L'arte di non pensare

Fermare il chiacchiericcio mentale è fondamentale per liberarci da tensioni e stress e raggiungere la pace interiore. Questi semplici esercizi ti aiuteranno a non pensare.
L'arte di non pensare

Ultimo aggiornamento: 17 novembre, 2021

L’arte di non pensare, quante volte abbiamo desiderato mettere in pausa i nostri pensieri? Quante volte abbiamo voluto fermare la nostra mente, premere il pulsante di pausa e goderci qualche minuto di pace?

È un desiderio condiviso da molte persone, specialmente con tendenza all’ansia; questo perché possono sentirsi sopraffatte da pensieri intensi e costanti che le impoveriscono psicologicamente.

Pensare troppo può essere un grande fardello e un limite significativo in molte aree della vita. Non solo ci immerge nel dubbio e nell’indecisione perenni, ma aumenta anche i nostri livelli di stress e ostacola le nostre relazioni sociali.

L’arte di non pensare è possibile?

Per quanto estenuante possa essere il chiacchiericcio mentale, non pensare a nulla è praticamente impossibile.

Tuttavia, è possibile è focalizzare l’attenzione su un aspetto specifico, in modo da poter modificare l’attività della corteccia cerebrale e ottenere così un po’ di riposo.

Donna che cerca di non pensare.

Si cerca di ottenere ciò con pratiche come la consapevolezza o la meditazione. Quando una persona è invitata a liberare la mente, è in realtà sollecitata a regolare il flusso del pensiero, a focalizzarlo deliberatamente e a lasciare passare tutte le idee intrusive che appaiono durante la pratica di questo esercizio.

Per la maggior parte di noi, non è facile. Viviamo in una società frenetica, in un ambiente ricco di stimoli, e ci siamo abituati al contenuto della nostra mente frenetico e caotico.

Tuttavia, possiamo eseguire qualche semplice esercizio per rallentare questa attività e ritrovare la tanto attesa pace interiore.

Esercizi che aiutano a non pensare

Respirazione consapevole

Una delle pratiche più utili per chi è nuovo all’arte di non pensare, in quanto è relativamente facile da implementare. Lo scopo è inspirare ed espirare con una certa cadenza, in modo che tutta l’attenzione sia rivolta al flusso d’aria che entra ed esce dal corpo.

Prima di procedere con la respirazione consapevole, bisogna trovare un posto tranquillo in cui stare da soli e senza interruzioni. Si consiglia di indossare abiti comodi che consentano i naturali movimenti del corpo durante la respirazione, infine chiudere gli occhi. È possibile sedersi o sdraiarsi con la schiena dritta.

Quindi, mettere la mano sinistra sul petto e la mano destra sull’addome. Inspirare l’aria nei polmone e portare verso dentro la pancia. Durante l’espirazione, rilasciare lentamente l’aria mentre lo stomaco si gonfia.

Si può usare una certa cadenza, in modo che ciascuna delle fasi (inspirare, trattenere l’aria, espirare) duri quattro secondi ciascuna.

Scansione del corpo

Un altro semplice esercizio che possiamo eseguire prima di andare a letto. Consiste nello sdraiarsi sulla schiena, chiudere gli occhi e iniziare a concentrarsi su ogni parte del corpo mentre. Possiamo iniziare dai piedi e salire oppure procedere all’inverso partendo dalla testa.

Cercate di identificare se in ogni parte del corpo c’è tensione, dolore, quali sensazioni. Potete anche contrarre i muscoli della regione interessata per alcuni secondi e poi allentarli. Alla fine dell’esercizio avrete raggiunto uno stato di grande rilassamento fisico e mentale.

Donna che pensa a qualcosa che la renda felice.

L’arte di non pensare: visualizzazione

Poiché non è possibile eliminare i contenuti mentali, perché non sceglierne deliberatamente uno che sia piacevole e positivo, che trasmetta calma e benessere? Si tratta della visualizzazione; immaginare in modo vivido e sostenuto una scena bella e piacevole.

Possiamo visualizzare un campo, una spiaggia, dei delfini che saltano nell’oceano… Il segreto è lasciarsi coinvolgere da esso con i cinque sensi: quali colori predominano nel paesaggio? Che odore ha? Si avverte la brezza? Questo esercizio è molto utile per focalizzare l’attenzione.

Meditazione e consapevolezza

L’arte di non pensare si avvale anche della meditazione e della consapevolezza. Se siete principianti, potete aiutarvi con meditazioni guidate su internet o frequentare un corso, in modo da essere guidati.

D’altra parte, la consapevolezza può far parte della propria giornata in qualsiasi momento. Basta concentrarsi sull’attività che si svolge, che sia cucinare, fare la doccia o parlare con un amico.

Rimanere concentrati sul presente e sulle proprie sensazioni; quando la mente vaga nel passato o nel futuro, bisognerà riportarla dolcemente al qui e ora.

L’arte di non pensare

Sebbene i suggerimenti di cui sopra siano relativamente facili da adottare, non pensare è davvero un’arte. Richiede pazienza, perseveranza e perseveranza.

Con la pratica, diventerà sempre più naturale entrare in quello stato di calma e tranquillità e i pensieri invadenti si ridurranno. Pochi minuti al giorno possono fare la differenza, ridurre lo stress e aumentare il benessere psicologico. Perché non iniziare oggi stesso?

Potrebbe interessarti ...
Il metodo dei 4 gradini per i pensieri ossessivi
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
Il metodo dei 4 gradini per i pensieri ossessivi

Il metodo dei 4 gradini di Schwartz si è dimostrata estremamente efficace nel combattere i sintomi del disturbo ossessivo compulsivo.



  • Aftanas, L. I., & Golosheikin, S. A. (2003). Changes in cortical activity in altered states of consciousness: the study of meditation by high-resolution EEG. Human Physiology29(2), 143-151.
  • Rodríguez, T., García, C. M., & Cruz, R. (2005). Técnicas de relajación y autocontrol emocional. MediSur3(3), 55-70.