5 esercizi per migliorare l’intelligenza emotiva

· 17 giugno 2016

Intelligenza emotiva: si tratta sicuramente di quella dimensione della nostra vita che tutti dovremmo sviluppare e gestire in modo adeguato. Saper ascoltare, capire le emozioni altrui e controllare le proprie, saper comunicare e ispirare il mutuo rispetto in cui tutti usciamo vincitori è essenziale.

Questo tipo di intelligenza dovrebbe essere inclusa nei percorsi scolastici, in modo da sviluppare nei bambini, fin dalla tenera età, queste abilità fondamentali. È un modo per conoscere se stessi, per auto-controllarsi e anche per esprimersi, per conoscere i propri limiti e, al tempo stesso, metterli in rilievi davanti agli altri evitando possibili manipolazioni.

Come già sapete, non è più intelligente colui che dispone di un Q.I. molto alto o colui che ha un lavoro migliore e si dedica ad accumulare “cose”. La vera intelligenza è quella associata alla felicità autentica, quella che ci fa essere orgogliosi di quello che siamo o quello che abbiamo, anche se è molto poco. Perché non mettere in pratica questi semplici esercizi per migliorare le nostra Intelligenza Emotiva?

Esercizi per migliorare l’intelligenza emotiva

1. Conoscere se stessi

Conoscere se stessi è un’avventura che dura tutta la vita, che, però, allo stesso tempo si realizza, giorno dopo giorno, dandoci degli obiettivi e facendoci domande. Questo è un esercizio di introspezione che dovremmo fare ogni mattina. Chiedetevi cosa vi aspettate dalla giornata e cosa dal domani.

Quando arriverete a sera, analizzate come vi siete sentiti durante la giornata. Avete agito come speravate? Vi siete espressi secondo i vostri valori? Potete anche servirvi del classico foglio, di un diario o del vostro quaderno dei pensieri. Si tratta di un esercizio semplice, ma allo stesso tempo molto utile. Fatevi delle domande, indagate voi stessi.

Bambino-con-palloncini-di-cose-positive

2. Regolazione emotiva

Pensate alle vostre emozioni come se fossero una bilancia: non vale la pena arrivare agli estremi, tanto meno cadere nel dramma, perché, alla lunga, si finisce sempre per perdere. Non lasciatevi manipolare, non badate a risposte date con ira o con rabbia. L’ideale sarebbe una via di mezzo. Non dovete mai varcare i limiti delle vostre emozioni.

Quando noterete che siete sul punto di “cadere” o di “esplodere”, visualizzate una piccola casa tranquilla e spaziosa. È il vostro palazzo dei pensieri. Prima di agire, ragionate e analizzate la situazione. Solo dopo aver ottenuto questa auto-regolazione, prendete una decisione. Innanzitutto, però, dovete pensare prima di agire in quella casa privata che vi conferisce così tanta tranquillità.

Nessuno ha più controllo di voi sulla vostra vita, non dimenticatelo mai. Per questo motivo, non dovete permettere che vi portino in territori estranei in cui potrete perdere la calma e la vostra identità. Lavorate sul vostro equilibrio interiore. 

3. Empatia

L’empatia è un concetto che tutti conosciamo e a cui diamo valore. Tuttavia, non lo mettiamo in pratica tanto quanto si dovrebbe. Risulta più facile mettersi nei panni di quelle persone che ci trasmettono sentimenti positivi. Ci identifichiamo meglio con loro e il livello di comprensione e vicinanza è più intenso.

se un giorno provassimo a comprendere coloro che ci creano più problemi? Pensate a quel capo, per esempio, che vi rispetta poco; o quel collega che parla sempre male degli altri e che cerca solo problemi. Cercate di “mettervi nei loro panni” e forse scoprirete che cosa c’è dietro: insicurezza, bassa autostima…provateci, potreste imparare qualcosa.

amiche-si-danno-la-mano

4. Auto-motivarsi

Forse oggi non ne avrete voglia, non sarete motivati, ma a partire da ora, faremo un semplice esercizio: guarderemo il lato positivo delle cose, lasciando da parte gli aspetti negativi. Svegliatevi ogni giorno pensando a qualcosa che vi affascina e che desiderate ottenere.

La vita senza fascino non è vita. Trovate la vostra motivazione quotidiana.

A volte anche le piccole cose sono utili: concludere la giornata in quel bar nel quale non siete mai entrati. Fare una chiamata a quella persona che non vedete da tanto. Comprarvi un vestito nuovo. Pianificare una gita fuori casa per il fine settimana. Iscriversi ad un corso di yoga o di pittura. Sorridere un po’ di più…

5. Abilità sociali

Cerchiamo di comunicare meglio. E non solo tramite le parole, ma anche con i gesti. Avvicinatevi di più alle persone che avete intorno, fate un sorriso, offrite una carezza, una pacca sulla spalla, un abbraccio. Vedrete che la reazione di coloro che vi circondano sarà diversa.

Cercate e offrite emozioni positive, provate ad ascoltare un po’ meglio chi avete davanti e guardateli negli occhi. A volte scoprirete molto di più di quanto possano dire le semplici parole.

Mettete in pratica questi esercizi, sviluppate la vostra Intelligenza Emotiva e siate più felici, facendo felici anche il prossimo.