Amare la solitudine rende partner migliori

12 aprile 2016 in Emozioni 93 Condivisi

In molti momenti adoriamo sottolineare l’importanza della solitudine, dalla nostra società non ancora intesa con il suo autentico significato pieno d’amore per la vita. Per questo motivo, si è soliti pensare che chi preferisce averla come migliore amica sia una persona fredda.

È il contrario. In quanto esseri umani, siamo caratterizzati dall’essere vulnerabili ai pregiudizi, non riuscendo, così, a vedere la vera essenza, ricca di bellezza, di chi ci circonda.

Ci lasciamo trasportare troppo dalle etichette, da quello che dirà la gente, senza tenere in conto la verità o almeno la realtà. Una realtà che ognuno ha il potere di cogliere e percepire a proprio piacimento.

“Perché, in generale, si fugge la solitudine? Perché pochi si trovano in buona compagnia con se stessi?”
-Carlo Dossi-

In questo caso, la solitudine si riempie di appellativi che ci portano ad evitarla a tutti i costi, cercando di allontanarci da chi la pratica. In realtà non diamo il giusto valore al messaggio implicito.

Apprezzare lo stare soli e in compagnia di per sé è un segno di maturità, di intelligenza emotiva e  di un alto livello d’amore verso la nostra persona, ovvero la missione di vita a cui tutti aspiriamo in quanto esseri umani.

solitudine ragazza con farfalla

Stare soli significa stare con se stessi

Siamo sinceri, essere disposti ad affrontare se stessi implica un grande coraggio, poiché questa è spesso l’origine di tutte le nostre paure. Siamo creatori e destinatari dei nostri timori e, in base a come li gestiamo, possiamo avere più o meno potere, essere “persone di luce” migliori o peggiori.

Le persone in grado di convivere con la sua solitudine e di ascoltare il loro cuore possiedono un dono speciale: quello della personale libertà emotiva. Nel nostro secolo, essere liberi emotivamente rappresenta un tesoro; costruire un ambiente ed un rapporto con tali caratteristiche è un bene prezioso.

Le persone con questo dono si contraddistinguono perché rispettano prima di tutto se stesse, ma anche coloro a cui vogliono bene. Valorizzano il silenzio e sanno cosa dire e quando mantenersi in disparte.

Tutti noi, in un determinato momento della nostra vita, desideriamo avere un rapporto di coppia da vivere in pienezza. Se tenete in conto quanto commentato finora, di certo sarete d’accordo con noi che i migliori amici della solitudine possono trasformarsi in partner perfetti.

mani che formano un cuore

Perché amare la solitudine ci rende partner migliori?

La solitudine favorisce lo spazio apprezzato da molti e tanto necessario e richiesto da altri. Concedersi alcuni momenti di distanza dal nostro partner, solo in termini di tempo e spazio, mai di cuore, genera mutuo rispetto. Una condizione simile fornisce gli ingredienti perfetti per costruire un rapporto carico di amore incondizionato.

Chi ama e ha bisogno di passare un po’ di tempo da solo comprende che questa peculiarità e caratteristica permette di conoscersi meglio e, di conseguenza, di ottenere gli strumenti e la libertà necessari per conoscere il proprio partner.

La solitudine permette di connetterci con la nostra essenza

Probabilmente in questo modo potremo accompagnare il nostro compagno di vita verso la stessa meta: la nostra migliore versione. Per amore, motivazione, sinergia… la solitudine ci permette di capire che esistono delle priorità e che non siamo il centro dell’universo per nessun essere umano.

Stare soli ci permette di capire ed accettare la vita per stare meglio

La solitudine ci permette di capire che niente è eterno, sia per ciò che riguarda le cose positive, che quelle negative. Questo vuol dire che siamo in costante movimento e cambiamento. Come recita la dottrina buddista, “siamo l’universo”. Il silenzio si trasforma nel nostro maggior precursore per riuscire a capire questo pretesto.

ragazza braccia aperte davanti al mare

Una persona che ama passare del tempo con se stessa regala spazio ovunque va

In questo modo, si diventa una persona migliore e l’amore che si prova, sia per sé sia per il proprio partner, non smette di crescere. La libertà fiorisce, così come la voglia di ritrovarsi, fondendosi in un solo cuore; e, cosa più grandiosa, si concedono i propri spazi, vera base dell’amore puro e divino della nostra umanità.

Giunti a questo punto, non ci congediamo senza prima chiedervi: adesso credete che amare la solitudine vi renda partner migliori? Come diceva il grande Arthur Schopenhauer, “la solitudine è la sorte di tutti gli spiriti eminenti.”

“ L’uomo che vuole contemplare interamente la gloria di Dio sulla terra deve guardare in solitudine questa gloria”.
-Edgar Allan Poe-

Guarda anche