Non fatevi limitare dai pensieri distruttivi

· 21 aprile 2016

Man mano che evolve e cresce, l’uomo tende a crearsi una struttura mentale basata sulle esperienze vissute e sull’educazione ricevuta fin da piccolo. L’ambiente a voi circostante e le persone con cui siete cresciuti possono aver condizionato enormemente la vostra prospettiva del mondo. I pensieri distruttivi non sono altro che un’abitudine dalla quale, con perseveranza, ci si può disfare per vivere meglio.

Le persone che avete accanto possono influenzare il vostro modo di pensare soltanto se voi glielo consentirete. Siete i padroni dei vostri pensieri e soltanto voi siete in possesso della chiave che apre o chiude quella porta.

Ricordate, oltre alle vostre esperienze e ai successi della vita, quello che vi definisce è il vostro modo di pensare e di affrontare il mondo.

I pensieri distruttivi possono apparire in qualsiasi momento

Al giorno d’oggi, a causa dell’enorme quantità di informazioni a cui siamo esposti e alla facilità con cui ci è dato entrare in contatto con le persone, siamo molto più inclini ad avere una mente disordinata. Si è arrivati al punto in cui persino le persone emotivamente più sane possono avere pensieri distruttivi.

Chiunque sia stato vittima dei pensieri distruttivi sarà consapevole di quanto facciano male, e di come talvolta possano arrivare a distorcere la verità. In questo senso, appare strettamente necessario conoscere i pensieri distruttivi più comuni, imparando così a lasciarli andare senza prestarvi attenzione.

“Non esiste nulla di buono o di cattivo se il pensiero non lo rende tale.”

 – Hamlet – 

bambina-sbirciando-da-porta

La vita è fatta di sfumature, nulla è bianco o nero!

Uno dei pensieri distruttivi più comuni e piuttosto limitante è che nella vita non ci siano sfumature, che le cose sono bianche o nere. Fortunatamente, però, in realtà la vita è piena di tonalità e colori diversi che la rendono flessibile e speciale.

Pensare che sia tutto bianco o nero può portarci ad affrontare la vita in maniera troppo rigorosa, rendendoci incapaci di scorgere le diverse circostanze legate alle azioni degli altri (e alle nostre), e favorendo il crearsi di conflitti.

  • Come migliorare questo pensiero distruttivo? Per riuscirci, è fondamentale riflettere su quel pensiero in concreto, fare un passo indietro e osservarlo in prospettiva. Domandate ad altre persone cosa ne pensino e chiedete a voi stessi se quel pensiero è una verità assoluta o no. Sicuramente vi renderete conto che ci sono modi diversi per fare le cose.

La vita non è perfetta

“Qualsiasi cosa succeda, c’è sempre qualcosa che non va”. Questo pensiero distruttivo ed indubbiamente pessimista porta le persone a trovare ovunque degli ostacoli. Niente è perfetto! Eppure, sembra che la negatività sia una prerogativa dell’uomo.

Fortunatamente, nella vita nulla è perfetto e le imperfezioni esistono per impariamo e con esse ci nutriamo. È questa la bellezza di una realtà che ci permette di crescere come persone.

  • Come ci si può liberare di questo pensiero distruttivo? Nella vita, anche durante i periodi più problematici, è sempre possibile trovare una soluzione per sentirsi meglio. Se, però, vedete soltanto gli aspetti negativi, ripetetevi questa frase: “Non succede nulla, passerà anche questa”.

 “Chi è convinto di non saper fare qualcosa non lo farà mai, neanche avendone le possibilità.”

 – Indira Gandhi –

bambina-coniglio

L’invidia del volere ciò che hanno gli altri

“Lo voglio anche io” è un pensiero distruttivo che porta le persone a provare invidia nei confronti di altre. L’invidia è un chiaro segnale d’insicurezza e frustrazione nella persona che ne è vittima.

L’invidia è un sentimento che corrode l’anima, che rende amara la visione della vita stessa e, ciò che è peggio, sgretola qualcosa dentro di sé; il tutto solamente perché non si è come un altro.

  • Come allontanarsi da un simile pensiero distruttivo? Se di solito provate invidia, per prima cosa riflettete sul fatto che non fa bene alla vostra salute. Troppa negatività servirà solo a danneggiarvi, fino addirittura a farvi ammalare.

Anziché paragonare quello che avete adesso con quello che hanno gli altri, limitatevi a pensare a come era la vostra vita un tempo, e in che modo si è evoluta fino ad oggi. La vita è una scala, ci sarà sempre qualcuno su un gradino più in alto di voi, ma anche qualcuno più in basso.

 “Molta gente dà troppo valore a ciò che non è, e troppo poco a ciò che è”

– Malcolm Forbes –

Non provate invidia per gli altri, molto meglio essere grati per quello che si ha, così da superare quel sentimento e rendervi conto di quante cose positive ci siano nella vostra vita, che vi fanno stare bene con voi stessi e con chi vi circonda.

Immagini per gentile cortesia di Kelly Vivanco