Come rendere felici gli altri?

· 22 ottobre 2015

Passiamo la vita a cercare di essere felici. La felicità sembra essere il massimo obiettivo della nostra esistenza, ma a volte dimentichiamo una cosa… Il modo più semplice che tutti noi abbiamo a disposizione: rendere felici gli altri! Provate a pensarci. Non è così semplice come sembra, vero?

Come possiamo rendere felice qualcun altro?

La nostra felicità

Il primo passo, prima di cercare di rendere felici gli altri, è indagare sulla nostra stessa felicità. Siamo felici? Se lo siamo, abbiamo intrapreso il giusto cammino, ma se non lo siamo, dovremo prima cambiare alcune cose.

Ci sono dei muri che ci costruiamo da soli. Potremmo buttarli giù, eppure non vogliamo, ci afferriamo a loro come se potessero difenderci dagli altri, perché ci impediscono di mostrarci per quelli che siamo.

Ecco alcuni punti da tenere in considerazione per essere felici:

– Rancore: provare rancore ci porta a essere infelici. Non perdonare e continuare a rimanere arrabbiati con qualcuno, nonostante il tempo passi, ci renderà persone amareggiate e tristi.

– Positività: essere positivi non significa per forza essere felici anche quando la situazione ci è avversa. Essere positivi significa riuscire a vedere il lato buono delle cose, trarre insegnamento e maturare come persone grazie a ciò che ci accade, che sia positivo o negativo.

– Vedere i due lati della medaglia: è importante riflettere, considerare tutti gli aspetti di ciò che ci accade. Spesso ci preoccupiamo per questioni che non meriterebbero la nostra attenzione, e che ci provocano un mal di testa inutile. Prendiamo le cose con più filosofia, cerchiamo di rilassarci.

Passi per rendere felici gli altri

Esistono 8 semplici passi che possiamo seguire per rendere felice qualcuno, da un parente a un amico e persino uno sconosciuto.

Quante volte abbiamo aiutato qualcuno che ne aveva bisogno? Per esempio, tenendo uno sconosciuto sotto il nostro ombrello in un giorno di pioggia. Come ci siamo sentiti? Felici, vero? Bene, lo stesso vale per l’altra persona, che si sarà sentita contenta e piena di gratitudine. E la verità è che non ci è costato un grande sforzo: è stato solo un piccolo gesto generoso, che di sicuro ricorderemo a lungo.

1. Salutare

Il saluto viene spesso visto come un obbligo e se un giorno siamo di malumore, potremmo farlo di malavoglia. A quel punto, è preferibile non salutare. Quando salutiamo, dobbiamo farlo tirando fuori il nostro migliore sorriso, per mostrare il piacere che ci provoca riconoscere l’altra persona e regalarle un saluto sincero.

Può essere confortante anche salutare uno sconosciuto. Nelle grande città, questo gesto si è perso. Ma nei paesi più piccoli, con pochi abitanti, esiste ancora l’abitudine di salutare le persone con cui ci si incrocia anche se non le conosciamo, per rispetto.

2. Abbracciare

Abbracciare è una delle sensazioni più gratificanti che esistano. Gli abbracci ci fanno stare meglio, eppure non ne diamo tanti quanti dovremmo.

3. Aiutare

Aiutare non implica donare grandi quantità di denaro, iscriversi a una ONG o andare in capo al mondo per dare una mano ai più bisognosi. Esistono anche altri tipi di aiuto, come assistere una persona anziana che sta attraversando la strada, piantare un albero, non gettare la spazzatura per terra o spingere la macchina di uno sconosciuto che non riesce a farla partire. Tutto questo è aiutare.

Ogni giorno abbiamo mille occasioni di offrire il nostro aiuto. Il problema è che non lo vediamo o non vogliamo vederlo. Pensiamo che per aiutare ci sia bisogno di fare grandi cose, ma non è così. Un piccolo gesto può rendere felici sia gli altri che noi stessi.

4. Ringraziare

Ringraziate per tutto: se vi cedono il posto, se vi tengono aperta la porta per farvi passare, se si fermano per farvi attraversare la strada, se vi fanno un complimento… Ringraziare non è mai di troppo, nemmeno per i piccoli gesti o parole quotidiane che qualcuno ci dedica. Ringraziate anche per la compagnia di una persona: vi renderà più gentili, vi farà sentire persone migliori, e vi regalerà felicità.

5. Ascoltare

Tutti abbiamo bisogno di essere ascoltati in alcuni momenti, e per questo è bene essere i primi a saper ascoltare. Cercare di comprendere la persona che ci parla, di metterci nei suoi panni e di dare dei consigli quando è necessario ci farà sentire utili, perché la staremo aiutando.

Ma bisogna ascoltare davvero, senza giudicare ed essendo sinceri. Potete fare felice qualcuno semplicemente stando al suo fianco, aiutandolo e sostenendolo davvero.

6. Rimanere in contatto

Non è necessario aver bisogno di un favore o dover comunicare una notizia per chiamare qualcuno e chiedergli come sta. Oggi giorno comunicare con gli altri è facilissimo: perché non utilizzare questo mezzo per rendere felice qualcun altro?

Una semplice telefonata per chiedere se qualcuno sta bene, per porgergli un saluto e informarci sulle novità della sua vita aumenterà senz’altro la sua felicità.

7. Regalare

Non è necessario che sia un’occasione particolare. Semplicemente, quando vedete qualcosa che vi ricorda una persona cara perché sapete che le piacerà o perché vi fa pensare a lei, regalateglielo! Ve ne sarà grata, si sentirà importante per voi e molto felice. Un buon regalo è sempre sincero e disinteressato.

8. Condividere

Se avete qualcosa che non vi serve o che potete condividere con qualcun altro, fatelo! Non c’è sensazione più gratificante del condividere qualcosa con qualcuno che ne ha bisogno.