Sei bella quando mostri le tue imperfezioni

· 18 marzo 2016

Vesti capi d’abbigliamento belli e alla moda, ti pettini, segui la dieta per dimagrire, usi le creme per mascherare le tue imperfezioni, i tacchi per sembrare più alta, il trucco per risaltare la tua bellezza. Tuttavia, la tua vera bellezza sta dietro a tutto ciò, sei tu, con la tua infinita imperfezione e il tuo essere donna.

Chi decide cosa è bello? Nessuno può importi cosa significa la parola “bello”, se sei bella oppure no, e per questo devi apprezzare chi sei e devi proiettare questa tua bellezza su tutti gli aspetti della tua vita e della tua esistenza.

La bellezza del viso è un fragile ornamento, un fiore che appassisce rapidamente, ma la bellezza dello spirito è qualcosa di sostanziale e di solido”.

-Molière-

La perfezione stanca

Se pensiamo a tutte le operazioni di chirurgia estetica che esistono, a tutti i trattamenti per non invecchiare, sembra quasi che vogliamo rifiutare la vecchiaia, ciò che è rotto, ciò che è imperfetto. La società consumista di oggi, fatta di donne alte, magre, perfette, ha abbandonato tutti i valori, l’essenza della femminilità, della bellezza della donna vera.

donna

È stancante pensare sempre a come fare per essere bella, come soddisfare quell’ideale di bellezza che ci viene imposto sin da quando siamo bambine, che vediamo in televisione e nelle riviste… Cerchiamo di raggiungere un’ideale impossibile, che non è reale, che ci impedisce di vedere che, in realtà, siamo già belle.

La bellezza e la forza delle imperfezioni

In Giappone, è tradizione riparare la ceramica rotta con una forte sostanza adesiva mischiata a della polvere d’oro, in modo da esaltare le imperfezioni invece di nasconderle. Si pensa che, quando un oggetto subisce un danno e si rompe, ha una storia da raccontare, il che lo rende più bello. Quest’arte tradizionale è conosciuta con il nome di Kintsugi.

Se applichiamo lo stesso concetto agli esseri umani, dovremmo imparare ad apprezzare le imperfezioni, la vecchiaia, con tutta la sua saggezza e con tutta la sua forza. Dovremmo imparare ad accettarci tali e quali siamo, senza cercare di fermare il tempo, che in realtà ci rende belli, saggi e forti.

“La bellezza di una donna non dipende dai vestiti che indossa, né dall’aspetto che possiede o dal modo di pettinarsi. Le donne più felici sono le donne più belle”.

-Audrey Hepburn-

Mostra la tua fragilità

Si pensa che una persona perfetta non abbia il diritto di piangere, di fallire, di avere un corpo che non rispetta i canoni di bellezza, di mostrarsi vulnerabile, di avere paura. Che tipo di felicità può provare una persona così? È fondamentale imparare a mostrare la propria fragilità. Ciò che ci fa sentire fragili è ciò che può avvicinarci agli altri.

Forse mostrare la nostra vulnerabilità ci fa paura, ma se non lo facciamo, non saremo mai noi stessi, non impareremo mai a mostrarci tali e quali siamo. Possono farci del male, ma è un rischio che dobbiamo correre per poter vivere in armonia con la nostra identità.

La bellezza imperfetta

Poco a poco, inizia a farsi strada l’idea che la bellezza non è quella di una modella molto magra e molto giovane. La bellezza è la realtà, l’imperfezione, ciò che mostra il trascorrere del tempo. Dobbiamo cercare di far prevalere valori come l’autostima, il benessere e la diversità.

donna che sorride

Tuttavia, è difficile cambiare l’idea che si ha di bellezza, soprattutto perché la bellezza è soggettiva, ha un significato diverso per ognuno di noi. La bellezza è imperfetta, è naturale, non si copre né cerca di essere ciò che non è, non nasconde i segni del tempo, ma ne apprezza la saggezza e la storia, e la mostra al mondo.

Mostrate le vostre imperfezioni e imparate ad essere belle

Per questo motivo, la vostra bellezza si vede quando vi mostrate per ciò che siete, quando la vostra spontaneità esce alla luce del sole, quando non vi nascondete, quando piangete e quando ridete, quando avete paura e lo date a vedere, quando vi sentite vulnerabili e lasciate che anche gli altri lo vedano, quando correte il rischio di amare e di aprire il vostro cuore, quando siete belle.

C’è forse qualcosa di più bello del mostrarci per quelli che siamo? Ci insegnano a nasconderci, a truccarci, a coprirci, ma noi dobbiamo uscire fuori, spiegare le nostre ali e volare, perché mostrare la bellezza reale è un atto di coraggio.

“Ho imparato che il coraggio non è l’assenza di paura, ma il trionfo su di essa. Coraggioso non è chi non prova paura, ma colui che riesce a vincerla”.

-Nelson Mandela-