Cinque abitudini che vi permetteranno di vivere più a lungo

· 1 giugno 2015

Un’abitudine, per quanto sembri banale, può essere molto importante. È come un chicco di mais, che all’inizio ha poco valore, ma quando si somma a tanti altri può alimentarci per anni. Un mucchio di chicchi di mais equivale a un mucchio di momenti o istanti, ognuno con un valore in se stesso: un grande insieme di minuti della vostra vita. Ora che ne siete consapevoli, ne buttereste via anche solo uno?

Allo stesso modo, le abitudini che avete nel quotidiano possono sommare o sottrarre anni alla vostra esistenza. Ci sono molte cose che possiamo fare per non vivere felici soltanto ora, ma anche in futuro. Migliorare la qualità della nostra vita non significa trasferirsi in una casetta di campagna (anche se sarebbe bello, non è vero?), né diventare un monaco tibetano. Semplicemente, dobbiamo sostituire alcune abitudini con altre più sane.

Questo si ottiene attraverso il modo in cui affrontiamo la vita e i conflitti, il modo in cui cerchiamo il lato positivo di ogni cosa e ne vediamo il bicchiere mezzo pieno, il modo in cui ci relazioniamo con gli altri.

Ma non solo: ha a che fare anche con le attività benefiche che includiamo nella nostra vita. Perché nella nostra agenda devono trovare spazio non solo gli impegni ben pianificati, ma anche i momenti di bellezza e benessere. Tenete quindi in considerazione le seguenti abitudini, che vi permetteranno di vivere più a lungo e meglio.

Abitudini per vivere più a lungo

1 – Rapporti sessuali: il sesso senz’altro fa guadagnare anni di vita, secondo diverse ricerche. Un recente studio dell’Università di Queens, Belfast, rivela che le persone che hanno rapporti intimi più spesso vivono il doppio di chi ha una vita sessuale poco soddisfacente. Questo può essere dovuto a diverse ragioni, sia fisiche che psicologiche. Ciò che è certo è che i benefici del sesso per la salute sono riconosciuti dalla medicina. Per esempio, una buona sessualità diminuisce le possibilità di soffrire di malattie cardiovascolari, riduce la depressione, il malumore, lo stress e l’ansia, combatte il dolore, rafforza il sistema immunitario e permette che la nostra pelle abbia un aspetto più giovane e sano. Per quanto riguarda l’aspetto psicologico, il sesso aumenta la nostra autostima e ci fa sentire più belli.

2 – Cantare: avete mai pensato a quanto siete felici quando cantate? Una ricerca dell’Università di Washington ha analizzato migliaia di persone, di cui la metà cantava e l’altra metà no. Il primo gruppo ha dichiarato di sentirsi di umore migliore, e queste persone sono anche le più longeve, quelle che si ammalano di meno e che si sentono meno stressate. Cantare, infatti, apporta molti benefici, incrementando l’ossigenazione del sangue e liberando endorfine (che ci danno una sensazione di benessere e tranquillità). Non è necessario essere cantanti professionisti, cantare qualche ritornello stonato sotto la doccia basta e avanza.

3 – Avere un gatto: non per niente questo animale era considerato sacro nell’Antico Egitto e viene utilizzato nel trattamento di alcune persone malate. I ricercatori dell’Università del Minnesota assicurano che avere un gatto come animale domestico ci aiuta a vivere più a lungo, perché questo animale riesce per natura a ridurre lo stress e l’ansia negli umani. I padroni di gatti hanno il 30% in meno di possibilità di soffrire di un infarto rispetto a chi ha un cane in casa. Questo è dovuto alle fusa dei gatti, che producono frequenze d’onda che arrivano fino a 150 vibrazioni al minuto, un suono molto rilassante. Inoltre, si crede che i gatti sappiano quale punto del corpo fa male al loro padrone, e si avvicinino apposta per farlo guarire prima.

4 – Esprimere la rabbia: accumulare cattivi pensieri e sentimenti negativi non fa per niente bene. È come gonfiare un palloncino fino a farlo scoppiare. Non esprimere la nostra rabbia ci toglie anni di vita, secondo uno studio dell’Università di Stoccolma. Le persone che trattengono il risentimento e l’ira aumentano il rischio di soffrire di un attacco cardiaco o di una malattia grave del cuore. Chi, al contrario, decide di esprimere ciò che prova al partner, ai genitori, ai colleghi, agli amici o persino agli sconosciuti, ha una qualità di vita migliore e si sente in pace con se stesso. Attenzione, però, non si può nemmeno vivere come sei fossimo dei “Brontoli” ambulanti, e lamentarci sempre di tutto: bisogna saper canalizzare la rabbia e dire alla persona giusta che cosa ci dà fastidio, sempre in modo rispettoso e senza alzare la voce. In questo modo eviteremo molti problemi e malintesi.

5 – Essere sposati: se siete tra le persone che hanno paura di impegnarsi in una relazione, fate attenzione. Adesso non avrete più scuse per non dire quel famoso “Sì, lo voglio”. Una ricerca dell’Università di Louisville ha analizzato milioni di persone e ha paragonato il rischio di mortalità in relazione al loro stato civile. In questo modo hanno scoperto che gli uomini scapoli hanno un rischio del 30% maggiore di morire, rispetto a quelli sposati. La percentuale nelle donne è un po’ più bassa, del 23%. Quindi sembrerebbe che sposarci aumenti la nostra speranza di vita di ben 10 anni. Alcuni dei motivi per cui questo accade è che possiamo contare su qualcuno che ci ama e ci sostiene, evitiamo di sentirci soli o indifesi, e possiamo godere di più cure e attenzioni. Allo stesso tempo, progettare la vita in coppia dà molte più soddisfazioni rispetto a farlo da soli, che si stia pensando di comprare casa e organizzare il matrimonio, di avere un figlio o di andare in vacanza.

E così, avere rapporti sessuali, cantare, adottare un gatto, esprimere la rabbia e sposarvi sono cinque pilastri che, insieme a uno stile di vita equilibrato, vi aiuteranno a vivere più a lungo e meglio.

Immagine per gentile concessione di Anatoli Styf