Avete una personalità creativa?

· 8 maggio 2015

Le persone creative hanno sviluppato una maggiore sensibilità e ricettività rispetto al mondo che le circonda. Allo stesso tempo, hanno la capacità di indagare a fondo dentro se stesse, alla ricerca di sensazioni, emozioni, idee e nuove opzioni di fonte a certe situazioni.

Quando si parla di personalità creative, non bisogna avere in mente soltanto la tipica immagine dell’artista davanti alla tela oppure dello scrittore davanti a un foglio bianco. La creatività è presente in tutti i tipi di discipline e di abilità, è un tipo di personalità caratterizzata da una mentalità aperta e dalla capacità di innovare. A volte si tratta anche di persone molto intuitive e sensibili che spesso, proprio per questo motivo, si sentono incomprese.

Alcuni ricercatori, come L. Oyvind Martinsen,della Norwegian Business School, hanno dedicato studi specifici su questo profilo, quello della personalità creativa. Secondo le sue ricerche, queste persone hanno anche un lato negativo, caratterizzato da problemi di tipo relazionale, instabilità emotivi e, di conseguenza, maggiori problemi di rendimento, pur essendo molto creativi. Ma vediamolo nel dettaglio!

Tratti della personalità creativa

1. Intelligenza connettiva

L’intelligenza connettiva ha a che fare con l’immaginazione e l’innovazione. Sono persone a cui piace stare a metà strada tra la realtà e la fantasia: riconoscono la realtà, ma amano andare oltre. Per esempio, si divertono nell’immaginare come si potrebbe considerare una situazione da punto di vista diverso. In alcune occasioni possono trovare piacevole il contatto umano, ma molto spesso preferiscono i momenti di solitudine e isolamento, durante i quali sviluppano le loro idee, i loro pensieri e le loro emozioni.

2. Bisogno di originalità

Evitano le regole e i convenzionalismi. Non si tratta tanto di un atto di ribellione, quanto di un bisogno personale: quello di non diventare una fotocopia degli altri. Le persone creative sfidano le regole, perché queste non le soddisfano, ma è un vizio che potrebbe anche metterle nei guai.

3. Motivazione

Adorano intraprendere compiti difficili da cui possono imparare qualcosa, e le loro idee e sfide personali sono sempre guidate da una forte motivazione. Questa spinta, questo brio personale e questa dedicazione molte volte le rendono diverse da altre persone, e per questo tendono a preferire il lavoro solitario.

4. Ambizione

Questo tratto può non essere presente in tutte le persone creative, perché esistono delle differenze. Ci sono persone che, semplicemente, si godono i propri successi in solitudine, senza bisogno di dimostrare niente a nessuno. Altre, invece, sentono il bisogno di attirare l’attenzione e di avere un certo riconoscimento sociale. Vogliono avere un’influenza sugli altri e che i loro sforzi, le loro idee ed i loro successi vengano riconosciuti.

5. Flessibilità

Le persone creative vedono le cose da mille punti di vista diversi, a loro non basta un’unica opzione. La vita e la realtà sono per loro piene di strade e di diverse prospettive, che non vedono l’ora di conoscere.

6. Bassa stabilità emotiva

Ve l’abbiamo già indicato poco fa, una personalità creativa a volte porta con sé dei cambiamenti repentini nello stato d’animo. Questi cambiamenti possono essere dettati dal fatto che l’ispirazione non arriva o dal sentirsi insicuri, incompresi, dalla perdita di fiducia nelle proprie capacità. Queste persone possono alternare giorni di splendore e ottimismo a momenti di decadenza.

7. Problemi relazionali

È comune che non siano esigenti soltanto con se stessi, ma anche con gli altri. Si tratta di persone ostinate e allo stesso tempo sensibili, un mix emotivo che li porta ad alternare periodi di isolamento a momenti in cui cercano la vicinanza con gli altri. Possono sentirsi incompresi, tenuti poco in considerazione oppure possono pensare che il mondo stia inesorabilmente percorrendo una strada, mentre loro sentono il bisogno di sceglierne un’altra.

Martinsen afferma che le dimensioni più importanti della personalità creativa sono l’intelligenza connettiva e la flessibilità, perché sono i due tratti che favoriscono maggiormente il pensiero creativo e l’ingegno. Questi due aspetti sono anche quelli che tutti noi possiamo sviluppare, con la pratica.

Gli altri tratti caratteriali, invece, hanno a che fare con le nostre emozioni. Queste dimensioni sono più complesse, ma possono in parte essere controllate e canalizzate, sempre senza arrivare a estremismi problematici. Essere creativi è senz’altro una virtù, ma, come tutto nella vita, bisogna trovare un equilibrio se si vuole raggiungere la serenità e la felicità.