Che cosa fare della nostra vita quando siamo infelici

· 18 febbraio 2015

L’infelicità è diventata una realtà abbastanza comune nella nostra vita quotidiana: basta uscire un giorno a fare un giro tra la gente per renderci conto che la maggior parte delle persone realizza le attività quotidiane in modo monotono. La stanchezza, la mancanza di stimoli ed entusiasmo, il senso di omologazione si riflettono nella maggior parte dei volti che vediamo nei negozi, negli uffici o nei luoghi in cui ci rechiamo ogni giorno. Tuttavia, la scoperta peggiore è quella di guardarci allo specchio e renderci conto che anche il nostro viso porta i segni di quello stesso e triste sentimento.

Di solito, quando ci rendiamo conto di essere infelici, la prima cosa che vogliamo fare è passare da un estremo all’altro e cambiare completamente la nostra vita. Quale percorso dobbiamo seguire?

1. Identificate la causa della vostra infelicità

L’infelicità è un sentimento che nasce quando non siamo dove vorremmo essere. Vale a dire, quando siamo coscienti che vorremmo fare un’altra cosa, condividere la nostra vita con altre persone o semplicemente inseguire in nostri sogni. Questa consapevolezza genera infelicità. Identificarne la causa vi permetterà di fare un primo passo: prendere la decisione di cambiare, per arrivare a ciò che volete.

2. Definite che cosa volete

Ora che sapete che ciò che avete non vi rende felici, pensate: che cosa, invece, lo farebbe? Rispondere a questa domanda può portarvi via molto tempo, causare dubbi e darvi la sensazione che sarebbe molto più facile continuare a vivere come avete fatto fin’ora. Di certo è più semplice non cambiare, ma prima di gettare la spugna pensate se vale la pena essere felici o se davvero volete accontentarvi di ciò che avete.

3. Trasformate i vostri obiettivi in un piano d’azione

Quando saprete che cosa vi può fare davvero felici, è arrivato il momento di ideare un piano. Per esempio, se non vi piace il vostro lavoro e volete aprire un’attività in proprio, la cosa migliore non è lasciare subito il lavoro, ma potete continuare a lavorare le ore necessarie e concentrarvi sulla progettazione della vostra attività durante il tempo libero. Si tratta di essere felici, non di mettere a rischio la vostra vita o il vostro benessere.

4. Inseguite un obiettivo alla volta

Arrivare dove siete ora è stato il frutto di un processo graduale; anche i cambiamenti che vi renderanno felici, quindi, dovranno essere graduali. Dovete darvi del tempo per cambiare un aspetto della vostra vita alla volta, e godervi la felicità che questo comporterà. Se non lo fate, è probabile che finirete col fare male a qualcuno con le vostre parole oppure causerete seri problemi nella vostra relazione di coppia o con gli amici.

L’infelicità non arriva né se ne va da sola

Ogni decisione che prendiamo si ripercuote sulla nostra vita e su come ci sentiamo nei suoi confronti. Per questo motivo, essere felici o infelici dipende solo da noi e dalla nostra determinazione nel vivere come vogliamo davvero o cambiare direzione quando sarà necessario.