Se volete vivere mille vite, leggete

· 17 gennaio 2017

Posso essere un’esploratrice, un vampiro, un elefante, una gazzella, un pupazzo, una montagna o una stella. Mi basta leggere un libro per viaggiare e trasformarmi, i libri mi permettono di vivere mille vite e di imparare da ognuna di esse.

Negli anni 30, due ragazzi spagnoli stabilitisi a Cuba, decisero di aprire un’azienda di sigari. Nella loro fabbrica, i torcitori di sigari avevano lunghissime giornate lavorative e, per passare il tempo, uno degli operai leggeva loro dei romanzi.

“Che altri si vantino delle pagine che hanno scritto; io sono orgoglioso di quelle che ho letto”

-Jorge Luis Borges-

Il libro che amarono di più fu Il Conte di Montecristo di Alexander Dumas, il che aiutò i lavoratori ad aumentare la loro produttività e a creare sigari di prima qualità. È per questo motivo che decisero di chiamare quei sigari “Montecristo”.

Questo semplice aneddoto ci insegna che leggere ci dona un paio di ali, stimola la nostra immaginazione e ci permette di vivere una vita diversa, di sognare quei luoghi che non conosciamo, di sentire le emozioni più intense, di amare le persone che non conosciamo, di suonare o di volare.

I benefici della lettura

Quando leggiamo, non solo ci identifichiamo con i diversi personaggi dei libri, ma riusciamo a capire come sono i luoghi che non conosciamo, le abitudini che non abbiamo mai visto e ciò ci permette di essere più sensibili nei confronti del mondo che ci circonda e delle persone che abbiamo attorno.

Oggi analizzeremo alcuni dei benefici della lettura. Leggere, infatti, aiuta a migliorare l’empatia, la creatività e la memoria, a combattere malattie come l’Alzheimer e lo stress, a sviluppare l’intelligenza e la capacità di conversare e di ascoltare.

Leggere ci trasforma in persone più empatiche

Nel 2013, diversi studiosi dell’Università Emory (USA) condussero uno studio per confrontare il cervello dei lettori e quello dei non lettori. Una delle conclusioni alle quali giunsero è che i lettori, poiché utilizzano la propria immaginazione per capire le emozioni dei personaggi dei libri, in generale sono persone più empatiche.

Leggere aumenta la capacità di comprendere come si sentono gli altri, il che è un’abilità fondamentale per svilupparsi in diversi ambiti, come la amicizia, la famiglia, le relazioni di coppia e il lavoro.

coppia-abbraccio

L’abitudine della lettura aiuta a migliorare la memoria

Diversi studi sono giunti alla conclusione che, se non utilizziamo la memoria, finiamo per perderla. Per questo motivo, tra le altre attività, è consigliabile fare dei cruciverba o dei sudoku oppure leggere per mantenere ben lubrificati gli ingranaggi mentali che si occupano della nostra memoria.

“La lettura rende un uomo completo, la conversazione lo rende agile di spirito e la scrittura lo rende esatto”.

-Sir Francis Bacon-

La lettura ci aiuta a ricordare i fatti che sono accaduti, le situazioni in cui si sono ritrovati i personaggi, i conflitti che leggiamo nei romanzi e la vita dei protagonisti che ogni autore ci illustra nei suoi libri o nei suoi testi. Questo modo di esercitare la memoria aiuta a rafforzare la nostra intelligenza.

La lettura aiuta a ridurre lo stress

Stando agli studi condotti dal Dottor Davis Lewis, la lettura riduce i livelli di stress del 68% e ci aiuta a rilassarci perché riduce il ritmo cardiaco. Bastano sei minuti di lettura al giorno per ridurre in modo significativo lo stress.

Quando leggiamo, la nostra mente ci trasporta in altri luoghi. In questo modo, se, per esempio, abbiamo avuto una giornata difficile al lavoro, la lettura ci aiuta a staccare la nostra mente e a distrarci, e ci dona il relax necessario per trascorrere un momento piacevole senza dover pensare ad altro.

La lettura riduce il rischio di soffrire di Alzheimer

Relazionata alla perdita della memoria è, ovviamente, l’Alzheimer. Diversi studi hanno dimostrato che la lettura è un ottimo strumento per ridurre il rischio di soffrire di Alzheimer, poiché stimola il cervello e aiuta le sue cellule a entrare in connessione e a crescere.

Nel 2001 diversi ricercatori dimostrarono che le persone anziane che leggono in modo regolare o che fanno esercizi mentali hanno minori probabilità di sviluppare questa malattia. Per questo motivo, vi consigliamo di adottare questa semplice abitudine tutti i giorni e di allenare un po’ il vostro cervello.

La lettura aiuta ad essere oratori e scrittori migliori

La lettura ci aiuta ad essere oratori migliori perché, quando leggiamo, acquisiamo nuovi vocaboli ed impariamo nuovo lessico. Questo apprendimento ci aiuta anche a scrivere meglio e a conversare con più scioltezza, perché riusciamo a sfruttare la lingua al meglio per esprimere i nostri pensieri.

Una persona che legge non solo ha vissuto diverse vite attraverso i personaggi delle storie, ma conosce anche molti temi di conversazione e ha una grande capacità di ascoltare gli altri e di osservare con attenzione.

Contemplare e vivere mille vite

Leggendo riuscirete a vivere la vita di un avventuriero nella Foresta Amazzonica, di un re in un paese immaginario, di un orangotango nella giungla. Ogni pagina inonderà la vostra anima e aumenterà sempre di più il vostro amore per la lettura. Perché, in fondo, leggere è soprattutto un grande piacere, per niente caro e di facile accesso.

avventure

Non solo vivrete vite presenti, ma anche passate e future, poiché un libro vi permette di viaggiare nel tempo e di scoprire come vivevano i vostri antenati o di immaginare come saremo in futuro. Leggere è come sognare a occhi aperti e come aprire gli occhi a mille realtà diverse.

“La lettura di un buon libro è come un dialogo continuo in cui il libro parla e l’anima risponde”.

-André Maurois-