Gestire lo stress grazie a 7 trucchi

19 dicembre 2017 in Psicologia 550 Condivisi
Uccelli dentro la testa di un uomo

Lo stress è uno dei grandi mali del nostro tempo, specialmente nei paesi più sviluppati. Non è facile mantenere la calma in un mondo che corre a velocità vertiginose, soprattutto grazie alle nuove tecnologie. E non è semplice nemmeno tollerare gli alti livelli di rumore e ostilità delle grandi città. Per quanto molte persone abbiano sviluppato una grande capacità di adattamento, gestire lo stress continua a essere un compito difficile.

A medio e a lungo termine, lo stress provoca seri danni sia mentali e fisici. Molti disturbi fisici sono il frutto di questo stato psicofisico poco salutare. Allo stesso modo, lo stress ci blocca, non ci permette di pensare in modo lucido e può avere delle ripercussioni sulle nostre relazioni.

Se non si tratta di un caso troppo grave, che richieda l’intervento di uno psicologo, è possibile imparare a gestire lo stress tramite alcuni semplici trucchi. A volte basta prendersi una pausa e mettere in pratica le sane abitudini che vi presentiamo a seguire.

Persone separate da un precipizio

Trucchi per gestire lo stress

1. Identificare il momento in cui insorge lo stress

Riconoscere lo stress non è facile come potrebbe sembrare a prima vista. Molte volte riusciamo a identificarlo soltanto quando raggiunge livelli elevati. Lo stress si manifesta a livello fisico ed emotivo. Può avere un’intensità crescente o mantenersi latente.

Un indizio fisico dello stress è la tensione muscolare, soprattutto nella zona della mandibola, del collo e delle spalle. Si produce anche una certa tensione nel viso, e spesso tendiamo a stringere le labbra. Emotivamente, proviamo una sensazione di irritazione mista ad ansia. Queste sensazioni ci stanno dicendo che è il momento di prenderci una pausa.

2. Mettere in pratica le tecniche di respirazione

La respirazione è un potente strumento alla portata di tutti e facile da utilizzare in qualsiasi momento o situazione per gestire lo stress. È un mezzo straordinario per recuperare la serenità. È stato dimostrato che un respiro lento e regolare attiva il nervo vago, incaricato di moderare la risposta allo stress.

Basta mettersi in una posizione il più comoda possibile e iniziare a inspirare in modo molto profondo. Cercate di concentrarvi sulla sensazione dei polmoni che si riempiono d’aria. Poi espirate molto lentamente. In soli due o tre minuti, avrete ridotto i vostri livelli di stress.

Porta e finestre in cielo

3. Sviare l’attenzione

Lo stress è associato a una risposta di attacco o di fuga. Per questo, quando ci troviamo sotto stress, la nostra attenzione è concentrata al massimo sull’oggetto che ha originato lo stato di tensione. Se continuate a focalizzarvi sulla fonte di inquietudine, la sensazione di stress non farà altro che aumentare.

Per questo motivo, è importante che vi sforziate di sviare l’attenzione. Osservate un oggetto che si trova vicino a voi. Cercate di descriverlo mentalmente nel modo più dettagliato possibile. Poi ripetete lo stesso esercizio con altri due oggetti. Questo semplice trucco vi aiuterà a gestire lo stress, regolando i vostri impulsi e ampliando immediatamente il vostro panorama emotivo.

4. Guardare un’immagine rilassante

Le immagini trasmettono delle sensazioni che rimangono impresse nell’osservatore. Per questo è bene avere sempre a portata di mano una fotografia o un’immagine che ci trasmetta un senso di calma. Le più adatte sono le immagini dei paesaggi, soprattutto se si tratta di luoghi isolati, con un clima freddo, molto verde o molta acqua.

Quando vi sentite fortemente stressati, guardare queste immagini vi aiuterà a rilassarvi. È anche un modo utile per concentrare l’attenzione su qualcosa di piacevole, il che contribuisce a diminuire la sensazione di ansia.

Uomo in un campo di grano

5. Reinterpretare l’esperienza

A volte sapere che siamo stressati aumenta lo stress che proviamo. Ci rendiamo conto che siamo angosciati e vogliamo liberarci di quella sensazione il prima possibile. Ma, visto che non è sempre facile, questa consapevolezza invece di calmarci, ci inquieta ancora di più. Dopo aver identificato e accettato lo stress, è importate mettere in atto una serie di meccanismi utili per ridurlo. Non è il caso di applicare strategie complicate e frustranti che non faranno altro che innalzarlo.

Cercate di riconoscere tutti i modi con cui lo stress si manifesta in voi. In che stato si trova il vostro corpo? Che posizione avete adottato? Come vi batte il cuore? Che tipo di pensieri si producono nella vostra mente? Questa e altre domande simili vi aiuteranno a reinterpretare ciò che provate. In questo modo, la sensazione di tensione pian piano svanirà.

6. Adottare una posizione corporea antistress

Dovete sapere che ci sono posizioni corporee stressanti e altre antistress. Le prime sono, per esempio, sedersi incrociando le gambe oppure muovere una gamba, o entrambe, a un ritmo veloce e costante. La schiena sarà più incurvata e i muscoli del viso molto tesi.

Al contrario, mettersi in piedi, con la schiena ben dritta, e fare delle smorfie con il viso vi aiuterà a gestire lo stress. Si tratta di una posizione che ci trasmette fiducia e sicurezza. Secondo uno studio pubblicato su Health Psychology, questa posizione inibisce anche la produzione di cortisolo.

Pugni serrati per gestire lo stress

7. Fare un semplice esercizio con le mani

È stato dimostrato che chiudere con forza i pugni di entrambe le mani e poi aprirle è un esercizio che aiuta a ridurre lo stress. Si tratta di un gesto aggressivo, e per questo contribuisce a liberare la tensione in momenti di forte inquietudine.

Tutti questi piccoli trucchi possono essere molto efficaci per gestire lo stress. È normale sentirci un po’ tesi in un mondo come quelloattuale, soprattutto se viviamo in una grande città. L’importante è non lasciarci invadere dallo stress e applicare gli strumenti necessari per controllarlo quando fa la sua comparsa.

Guarda anche