Il Regno delle Donne: scoprite l’affascinante cultura dei Moso!

· 26 ottobre 2015

Un angolo di terra isolato, tra il Tibet e il sudest della Cina, sulle catene montuose dell’Himalaya. Un angolo in cui le donne hanno deciso di non sposarsi mai, senza rinunciare ai figli, e alla presenza di padri responsabili… Si tratta della popolazione dei Moso.

I Moso, conosciuti anche come Mosuo, sono una popolazione organizzata in società matriarcali. La loro cultura è stata di recente portata alla luce dal canadese John Lombard, cofondatore della Mosuo Cultural Development Association, un’organizzazione che ha l’obiettivo di finanziare diversi progetti per preservare questa etnia e la sua interessante cultura. Li aiutano sia con beni materiali che culturali, ma facendo attenzione a rispettare sempre le loro decisioni.

L’interessante cultura dell’etnia Moso

L’etnia Moso è composta da una scarsa popolazione, che vive ai confini del Tibet e che ha una cultura molto particolare e diversa da tutte le altre. E la cosa più importante di tutte è che il loro modo di vedere la vita li rende davvero felici.

Una caratteristica della cultura del Moso è che nella loro società non esistono i matrimoni. Le donne hanno deciso di non sposarsi e di rimanere ad abitare per tutta la vita insieme ai propri genitori, ma senza rinunciare ad avere dei figli. Sono loro a decidere quando e con chi vogliono avere rapporti sessuali. Quando acconsentono, il loro partner si presenta durante la notte a casa loro, arrampicandosi sulla finestra per trascorrere una notte romantica mentre il resto della casa dorme… è dal loro amore che le donne Moso hanno dei figli. Si tratta di unioni che, a differenza del matrimonio, non presuppongono né la convivenza né la condivisione di una proprietà in comune.

Se volete approfondire l’argomento, vi invitiamo a guardare questo documentario realizzato da Francesca Rosati Freeman in cui si parla della Cultura Moso e del modo in cui vengono percepite le relazioni di coppia:

Ma… Come fa un uomo Moso a sapere che è arrivato il momento in cui può arrampicarsi fino alla finestra di una donna?

Tutto ha inizio attraverso danze e feste popolari. Se a una donna Moso piace un uomo, durante uno di questi eventi gli solleticherà il palmo della mano con il dito indice, e questi le regalerà la sua cintura. Quando lei vorrà, appenderà la cintura alla sua finestra per indicare all’uomo che è invitato a passare la notte con lei. In altri casi, la coppia ne parla direttamente a voce, senza pregiudizi.

Al contrario di quanto può sembrare, i Moso non sono per nulla promiscui: semplicemente, sono abbastanza liberi da capire che una relazione d’amore non può sempre durare per tutta la vita, anche se alcune di queste coppie in realtà rimangono unite. Di fatto, non è accettato avere più di un partner contemporaneamente.

I bambini Moso

Per quanto riguarda i bambini, questi vivono con la madre nella casa familiare in cui convivono nonni, genitori e figli. In queste case gli uomini dormono in camerate comuni, mentre le donne hanno stanze private per poter avere il controllo delle loro relazioni intime. I rapporti sessuali si possono portare a termine solo nella stanza della donna e sempre in modo discreto, anche se durante la giornata la coppia può mostrarsi apertamente in pubblico, per esempio tenendosi per mano.

Anche se non è molto comune, quando il padre decide di voler farsi carico dell’educazione dei figli insieme alla madre, deve presentarsi nella casa familiare e portare dei doni alla matriarca. Se questa lo accetta, lui entrerà a far parte della famiglia come “membro onorario” e avrà diritto a far visita al figlio e a vivere nella casa quando lo desidera. Nella cultura Moso, gli uomini sono i responsabili dei figli, delle loro sorelle, delle zie e delle nipoti, è questa la loro principale responsabilità.

Un altro aspetto interessante di questa cultura è che i bambini vengono educati sin da piccoli all’idea che non bisogna aspettarsi di incontrare un partner ideale che durerà per tutta la vita. In questo modo, si evitano delusioni amorose ed emotive in futuro. Di fatto, quando una coppia Moso decide di separarsi non c’è alcun tipo di conflitto o impatto emotivo nel bambino, e nemmeno litigi sulla divisione delle proprietà comuni, perché non ce ne sono mai state.

Anche se dal di fuori ci può sembrare una cultura strana rispetto ai nostri canoni occidentali, questa società funziona così da anni. D’altra parte, chi decide di spostarsi in città per trovare lavoro, deve adattarsi ai matrimoni convenzionali. La cultura Moso, infatti, viene preservata solo lì, in quell’angolo di terra isolato sulle catene dell’Himalaya.

E voi, che cosa ne pensate?