Ansia e problemi cardiaci: quali differenze?

Un attacco di cuore non ha nulla a che fare con un attacco di ansia, sebbene possano produrre sensazioni simili. In questo articolo parleremo delle differenze tra ansia e problemi cardiaci.
Ansia e problemi cardiaci: quali differenze?
Laura Ruiz Mitjana

Scritto e verificato da la psicologa Laura Ruiz Mitjana.

Ultimo aggiornamento: 23 ottobre, 2022

Un attacco d’ansia e un infarto possono produrre sintomi simili a livello fisiologico, ma non vanno confusi. In questo articolo parleremo di 8 differenze tra ansia e problemi cardiaci (o attacco d’ansia vs. attacco cardiaco) che possono aiutarci a stabilire se ci troviamo in una situazione o nell’altra.

È importante sottolineare, come ci assicurano i cardiologi, che non tutti i pazienti che soffrono di infarto presentano sintomi caratteristici, né tutti i pazienti che presentano sintomi X di infarto ne soffrono. E lo stesso vale per l’ansia.

Quali sono i sintomi di un infarto?

Un attacco di cuore si verifica quando una parte del cuore non riceve abbastanza sangue. Questo di solito accade perché un’arteria che fornisce sangue al cuore si blocca. I sintomi comuni di un infarto includono:

  • Dolore o pressione al petto.
  • Cuore martellante o in corsa.
  • Sensazione di vertigini o svenimento.
  • sudorazione, compresi sudori freddi
  • Dolore o fastidio nella parte superiore del corpo, come mascella, collo, braccia, spalle o schiena.
  • Respirazione difficoltosa.
  • Nausea o vomito.
  • Sensazione di morte imminente.

Un infarto può essere pericoloso per la vita, quindi non aspettare per vedere se i sintomi scompaiono. Rivolgiti immediatamente a un medico se hai segni di infarto.

Quali sono i sintomi di un attacco d’ansia?

Un attacco d’ansia è un attacco improvviso di paura o di ansia opprimente. Questi attacchi non sono pericolosi per la vita, ma interferiscono con la sua qualità e il benessere mentale.I sintomi di un attacco di panico includono:

  • Sensazioni improvvise di forte ansia e paura.
  • Dolore al petto.
  • Respirazione difficoltosa.
  • Sensazione di morte imminente.
  • Cuore martellante o in corsa.
  • Sudore.
  • Tremori o tremori.
  • Debolezza o vertigini.
  • Mal di stomaco o nausea.

Le persone che hanno attacchi di ansia regolarmente o spesso possono avere un disturbo di panico, un tipo di disturbo d’ansia. Ma un attacco di panico isolato può capitare a chiunque, anche senza una diagnosi.

Le 8 differenze tra ansia e problemi cardiaci

Quali differenze troviamo tra ansia e problemi cardiaci? Parliamo delle differenze più rilevanti che possono aiutarci a fare una buona diagnosi differenziale.

Tuttavia, per chiunque si trovi in una condizione che si adatta a quella che descriviamo, è bene ricordare che una corretta diagnosi va sempre fatta da un professionista.

Donna con crisi d'ansia

1. Tipo di dolore toracico

Nell’infarto, il dolore toracico è caratterizzato da una sensazione di costrizione, pesantezza o disagio molto intenso. In questo senso, i pazienti lo definiscono spesso come “una lastra al petto ” o come “dolore mai provato prima”. D’altra parte, nell’ansia (o in un attacco d’ansia), il dolore è di un altro tipo. Di solito è un dolore simile a quello di una puntura.

2. Posizione del dolore

Un’altra differenza tra ansia e problemi cardiaci è la posizione di quel dolore al petto. In un infarto, il dolore è localizzato diffusamente dietro lo sterno.

Come affermato dal Dr. Pizarro, è un tipo di dolore che si irradia alla spalla e al braccio sinistro, alla parte anteriore del collo o alla mascella.

D’altra parte, in un attacco d’ansia, il dolore si trova in un punto più specifico; può essere puntato con il dito, generalmente nell’area inframammaria.

3. Durata del dolore: ansia e problemi cardiaci

Sebbene in ogni caso la durata del dolore possa variare molto, generalmente nell’infarto il dolore dura diversi minuti, e può diventare persistente. Secondo gli specialisti, questo dolore viene mantenuto o aumenta di intensità.

Al contrario, nell’ansia, il dolore può durare da secondi a giorni. Cioè, può essere un dolore molto più lungo, ma anche molto più breve.

4. Il dolore cambia a seconda della postura

In un attacco di cuore, nessun movimento può alleviare il dolore al petto. Tuttavia, in un attacco d’ansia, può essere alleviato con tecniche di respirazione profonda.

Anche con certi movimenti o con la deglutizione stessa. Inoltre, in questo secondo caso (in ansia), il dolore si riproduce alla palpazione.

5. Disturbi respiratori

Un’altra delle principali differenze tra ansia e problemi cardiaci, al di là del tipo di dolore toracico, ha a che fare con disturbi o sintomi respiratori. Nell’ansia, questo tipo di sintomo compare frequentemente. In questo senso, è un sintomo che fa parte dell’iperattivazione del sistema nervoso autonomo simpatico, tipico dell’ansia. Si manifesta attraverso una sensazione di soffocamento o iperventilazione…

Al contrario, i disturbi respiratori non sono caratteristici dei problemi cardiaci. Pertanto, la persona che ne soffre può respirare normalmente. In questo senso, potreste avere difficoltà a respirare, ma non è così comune che compaia l’iperventilazione (e se lo fa, è a causa dell’ansia).

6. Sensazione di perdita di controllo

La sensazione di perdita del controllo è un sintomo cognitivo o psicologico caratteristico dell’ansia. Soprattutto attacchi d’ansia.

D’altra parte, in un attacco cardiaco, come un problema cardiaco, questo sintomo di solito non compare. Pertanto, a meno che il problema cardiaco stesso non causi una crisi d’ansia, questo sintomo non deve manifestarsi.

Uomo con crisi d'ansia

7. Sensazione di formicolio e intorpidimento

Un’altra differenza tra ansia e problemi cardiaci (o attacco d’ansia vs attacco di cuore ) è la sensazione di formicolio. Questo appare frequentemente nell’ansia sotto forma di intorpidimento e formicolio alle braccia e alle gambe.

Inoltre, queste sensazioni sono spesso accompagnate da brusche punture. Al contrario, in un infarto si ha un intorpidimento uniforme, senza variazioni, e questo di solito colpisce solo una parte del corpo.

8. Altri sintomi di ansia e problemi cardiaci

In un infarto, oltre al dolore toracico, compare anche: nausea, dolore alla bocca dello stomaco, sensazione di bruciore al petto… Nell’ansia, compaiono tipicamente una sensazione di formicolio alle dita e tremori.

Avere un attacco di ansia è molto diverso da avere un attacco di cuore. Sebbene ansia e problemi cardiaci possano condividere elementi comuni (come disagio soggettivo, dolore o pressione toracica, ecc.), sono tutt’altro che la stessa cosa.

Pertanto, è importante identificare i sintomi caso per caso perché, come abbiamo visto, si tratta di patologie che presentano notevoli differenze (soprattutto in relazione al tipo di dolore toracico). Infine, insistiamo sul fatto che una diagnosi affidabile dovrebbe essere sempre eseguita da un professionista.

Potrebbe interessarti ...
Tre cose da non fare quando si soffre di ansia
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
Tre cose da non fare quando si soffre di ansia

Se si soffre di ansia non serve a nulla sentirsi dire certe frasi. Possiamo calmarci per qualche minuto, ma poi si presenterà ancora più forte.




I contenuti di La mente è Meravigliosa hanno uno scopo puramente informativo ed educativo. Non sostituiscono la diagnosi, la consulenza o il trattamento professionale. In caso di dubbi, è consigliabile consultare uno specialista di fiducia.