Perché amare se stessi è importante?

3 settembre 2015 in Psicologia 62 Condivisi

Amare se stessi è l’inizio di una storia d’amore lunga tutta la vita.

Oscar Wilde

Quante volte avete sentito dire che volersi bene è importante? Davvero, se amate voi stessi potrete amare gli altri, o almeno così dicono. Voi cosa ne pensate?

Allora, se sembra così bello amare se stessi, perché scegliamo di fare l’opposto? Chi non vorrebbe amare se stesso? Oggi daremo una risposta a tutte queste domande.

Io scelgo di non amarmi

Forse non è il vostro caso, ma molte volte, di fronte ad una situazione o circostanze negative, solitamente agiamo in maniera opposta a quella che invece dovremmo adottare. Perché lo facciamo? Perché gioiamo di ciò che ci fa soffrire e stare male?

Cuore

Semplicemente è un modo “masochista” di affrontare quello che ci ha ferito e di avere il controllo, seppur momentaneo, su qualcosa che prima non siamo riusciti a controllare.

Nel caso scegliate di non amare voi stessi, forse lo fate perché vi risulta più semplice lasciare che gli altri pensino al posto vostro. Gli altri sono importanti, voi no. Sapete cosa scatena tutto questo?

1. Scuse

Avete mille e una scusa per credere che gli altri non vi debbano amare: non lo meritate, non siete importanti, siete sempre voi il problema, etc. Queste e molte altre scuse vi impediranno di amarvi e impediranno anche agli altri di farlo. Questo atteggiamento non farà altro che causarvi un’infelicità sempre più profonda.

2. Evitate rischi

In un primo momento, si potrebbe pensare che evitare i rischi è una cosa positiva, ma non è assolutamente così! Evitare i rischi di avere relazioni di amicizia o d’amore per non dovere sopportare un eventuale rifiuto o il dolore non è sano. Correre il rischio fa parte di noi perché… se tutto va per il verso giusto? Se poi siamo felici?

3. Non andate avanti

Vi bloccate, evitate di andare avanti per paura che tutto cambi. Questa è la paura più grande per tante persone. Uscite dalla vostra zona sicura! Siete sicuri, ma non andate avanti. Siamo tutti destinati a trovare qualcosa di più, un progresso. Altrimenti la nostra vita non avrebbe senso e non saremmo felici.

4. Fate i martiri

Oltre a non amarvi, vi piace che gli altri vi commiserino. In altre parole, che provino pena per voi. Sinceramente, vi sentite bene in questo ruolo di martiri?

Dietro a tutto il dolore che vi sforzate di provare, si nasconde una frustrazione e una paura non indifferenti. Invece di rifugiarvi nella parole di commiserazione degli altri, invece di alimentarvi di questo, cambiate! Ci sono altre uscite, non chiudetevi a riccio. Dovete andare avanti.

5. Vi autocommiserate

Oltre ad aver scelto di non amarvi, vi compatite. Questo potrà anche essere una valvola di sfogo, ma per quanto potrete continuare così? Il cambiamento, l’essere diversi vi spaventa.

Tristezza

Dovete cominciare ad affrontare le vostre paure in un altro modo. Provate a non nascondervi. Non cercate una via di fuga, tornate indietro ed affrontate quello da cui state scappando. È arrivato il momento.

6. Vi lamentate e protestate

Vi trasformate in persone che si lamentano continuamente e protestano per qualsiasi cosa. Ma, è curioso! Perché non fate assolutamente nulla per risolvere le situazioni che non vi aggradano e di cui vi lamentate. Risulta ironico, vero? Cosa aspettate per agire?

7. Cercate di fare i bravi bambini

Tornate indietro nel tempo con l’obiettivo di trasformarvi in quei bambini bravi e buoni che gli adulti si aspettavano diventaste. La perfezione non esiste. Commettiamo errori costantemente. Voler essere “perfetti” è totalmente inutile. Invece di crescere e maturare, diventerete più infantili. E a questo che puntate?

8. È impossibile vivere

Chi vive la vostra vita se non siete voi a farlo? Poiché dite di non essere degni della felicità, allo stesso modo non siete in grado di condurre le redini della vostra vita. Non sapete come vivere la vostra vita, come farvene carico. Cosa state aspettando? Iniziate a vivere la vostra vita adesso.

9. Gli altri sono più importanti di voi

Come vi abbiamo già anticipato, penserete sempre che gli altri siano più importanti di voi. Questo farà sì che la vostra vita sia quella degli altri. E la vostra vita? Non siete curiosi di sapere come potrebbe essere?

Se dopo aver letto questo articolo vi siete resi conto di non amarvi, allora trovate una soluzione! Non c’è un solo vantaggio nel non farlo, solo frustrazione, tristezza e una profonda infelicità. La vostra vita è vostra. Vivetela e godetevela al massimo perché ce n’è solo una. Cosa avete deciso di fare?

Guarda anche