Triste uomo seduto a letto che soffre di paranoia e schizofrenia
Ci sentiamo sempre più soli nelle nostre città e questo ha un costo per la salute mentale.

Conclusioni: la paranoia e i disturbi mentali

Sebbene sia vero che la paranoia e la schizofrenia sono più comuni nelle città, abbiamo ancora bisogno di conoscere più dati e variabili che spieghino questa relazione. Ad esempio, dovremmo capire come l’inquinamento influisca su questo effetto. Allo stesso modo, sarebbe necessario considerare anche un altro aspetto: sapere se i disturbi mentali sono diagnosticati o meno nelle zone rurali.

Comunque sia, c’è un fatto indubbio ed è il riferimento a come le città riducono la nostra salute psicologica. Sembra che nell’atmosfera che respiriamo non ci siano solo livelli più alti di CO2. Anche lo stress, la pressione, la paura e la solitudine ci aderiscono in modo tossico nelle grandi città.

È evidente che dovremmo rivedere molti aspetti. Non solo le nostre “giungle di asfalto” dovrebbero essere più natura e meno cemento. Altri elementi molto rilevanti che non possiamo ignorare sono gli aspetti psicologici e sociali. È necessario disporre di maggiori risorse in termini di salute mentale, nonché rafforzare i nostri legami sociali di qualità per evitare l’isolamento.

Ci sono molti che lasciano la loro città natale per cercare un lavoro migliore nella grande città. Non è giusto che, per ritagliarsi un futuro, si perda la salute. Abbiamo ancora molto da cambiare e da ripensare.

Potrebbe interessarti ...
Affrontare la depressione con successo
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
Affrontare la depressione con successo

Il soggetto che si trova ad affrontare la depressione, non deve fronteggiare soli i sintomi, ma anche il senso d'inquietudine che tale diagnosi ing...



  • Fett AJ, Lemmers-Jansen ILJ, Krabbendam L. Psychosis and urbanicity: a review of the recent literature from epidemiology to neurourbanism. Curr Opin Psychiatry. 2019 May;32(3):232-241. doi: 10.1097/YCO.0000000000000486. PMID: 30724751; PMCID: PMC6493678.
  • Lamster F, Nittel C, Rief W, Mehl S, Lincoln T. The impact of loneliness on paranoia: An experimental approach. J Behav Ther Exp Psychiatry. 2017 Mar;54:51-57. doi: 10.1016/j.jbtep.2016.06.005. Epub 2016 Jun 21. PMID: 27362838.

I contenuti di La mente è Meravigliosa hanno uno scopo puramente informativo ed educativo. Non sostituiscono la diagnosi, la consulenza o il trattamento professionale. In caso di dubbi, è consigliabile consultare uno specialista di fiducia.