Eliminate i pensieri che vi limitano!

· 26 giugno 2015

“La vita di un uomo è ciò che ne fanno le sue idee.” (Marco Aurelio)

Vi è capitato di voler raggiungere un obiettivo, ma siete stati voi stessi a mettere dei limiti per non ottenerlo? Frasi del tipo “lo voglio, ma non ho le capacità”, “non sono così bravo”, “richiede molto sforzo”, sono pensieri che vi limitano e vi impediscono di ottenere quello che volete.

I vostri pensieri possono aprirvi porte oppure chiuderle. Questo dipende da voi. Volete che i vostri pensieri vi permettano di crescere o, al contrario, preferite rimanere dove siete e non avanzare? A seguire, vi aiuteremo a capire quali sono i pensieri che vi limitano per imparare ad affrontarli.

La mente dello schiavo

I pensieri limitanti vi invitano a pensare sempre al futuro e mai al presente. Evitare di fare quel viaggio che tanto volete fare perché un domani potreste aver bisogno di quei soldi, il dilemma se comprare o meno qualcosa perché potreste investire i soldi in qualcos’altro… tutti questi pensieri vi limitano, vi insinuano dubbi e vi ritrovate a combattere una lotta interiore che vi impedisce di decidere oggi, pensando sempre al domani.

Lotta-interiore

Pensate all’oggi! Come avrete sentito dire tante volte, vivete il presente! Chi può sapere cosa succederà domani, e voi volete davvero porvi dei limiti? Domani la vostra vita potrebbe cambiare, potreste pentirvi di non aver fatto quello che volevate fare. Fatelo adesso, perché i giorni passano e non ritornano e nel frattempo tutto può cambiare.

La mente disordinata

Quando la nostra mente non è organizzata, lo riflette anche all’esterno. La nostra casa, la nostra camera da letto, il nostro lavoro, la nostra vita. Tutto è un gran caos, un disordine in cui non sappiamo da dove cominciare per trovare una soluzione. Questo limita la nostra vita ed è causa di forte stress.

Facciamo un esempio: una persona ha molto lavoro da fare, anche a casa ha le sue responsabilità, ma è tutto molto confuso e non sa da dove iniziare per organizzarsi. Ecco il punto: se volete mettere in ordine la mente, prima di tutto mettete in ordine ciò che è all’esterno. Riordinate le carte, pulite la casa, organizzate la vostra agenda, etc. Questo vi sarà utile e la vostra mente si sentirà “in ordine” e potrà iniziare a lavorare.

Basta con il disordine!

La mente della vittima

Esistono più persone predisposte al vittimismo di quante possa sembrare. Forse si sentono a loro agio nella condizione di vittime, ma la cosa certa è che la loro mente è limitata. In che modo?

Una persona vittimista penserà di avere sempre il mondo contro, di non aver raggiunto quello che si aspettava per colpa degli altri, di non aver avuto mai l’appoggio di nessuno… Questo non fa altro che limitarla. La sua mente, il suo comportamento limitano la persona vittimista.

Incolpare-gli-altri

Se di fronte a qualsiasi avversità vi sentite sconfitti, cosa vi aspetterà? Non avrete autostima, vi sentirete impotenti, pieni di rabbia e di frustrazione. E questo non è l’aspetto peggiore, la cosa peggiore è che rimarrete tranquilli e fermi perché non riuscite ad avere il controllo della situazione.

Cambiate il vostro modo di pensare. Nessuno è contro di voi, il mondo non è contro di voi. Basta dare la colpa agli altri per i vostri fallimenti, imparate piuttosto ad affrontarli per diventare più forti. Comportarsi da vittime non risolve i problemi della vita, non li rende più semplici, anzi, tutto l’opposto: il vittimismo vi limita.

La mente insicura

L’insicurezza vi impedisce di andare avanti, vi rende anticonformisti e soprattutto vi limita. Credete di non meritare nulla, che quel poco che arriva va bene perché vi sottovalutate. Non è così, non limitatevi!

Perché questa insicurezza? Non c’è bisogno di credersi le persone migliori o quelle più adatte a portare a termine quello che avete in mente, ma è molto importante provarci.

Pensate alle opportunità che vi state lasciando scappare per il fatto di limitarvi in questo modo. Ad esempio, se credete di meritare un aumento o una promozione, la vostra insicurezza vi impedirà di parlarne con il vostro capo. Sì, non solo chiederglielo, ma parlarne, suggerirlo. Ma ve lo meritate! Tuttavia, la vostra mente insicura vi dice di adattarvi a quello che avete.

Lo stesso accade in altri ambiti della vita, come nei rapporti di coppia. Dovete tollerare una persona che vi umilia perché credete di non meritare di meglio? State limitando la vostra vita! La vostra felicità! Mettete fine ai pensieri che vi limitano e siate felici. Vedrete come le cose andranno meglio.

Conoscete altri pensieri che vi limitano? Vi siete ritrovati in una di queste descrizioni? Se è così, allora cercate di trovare una soluzione. Non permettete alla vostra vita di basarsi su pensieri che vi limitano.