Non serve avere voglia per fare il primo passo

29 aprile 2016 in Psicologia 3 Condivisi

Avere voglia di fare significa essere motivati, avere in testa propositi di vita, una meta. La voglia ci spinge ad essere sempre in movimento, a marciare in favore delle cose che vogliamo raggiungere o conquistare.

È vero che la voglia è una forza che ci muove, che ci spinge a vivere con illusione e speranza e che è molto più facile dar vita a piani o progetti quando c’è, piuttosto che in sua assenza. Tuttavia, ciò non vuol dire che quando la voglia manca, sia impossibile muoversi.

Quando la voglia è offuscata

A volte proviamo emozioni di tristezza o depressione talmente intense da impedirci di trovare il perché delle cose, di dare un senso alla vita. In verità, tutti abbiamo la capacità di trovare quel senso, in qualsiasi circostanza. Molte volte, però, l’emozione annebbia la nostra vista costringendoci a vedere un mondo dalle tinte nere, anche quando la realtà è fatta di mille colori.

Quando l’emozione ci offusca la vista, pensieri negativi cominciano a tormentarci. Siamo accecati da convinzioni che crediamo essere vere, quando in realtà sono soltanto nemici creati dalla nostra mente irrazionale, che in quei momenti non sta pensando realisticamente.

Tendiamo a generalizzare, a prendere tutto troppo sul personale, ad ingigantire ciò che ci è capitato, a drammatizzare o pensare che non saremo mai felici e che la speranza è andata totalmente perduta.
Condividere

ragazza-prato

Se si filtrano le informazioni esterne in questo modo, è normale sentirsi abbattuti e consentire a un simile stato emotivo di portarci ad agire per inerzia, come marionette o prigionieri delle nostre emozioni. Non sentiamo il desiderio di uscire né di fare le attività che un tempo amavamo fare, e addossiamo la colpa al fatto che “non abbiamo voglia”. Ed è proprio così, la voglia sembra scomparsa. Ma per fortuna l’uomo dispone di un dono estremamente prezioso, la volontà.

Dite NO alle vostre emozioni

Quando la mancanza di voglia o di motivazione è sul punto di averla vinta, è ora di battere un pugno forte sul tavolo e dire “basta”! Sembra facile a dirsi e difficile da mettere in atto, e forse è proprio così. Una cosa però è certa: vale la pena provarci e perseverare. Con il tempo, cominceranno a intravedersi tutti i colori della vita.

Il segreto è mantenersi attivi, dedicarsi agli hobby, ai progetti, anche quando non si hanno le forze. Per farlo, bisognerà essere preparati mentalmente e capire che la tristezza è soltanto una reazione a livello fisiologico. È innegabile che a volte sia piuttosto sgradevole. Ma nonostante la tristezza, anzi a dispetto di essa, possiamo proseguire con i nostri piani proprio come ci eravamo riproposti, senza oscillare.

Di solito crediamo che con la motivazione, arriverà l’azione, ma in realtà non funziona così. Per avere voglia di fare le cose, bisogna costringersi a mettere ogni giorno un piede davanti l’altro.
Condividere

Essere edonisti a lungo termine

Cosa significa essere edonisti a lungo termine? Vuol dire essere consapevoli che spesso è necessario sacrificarsi nel breve periodo per poter ottenere un piacere molto maggiore in futuro. Quando stiamo male e ci immobilizziamo, non facciamo lo sforzo di vestirci senza averne voglia, di uscire a fare compere o di studiare con una motivazione nulla.

In un simile contesto, proviamo “sollievo” respingendo progetti, delegando agli altri o semplicemente non facendo nulla. Ma questo sollievo è temporaneo, esiste soltanto a breve termine e non rappresenta la soluzione al problema.
Condividere

uomo-scala-tramonto

Così facendo, inoltre, rinforziamo i pensieri negativi su di noi, sul mondo e sul futuro. Questo accade perché se non diamo la possibilità a noi stessi di agire, diventa impossibile vedere il lato positivo delle cose, ci ritroviamo isolati nel nostro piccolo mondo. Ci riteniamo degli incapaci, vediamo il mondo come un luogo ostile e il futuro appare privo di ogni speranza.

Per questo motivo, diventa necessario tirare fuori la forza di volontà, camminare anche quando i piedi pesano una tonnellata e proseguire pian piano, fino a quando non riusciremo a vedere le cose in modo diverso. Fino a che non scopriremo tutto ciò che c’è di buono e che ci aspettava là fuori.

Guarda anche