La paura del cambiamento: perché?

La paura del cambiamento: tanto naturale quanto umana. Ma perché succede, quali altre paure ci sono dietro, quali le possibili ragioni?
La paura del cambiamento: perché?

Ultimo aggiornamento: 03 agosto, 2021

Nel corso della nostra vita, prendiamo molte decisioni che ci portano lungo molte strade diverse. Queste decisioni, che non sono sempre facili da prendere, sono seguite da cambiamenti. Ed ecco che sopraggiunge la paura del cambiamento.

Perché abbiamo paura del cambiamento? Cosa succede dentro di noi per cui una nuova realtà ci spaventa e ci paralizza? In questo articolo parliamo di 6 possibili cause che provocano questa paura.

Perché ho paura del cambiamento?

Dietro la paura del cambiamento ci possono essere altre paure ancora più profonde: la paura di non essere in grado di affrontare la nuova realtà o la paura di non avere le risorse per essere di nuovo felici. Ci sono anche altre emozioni come la tristezza per la perdita o l’incertezza.

Se volete capire cosa vi sta succedendo e quale potrebbe essere la causa della vostra paura, ecco 6 possibili spiegazioni. Ogni realtà è diversa, anche se dietro le paure ci sono spesso altre preoccupazioni di natura diversa.

Ragazza preoccupata.

Non sapere come gestire situazioni nuove o diverse

Una delle possibili cause della paura del cambiamento è il timore di non sapere come gestire la nuova situazione. In generale, ciò che non sappiamo o non capiamo ci spaventa.

Il cambiamento è accompagnato da una nuova realtà. Se sentiamo di non avere risorse sufficienti per affrontarlo adeguatamente, possiamo provare paura. Molto spesso si tratta in realtà di una mancanza di fiducia nelle nostre capacità.

Comporta una qualche perdita

Alla base di un cambiamento c’è spesso anche una situazione di perdita. Una nuova realtà arriva perché quella vecchia non andava più bene o non era quella che volevamo veramente.

Questo implica affrontare una perdita, che sia di una persona cara, di una città, di un partner a causa di una rottura, di un lavoro, di una casa… Con la perdita arriva l’inizio del lutto, un processo che ci permette di assimilarla, integrarla e adattarci alla nuova realtà.

Paura di fare un errore

Un’altra possibile risposta alla domanda sul perché si ha paura del cambiamento è la paura di commettere errori. Un cambiamento, una nuova tappa, implica una riorganizzazione della propria realtà o un adattamento a essa.

Questo implica decisioni che non sappiamo se saranno quelle “giuste”. D’altra parte, i cambiamenti spesso avvengono perché abbiamo preso una certa decisione; anche qui, vi è il timore che  che non sia quella ideale.

Resistenza ad abbandonare un altro percorso

Prendere decisioni che cambiano la vita spesso implica lasciare andare altre strade. Questo, naturalmente, non è sempre facile.

La resistenza a lasciare andare quei percorsi, quei “avrebbe potuto essere altrimenti” o quelle aspettative di un’altra realtà, può spiegare perché ho paura del cambiamento. È naturale. Inoltre, alcune persone sono meno flessibili e trovano il cambiamento più difficile.

“Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi.”

Il gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa-

Paura della critica o del rifiuto

Possiamo anche aver paura di essere criticati per aver preso una decisione. Un’altra paura può essere quella di sentirsi rifiutati in questo nuovo percorso che abbiamo intrapreso e che i nostri cari non accettino la nostra decisione.

La paura del rifiuto è anche spesso nascosta dietro la paura del cambiamento. Ma è importante scegliere ciò che vogliamo nella nostra vita a partire dalla nostra decisione (che porta da qualche parte), e non dalla paura, che non porta da nessuna parte.

Sentire di non avere il controllo

Infine, un’altra possibile spiegazione del perché abbiamo paura del cambiamento è la sensazione di perdita di controllo che spesso ne deriva. Arriva una nuova realtà sconosciuta che ci spaventa e abbiamo la sensazione di non avere più il controllo della situazione.

In generale, ci piace sentire che “siamo padroni del nostro destino” (anche se è una falsa illusione). O almeno che abbiamo un certo controllo. La sensazione che le cose non siano alla nostra altezza ci rende ansiosi.

Uomo stressato.

Come gestire la paura del cambiamento?

Non esiste una formula magica per questo ed è chiaro che ogni realtà è unica. Ma ci sono alcune idee che possono aiutarvi ad affrontare questa nuova situazione e questa paura:

  • Prepararsi mentalmente alla nuova situazione e prendetevi del tempo per visualizzarla.
  • Rendere le cose facili: chiedetevi di cosa avete bisogno, materialmente ed emotivamente.
  • Avere fiducia nelle proprie risorse personali e nelle proprie strategie di coping.
  • Iniziare a elaborare il lutto per la perdita, se c’è.
  • Permettere a se stessi di avere paura; non temerla, dialogare con essa e cercare di darle un senso.
  • Concentrarsi sul nuovo presente.

Conclusioni sulla paura del cambiamento

E voi, avete mai avuto paura del cambiamento e come l’avete gestita? Il cambiamento entrerà sempre nella nostra vita in modi diversi.

È importante quindi essere consapevoli della paura che possiamo provare e darle il suo spazio. È normale che il cambiamento ci spaventi, perché a volte sconvolge la nostra realtà, ma cercate di dare un senso a questa nuova realtà e a questo nuovo cammino.

“Perché dovremmo avere paura del cambiamento? Tutta la vita è cambiamento, perché dovremmo averne paura?

-George Herbert-

Potrebbe interessarti ...
Le tecniche paradossali per promuovere il cambiamento
La Mente è MeravigliosaLeggi in La Mente è Meravigliosa
Le tecniche paradossali per promuovere il cambiamento

Le tecniche paradossali, o di intenzione paradossale, sono state proposte per la prima volta da Viktor Frankl, padre della logoterapia.



  • Kübler-Ross, E., & Kessler, D. (2016). Sobre el duelo y el dolor. Luciérnaga.
  • Öhman, A. (2000). “El miedo y la ansiedad: evolutiva, cognitiva y perspectivas clínicas”. En Lewis, Michael; Haviland-Jones, Jeannette M. Manual de emociones . Nueva York: The Guilford Press. pp. 573-93.