Strategie per sfruttare al massimo le ore di studio

· 3 febbraio 2017

Studiare è un compito che richiede sia concentrazione sia la capacità di focalizzare tutta la propria attenzione al fine di ottenere il massimo rendimento. Non si tratta di quanto tempo si passa sui libri, bensì di trarne il massimo beneficio.

È importante sviluppare buone strategie per non sprecare il tempo e non lasciarsi prendere dall’ansia al pensiero di essere valutati da qualcuno, e di dover imparare tutto il materiale affrontato in classe. Di seguito vi offriamo alcuni consigli che potranno tornarvi molto utili quando vi ritroverete a preparare un esame.

1-Cercate l’ambiente adeguato

È importante poter disporre di un luogo comodo in cui studiare, dove la luce e la temperatura siano adatte. Cercate un posto dove non vi siano troppe fonti di distrazione e dove non corriate il rischio di essere interrotti.

Può trattarsi di una stanza isolata e tranquilla dentro casa, così come di una biblioteca. Evitate luoghi dove siano presenti apparecchi tecnologici come la televisione, che potrebbero distrarvi o tentarvi.

silenzio

2-Preparate tutto l’occorrente prima di iniziare

Fate una lista di tutto quello di cui potreste avere bisogno. Interrompere la concentrazione durante una sessione di studio per cercare in continuazione del materiale dimenticato prima oltre ad essere controproducente, può rivelarsi una scusa per non cominciare mai. Posizionate sul tavolo tutto quello di cui avrete bisogno, come gli appunti di altre materie affini.

3-Fate piccole pause

Mantenere la concentrazione per 8 ore di fila è praticamente impossibile. Il nostro organismo ha bisogno di riposare e staccare dallo studio per qualche minuto. Gli esperti consigliano di realizzare pause di circa 15 minuti ogni due ore di studio. Non esagerate con i tempi di riposo (max 15 minuti), ma non dimenticate di farli, altrimenti la fatica influenzerà sulla vostra capacità di assimilare i contenuti.

la solitudine ragazza-con-tazza-tra-le-mani

4-Stabilite delle priorità

Non tutto ha la stessa importanza: stabilite delle priorità. Cominciate studiando quello che ritenete più importante, così da assicurarvi di dedicargli il tempo necessario. Lasciando le cose più difficili o complesse per ultime, potreste ritrovarvi ad essere troppo stanchi per affrontarle nel giusto modo. Una buona opzione è programmare la giornata di studio individuando da subito i compiti più importanti e il tempo che vi occorrerà per realizzarli.

5-Ricercate la motivazione

Ci sono giorni in cui mettersi a studiare diventa una vera e propria sfida. Proprio per questo motivo diventa fondamentale trovare la propria motivazione. Ad esempio, concedetevi un piccolo sfizio ogni volta che raggiungete un obiettivo. Stabilite fino a dove arriverete entro quella giornata e, una volta completato il compito, fate qualcosa che vi piace, come guardare un episodio della vostra serie preferita o uscire a bere qualcosa con gli amici.

6-Interiorizzate le nozioni apprese

Sappiamo tutti che non è lo stesso studiare matematica oppure storia – alcune materie prevedono che si imparino a memoria determinati concetti. Un modo per facilitare l’apprendimento consiste nell’interiorizzare quello che si è letto. Ciò non significa semplicemente leggere qualcosa fino a memorizzarlo, bensì comprendere quanto si legge e riuscire a spiegarlo con parole proprie.

Imparare le cose a memoria senza sforzarsi di comprenderle può essere utile se l’obiettivo è immagazzinare l’informazione nella mente sul breve periodo. Se, invece, volete mantenere le nozioni nel tempo, può tornare utile pensare ad esempi della vita quotidiana o collegarle ad apprendimenti precedenti.

7-Ascoltare musica

Non tutti raggiungono la concentrazione allo stesso modo. Ci sono persone che riescono a concentrarsi attraverso l’ascolto della musica – dipende tutto dal proprio metodo di studio e da quale materia si sta studiando. In generale, si tende a optare per la musica classica o chill-out. Soprattutto nelle materie che richiedono l’uso di creatività, la musica può facilitare di molto l’apprendimento.

8-Spegnete il cellulare

Se dovete studiare, evitate di tenere il cellulare accanto a voi. Controllare sempre l’email o il telefono vi porterà ad interrompere la vostra attività ogni tre per due, rendendo ancora più complicato ritrovare la concentrazione. Utilizzate le pause per guardate il cellulare o chiamare chiunque vogliate.

telefonino

9-Non studiate poche ore prima dell’esame

È controproducente. La cosa migliore è studiare nei giorni precedenti e dormire bene il giorno prima dell’esame. Alcuni studi hanno confermato che dormire dopo aver immagazzinato delle informazioni favorisca il consolidamento delle nozioni apprese. Per sfruttare al meglio la notte prima dell’esame, è bene dormire, anziché cercare di ripetere all’ultimo minuto concetti che non si consolideranno mai. La mancanza di riposo, inoltre, influirà negativamente sul rendimento durante l’esame.

Ciascuno di noi mette in atto le strategie che ritiene migliori per raggiungere un rendimento ottimo. Per questo, le indicazioni che vi abbiamo fornito vanno gestite e interpretate secondo il vostro punto di vista obiettivo. L’attenzione, la motivazione e la concentrazione sono variabili fondamentali che bisogna imparare a manovrare correttamente per poter dare il meglio di sé.