Aforismi di Walt Whitman sulla vita

21 Gennaio 2020
Gli aforismi di Walt Whitman sono come un balsamo per lo spirito. Esaltano la vita e la felicità che deriva dall'essere vivi, anche quando dovette affrontare in prima persona svariati momenti difficili e dolori nel corso della sua vita.

Gli aforismi di Walt Whitman sono citazioni del padre della poesia moderna. Rappresentano anche la voce di un uomo che forse ha venerato la vita come nessun altro. Un uomo che ha scatenato polemiche e scandali, ma che non ha mai smesso di commuovere.

Whitman ci ha lasciato una poesia che mirava dritto al cuore. Si allontanò dai canoni e dalle tematiche complicati. Anche per questo viene considerato il padre del verso libero, colui che cerca semplicemente di lasciar parlare il cuore, senza mettere da parte la ragione, ma impedendo che prevalga.

Gli aforismi di Walt Whitman sono anche i versi delle sue poesie. Non è facile captare il senso complesso al di fuori del contesto di ciascun componimento, ma alcuni racchiudono un enorme valore in sé. A seguire vi presentiamo alcuni aforismi che trasmettono parte di quel grande amore per la vita che questo poeta riusciva a mettere in scena attraverso i suoi versi.

Spingi lo sguardo il più lontano che puoioltre quello è l’illimite spazio, conta il più alto che puoioltre quello vi è il tempo infinito.

-Walt Whitman-

Aforismi di Walt Whitman sull’obbedienza

Le frasi di Walt Whitman riflettono un rivoluzionario del pensiero e della parola. Non seguì mai protocolli, né rispettò mai del tutto le leggi o i costumi della sua epoca. Era dotato di un senso di ribellione allegro, pieno di vita e contagioso.

Uno dei suoi versi recita: “Resisti molto e obbedisci poco”. In questa breve frase è racchiusa buona parte dell’essenza di questo grande poeta. Era un vero innovatore e per questo non era da lui emulare o seguire passivamente ciò che gli veniva tramandato; preferiva creare da zero.

Aforismi di Walt Whitman

Il futuro

Si parla molto dell’incertezza tipica del futuro. Il tempo, tuttavia, è indefinito. Il presente in un istante diventa passato. E il domani in un secondo è già presente.

Una delle citazioni di Walt Whitman mira esattamente a demistificare questi luoghi comuni associati al tempo. E recita così: “Il futuro non è meno incerto del presente”. E aveva ragione. Cosa c’è di così rassicurante nel presente da renderlo meno incerto del futuro?

La semplicità negli aforismi di Walt Whitman

Uno dei valori maggiormente presenti nella poesia di Whitman è la semplicità, che non entra mai in conflitto con la profondità. Questo poeta riteneva che la parola dovesse essere genuina e non nascondersi dietro termini complicati o strutture complesse.

Una delle sue frasi recita: L’arte dell’arte, la gloria dell’espressione, il lume solare della lettura è la semplicità. Si tratta di un’esaltazione di quanto più autentico esista. In realtà, è molto difficile trasmettere idee profonde con parole semplici. Invece, è più comune fare l’opposto: vedere idee semplici espresse in modo complicato.

Albero e tramonto

Foglie d’erba

L’opera più emblematica di Whitman è stata Foglie d’erba. Il titolo ci riporta a ciò che definiva l’identità di questo scrittore. La natura, pura e semplice, è nel cuore delle sue poesie. Egli celebrava la vita in tutte le sue forme, come se fosse un miracolo.

Questa affermazione lo lascia intendere molto chiaramente: “Il più piccolo germoglio dimostra che non c’è morte in realtà; e che se mai ci fosse, porterebbe verso la vita”. Significa che la vita come concetto in sé è eterna. Ogni forma di vita, quindi, sembra avere una fine solo per poi rinascere in qualcosa di nuovo.

Vincere e perdere

Whitman si interessò sempre a temi politici. Inoltre, lavorò come infermiere volontario durante la guerra civile americana. Il dolore e la miseria a cui assistette nel campo di battaglia lo colpirono profondamente.

Questa esperienza ispirò l’opera Taccuini della guerra di secessione. Anche molti dei suoi versi furono dedicati a questo tema. Uno di questi recita: “Le battaglie si vincono e si perdono con identico cuore”. Con queste parole,l pone l’enfasi sulla lotta più che sul trionfo o sulla sconfitta.

Donna guerriera

Tutto è effimero: aformismi di Walt Whitman

Nonostante fosse un uomo pieno di speranza, la vita di Walt Whitman non fu facile. Durante l’infanzia dovette affrontare problemi economici. Iniziò a lavorare a 11 anni e dovette sovvenzionare l’edizione della sua prima versione di Foglie d’erba.

Negli ultimi anni di vita fu colpito da un ictus che lo rese invalido. Fu per lui motivo di sofferenza dare ordine di costruire il proprio mausoleo, preparandosi alla morte; proprio lui, che amava la vita. Una delle sue frasi recita: “Cogli la rosa quando è il momento, ché il tempo, lo sai, vola, e lo stesso fiore che sboccia oggi, domani appassirà”.

Gli aforismi di Walt Whitman

La contraddizione

Uno degli aforismi di Walt Whitman recita: “Mi contraddico? Certo che mi contraddico! Sono grande, contengo moltitudini“. È chiaro che il suo era un mondo multidimensionale, in cui agivano le leggi della logica senza tuttavia predominare.

Whitman viveva in un mondo in cui a prevalere era la logica o, almeno, questo era quello che il razionalismo cercava di imporre. Dimostrò che l’essere umano non è solo comune logica, ma anche quella sfumatura che i razionalisti tanto condannano: eterne contraddizioni.

Walt Whitman segnò un prima e un dopo nella poesia. Ma al di là di questo, ci ha lasciato in eredità meravigliosi versi che sono come un balsamo. Fu un coraggioso, perché osò rivendicare la felicità e la speranza in un’epoca che scarseggiava di entrambi i valori.

Alegría, F. (1954). Walt Whitman en Hispanoamérica (Vol. 5). Ediciones studium.