Godere del tempo libero senza pensare al lavoro

28 Marzo 2019
Oggi contiamo su numerose strategie per godere del tempo libero impedendo che la nostra mente pensi continuamente agli impegni professionali fuori dall'orario di lavoro.

Le persone con grandi responsabilità al lavoro o con un carico pesante di stress possono incontrare non poche difficoltà a godere del tempo libero. In molte occasioni, è complicato sconnetterci dalla nostra routine settimanale. Possiamo rimuginare sull’ultima discussione con il capo o sulla riunione con un cliente difficile persino nei nostri momenti di relax.

Sempre più persone hanno bisogno di imparare a disconnettere dal lavoro. Negli ultimi anni la psicologia ha studiato le tecniche migliori per riuscirci. Grazie a ciò, oggi contiamo su numerose strategie per godere del tempo libero impedendo che la nostra mente pensi continuamente agli impegni professionali fuori dall’orario di lavoro.

Come godere del tempo libero

Al giorno d’oggi esistono numerose tecniche che possono aiutarci a godere del tempo libero senza che il lavoro si trasformi in un ostacolo. Tuttavia, quelle più supportate dall’evidenza scientifica sono le seguenti:

  • Praticare la mindfulness.
  • Riservare uno spazio della giornata per stressarci, proprio così, per stressarci!
  • Fissare mete all’infuori del lavoro.

Vediamole in dettaglio.

Uomo stressato dal lavoro

1. Praticare la mindfulness per godere del tempo libero

Sono sempre di più le persone che si interessano alla meditazione o controllo cosciente dell’attenzione. La mindfulness raccoglie precisamente questi obiettivi apportando linee di lavoro interessanti e complementari per riuscirci.

Ma in cosa consiste esattamente questa disciplina? Nella sua versione più basilare, parliamo di una “cassetta degli attrezzi” che ci aiuta a fare una pausa e a centrare tutti i nostri sensi sul momento presente, sul nostro ambiente più prossimo.

In questo modo siamo molto più resistenti ai possibili pensieri intrusivi, ricorrenti e negativi che possono incrinare il nostro rendimento.

La mindfulness vuole essere anche il mezzo che ci allontana dall’angoscia, dalla sofferenza e, soprattutto, dalle preoccupazioni generate dall’anticipazione di eventuali disgrazie. Ci riporta al presente e, in questo modo, quando guardiamo verso il futuro, il nostro sguardo non è più alterato da un ricordo o da una collezione di ricordi isolati. Possiamo affermare, infine, che i suoi “attrezzi” sono utili per recuperare il controllo della situazione, poiché è nel momento presente che possiamo agire e generare dei cambiamenti.

2. Riservare uno spazio della giornata per stressarci

Da una continua connessione con il lavoro deriva una perenne preoccupazione che occupa tutto il nostro tempo. I pensieri sui nostri obblighi possono diventare persino ossessivi. Godere del tempo libero diventa dunque un’impresa quasi impossibile: la nostra mente non smette mai di anticipare possibili minacce che dovremmo affrontare.

Per prevenire questa situazione, alcuni specialisti che agiscono nel quadro della terapia ACT consigliano di riservare uno spazio della giornata per preoccuparci. Bisognerà farlo nel seguente modo: per mezz’ora al giorno dovremo ripassare incessantemente tutti gli elementi che ci preoccupano sul nostro lavoro e formuleremo delle soluzioni. 

Questa attività ha un doppio effetto positivo. Da un lato, quando proveremo a godere del tempo libero e si presenta un pensiero preoccupante, possiamo dirci qualcosa come “Ci penserò più tardi”. Dall’altro, dopo aver pensato senza sosta ai nostri problemi per mezz’ora, potremmo accorgerci che in realtà non sono così importanti da dedicare essi tutto quel tempo. Se questo esercizio viene svolto per diversi giorni consecutivi, nella maggior parte dei casi le preoccupazioni perderanno di valore.

3. Fissare mete all’infuori del lavoro per godere del tempo libero

L’essere umano ha bisogno di obiettivi, pertanto se non fissiamo delle mete all’infuori del lavoro, la nostra attenzione e le nostre risorse mentali resteranno sul posto di lavoro (anche se ce ne siamo allontananti fisicamente). Uno degli strumenti più potenti per liberarci dallo stress lavorativo è trovare qualcosa che ci appassioni e che non abbia nulla a che fare con la nostra occupazione.

Il problema è che dopo il lavoro siamo talmente stanchi da volerci solo sdraiare e riposare. Non c’è nulla di male nel godere del tempo libero nel modo ritenuto più consono; tuttavia, fissare delle mete e cercare di raggiungerle può renderlo più stimolante.

Ragazza che sale le scale mentre fa sport godere del tempo libero

Perché non provate a riprendere un vecchio passatempo? O forse è il momento di iniziare a scrivere quella storia a cui pensate da tanti anni. Anche se all’inizio è complicato essere “produttivi” durante il tempo libero, dopo poco tempo lo stato d’animo migliorerà. Di pari passo, l’ossessione per il lavoro diminuirà enormemente se smettiamo di investire in esso tutte le nostre energie e preoccupazioni.

Il lavoro è ormai divenuto un bene prezioso, motivo per cui il problema trattato in questo articolo è molto comune. Non solo trascorriamo molte ore al lavoro, ma ne passiamo molte di più con la mente sul lavoro. 

In questo articolo abbiamo proposto alcune idee per godere del tempo libero tenendo lontane le sfide che in quel momento non possiamo né dobbiamo risolvere. Adesso spetta a noi concretizzarle.