3 abitudini giornaliere per un cervello più giovane

· 6 luglio 2016

Per molte persone non ricordare le cose è un’abitudine. Avvertono un certo peso a livello mentale quando devono organizzare la propria giornata o i propri obiettivi o, semplicemente, quando devono trovare le giuste risorse per affrontare la vita di tutti i giorni.

Se si tratta del vostro caso e avete condiviso questi pensieri con chi vi circonda, di sicuro avrete sentito commenti come “è la vecchiaia”, che cercano di togliere peso e serietà alla questione.

In questo caso, bisogna ricordare che l’evoluzione dell’agilità mentale non sempre ha a che vedere con gli anni che passano. Il cervello è il processore del nostro organismo. Mantenendo la sua plasticità neuronale, anche tutte le funzioni delle quali si occupa continueranno ad essere intatte.

A questo proposito, è sempre possibile ottenere gli strumenti o i consigli migliori per preservare le nostre funzioni cerebrali e mantenere il cervello in forma come quello di un bambino o di un adolescente. In questo modo, è possibile godersi un cervello giovane, sano e con tutto il potenziale necessario per non dimenticare più niente.

Profilo di un uomo

Sono molti i personaggi importanti nel mondo della scienza, della politica e della cultura diventati famosi perché hanno condotto un processo di apprendimento e sviluppo della propria persona con un cervello sempre giovane, senza mai perdere le proprie facoltà mentali. Quindi, perché alcune persone patiscono un invecchiamento cerebrale più significativo di altre?

“Il mio cervello è la chiave che definisce la mia mente libera”.

-Harry Houdini-

Diversi studi scientifici hanno scoperto che questa differenza si deve al processo di invecchiamento cerebrale. Oggi vogliamo condividere con voi 3 abitudini quotidiane consigliate dalla scienza che vi aiuteranno a mantenere un cervello più giovane.

Leggere di più

La lettura ci permette di visualizzare e di creare un mondo completamente nuovo grazie alle pagine che assaporiamo. Questa attività ci aiuta a stimolare e a sviluppare il pensiero attivo, quel tipo di pensiero che fa lavorare al massimo i neuroni che formano il cervello.

Grazie al lavoro costante dei neuroni durante la lettura, impediamo essi di deteriorarsi e di morire, poiché, grazie alla loro plasticità, ne facilitiamo l’ingrandimento e favoriamo lo sviluppo di nuovi modi per comunicare le informazioni.

Per questo motivo, vi spingiamo ad adottare la sana abitudine di leggere in modo più costante. Cercate di ricordare la storia e gli eventuali avvenimenti creati dalla vostra mente o i diversi lieti fini nati dalla lettura stessa. Leggendo, attivate la vostra creatività, un modo diverso e divertente per esercitare il cervello.

In questo modo, non perderete il vostro lato artistico, quel lato che tutti gli esseri umani devono sviluppare per diventare persone più sensibili di fronte alle gioie della vita.

Allenare la respirazione

Sono molte le persone che, in seguito ad un incidente o ad esperienze o situazioni gravi, in pochi secondi senza ossigeno hanno perso alcune capacità cerebrali. Questo si deve al fatto che l’ossigeno permette il corretto funzionamento dei neuroni cerebrali ed è per questo che è necessario mantenere il cervello sempre ben ossigenato.

Sapere come respirare è una delle abitudini più sane che esistano, poiché ci spinge a dare importanza agli effetti negativi del fumo e favorisce lo sviluppo delle giuste pratiche di respirazione e abitudini per prendersene cura. Parliamo di attività che ci permettono di restare vicini alla natura, nei parchi, nei boschi o in campagna. Vi consigliamo anche di fare dell’attività fisica, come correre o nuotare, che vi aiuterà a capire come si respira nel modo corretto.

braccia di una donna che medita

Uscire dalla propria zona di comfort

Di solito la routine non è un buon alleato di un cervello giovane e sano. Rimanere immersi in ciò che si conosce, infatti, non favorisce la ricerca di nuove strade e trame cerebrali che ci aiutano a considerare opzioni diverse. A questo proposito, dovete cercare nuove sfide o potete fare una lista di quegli aspetti personali che vorreste migliorare.

Non bloccatevi di fronte ai problemi di tutti i giorni aspettando che siano gli altri a trovare la soluzione di cui avete bisogno. Adottare quest’abitudine vi aiuterà a stimolare le vostre connessioni cerebrali e vi impedirà di mettere da parte la vostra essenza, quella che vi permette di trovare sempre le forze necessarie per sviluppare tutto il vostro potenziale e, quindi, vivere appieno la vostra vita.

Per passare il tempo, fate giochi o attività che vi risultano più complicati, come i cruciverba o il sudoku. Ricordate che il nostro cervello cambia in continuazione durante la nostra vita ed è sempre possibile imparare e acquisire nuove abilità, mantenendolo giovane, sano e forte.

“Qualsiasi uomo, se lo vuole, può essere scultore del proprio cervello”.

-Santiago Ramón y Cajal-