Se vai via senza motivo, non tornare con delle scuse

· 15 dicembre 2015

Quante persone avete fatto uscire dalla vostra, stanchi di sentire scuse e giustificazioni? Pensateci un attimo. Possiamo cascarci una, due, tre, anche dieci volte, ma alla fine ci alzeremo sapendo di aver fatto la cosa migliore per noi e per la nostra salute emotiva: aver lasciato andare queste persone.

Non è facile capire perché certe persone entrino nella nostra vita, persone che ribaltano il nostro mondo, dandoci delusioni, false speranze e tristezza ingiustificata.

Se per una persona una cosa è importante, farà tutto il possibile per prendersene cura. In caso contrario, ricorrerà a delle scuse per giustificare un falso affetto. Non permettete che accada! Cercate di rendervene conto per tempo e circondatevi solo di persone autentiche, semplici e integre.

Di solito si dice che le scuse sono una caratteristica delle persone mediocri o, meglio ancora, delle persone abili nel dire bugie o nel manipolare gli altri. Non sappiamo come funziona il cervello e la volontà degli individui che ricorrono a questi trucchi giorno dopo giorno.

Quello che sappiamo è il sentimento che le loro azioni generano in noi: delusione. Oggi, in questo articolo, vogliamo riflettere sui comportamenti di questo genere, cercando di capirli per imparare a gestirli e a reagire in modo adeguato, anche se sembra un compito difficile.

Cos’è peggio, una scusa o una bugia?

Coppia

Pensate un momento: cos’è peggio per voi, una scusa o una bugia? In realtà, sono entrambe facce della stessa moneta: la mancanza di sincerità e, ancora, di coraggio. Quando ci scusiamo o mentiamo, non siamo sinceri né tanto meno coraggiosi.

Si dice che gli esseri umani siano abili a creare pretesti. Ora, c’è chi fa di quest’abitudine uno stile di vita per nascondere l’irresponsabilità, l’incapacità di comportarsi in modo coerente rispetto ai propri pensieri e alle proprie azioni. Per questo motivi, le scuse sono di lunga peggiori delle bugie.

Ci sono bugie abili e bugie pietose, ci sono anche bugie che durano tutta una vita senza mai venire a galla. Tuttavia, le scuse e i pretesti vengono usati spesso con l’intento di manipolare emotivamente qualcuno. Facciamo un esempio.

Supponiamo che una persona importante per voi inizi a prendere le distanze senza darvi alcuna spiegazione del suo comportamento. Semplicemente, decide di sparire dalla vostra vita. Se eravate uniti da un legame affettivo molto intenso, dovrete ricomporre il vostro cuore pezzo dopo pezzo e anche la vostra stessa esistenza.

Non è finita qui, però. Dopo poco tempo, questa persona ritorna e lo fa offrendovi le scuse più classiche: “avevo bisogno di tempo per pensare”, “quando mi sono allontanato, ho capito quanto conti per me”, “mi sono allontanato per colpa di un’altra persona”.

È possibile che le offriate una seconda opportunità, che apriate ancora una volta la vostra porta. Ma chi è abituato alle scuse, ricadrà ancora e ancora nello stesso comportamento. Ed è allora che decidete di lasciare andare questa persona.

Riunione-di-famiglia

Quali caratteristiche si nascondono dietro queste persone tanto abituate a ricorrere alle scuse e alle giustificazioni?

  • Paura di assumersi le proprie responsabilità.
  • Insicurezza e incapacità di agire secondo i propri pensieri. Queste persone preferiscono mascherare la realtà con le bugie per auto-giustificarsi, per difendersi.
  • Incapacità di assumersi la responsabilità di eventuali errori.
  • Mancanza di coerenza rispetto alle proprie idee e sentimenti. A volte queste persone dimostrano una certa immaturità a livello personale.
  • Ci sono persone che mancano di autocontrollo o di una corretta capacità di gestione delle emozioni. Agiscono d’impulso senza pensare alle conseguenze per poi nascondersi dietro a dei pretesti e a delle scuse.
  • La mancanza di auto-consapevolezza e di autocontrollo è un aspetto di cui si vuole evitare la responsabilità perché richiede impegno, perché consuma energia.

I comportamenti immaturi delle persone che ricorrono a scuse continue possono cambiare se riescono a sviluppare i seguenti atteggiamenti:

  • Dire addio ai comportamenti evasivi
  • Rispondere a una certa disciplina
  • Perseveranza e conoscenza di sé
  • Coerenza
  • Auto-responsabilità
  • Rispetto per le altre persone.

Tolleranza zero di fronte alle scuse continue (migliori amiche delle bugie)

Amici-che-pescano

Chi si allontana senza motivo in realtà manca del coraggio e della sincerità necessari per spiegare qual è la verità. A cosa servono le scuse se sappiamo che anche in questo caso più che pretesti sono bugie mascherate?

Bisogna lasciare andare chi non ha fatto nulla per rimanere, chi ci regala false speranze, mezze verità e un amore che per metà ci ha regalato solo mancanze e tristi felicità.

Durante la nostra vita, abbiamo e avremo a che fare con tante bugie e a volte siamo proprio noi ad aver detto o a dire una scusa. Non dobbiamo mai farla diventare un’abitudine per nascondere quello che proviamo davvero e tanto meno per fare del male a qualcun altro.

Se anche voi, cari lettori, sentite che le persone che vi “apprezzano” sono abili specialisti nell’arte delle bugie, fermatevi a riflettere e chiedetevi come vi faccia sentire tutto questo. Se il loro comportamento compromette la vostra integrità, se la loro falsità sta minando la salute del vostro cuore, allora mettete in pratica la tolleranza zero di fronte alle scuse. Allontanatevi con un motivo e non cercate pretesti o giustificazioni perché chi vi fa del male e vi ferisce non vi merita. Questa è un’autentica verità.

Immagini per gentile concessione di Ellina Ellis.