L’autocontrollo: un’abilità che potete affinare

· 24 febbraio 2015

L’autocontrollo è la capacità di tenere a freno le nostre emozioni, specialmente quelle forti come la rabbia. Facciamo appello alla nostra capacità di autocontrollo quando, per esempio, dobbiamo concentrarci su un compito senza distrarci. Ma che cosa succede quando sentiamo che spesso non ce la facciamo? Come possiamo rafforzare l’autocontrollo? Che aspetti è bene tener presenti per lavorarci?

Come per le altre emozioni, anche la rabbia ci aiuta a rispondere in modo adeguato agli stimoli a seconda della nostra cultura, e di ciò che accade intorno a noi. Tuttavia, quando la sperimentiamo per un tempo troppo prolungato e ci lasciamo trasportare da lei, ci porta a compiere azioni di cui poi ci pentiamo e questo mina la nostra autostima e diventa un ostacolo al raggiungimento dei nostri obiettivi. Per questo è importante rifletterci, avere il coraggio di metterla in discussione e affrontare le sue risposte.

La rabbia si presenta all’improvviso di fronte a un fatto che ci fa sentire frustrati e ci impedisce di distinguere e riflettere sulle cose con chiarezza. Di solito si relaziona a delle aggressioni subite, reali o meno, oppure a una limitazione ai nostri desideri e/o diritti. Se dedichiamo il tempo sufficiente all’analisi di ciò che proviamo dentro di noi, noteremo che molto spesso la rabbia copre altre emozioni, come la tristezza che segue una delusione o addirittura la paura di soffrire.

Spesso tendiamo a relazionare la parola autocontrollo soltanto con la limitazione di comportamenti poco convenienti. Tuttavia, lavorare su questa abilità significa anche assumere degli atteggiamenti che abbiano un’influenza positiva sulla probabilità e il modo in cui le cose accadono intorno a noi.

Durante una terapia psicologica per rafforzare l’autocontrollo, si analizza anche la capacità di osservare il proprio comportamento, in modo da riconoscere e comprendere quali sono gli aspetti problematici, così come le caratteristiche delle situazioni in cui perdiamo l’autocontrollo. Il nostro ruolo nel processo di cambiamento e apprendimento si allea con la motivazione e con i vantaggi del rafforzare l’autocontrollo.

Il segreto è accettare che un certo comportamento che non ci piace fa parte di noi, riconoscendoci come responsabili delle nostre azioni, senza giustificarle e senza colpevolizzarci o colpevolizzare qualcun altro. Quando riconosciamo che possiamo scegliere, ci sentiamo subito più tranquilli e sarà meno probabile perdere il controllo. Se vogliamo parlare di autocontrollo, le nuove linee guida che assumeremo non devono rispondere a pressioni esterne.

Esercizio

* Segnate su un foglio 2 o 3 situazioni relativamente recenti in cui avete sperimentato una forte emozione. Includetene almeno una in cui considerate che siete riusciti a comunicare i vostri sentimenti in modo adeguato e una in cui invece non ce l’avete fatta. Quali differenze notate?

-> Quando vi trovate in una situazione stressante, contate fino a 10 prima di rispondere a qualcuno e pensate a come vi piacerebbe che si comportassero con voi se foste al suo posto.

-> Se siete molto stanchi, è meglio cercare di rimandare la conversazione. Alcune persone credono che sia più utile continuare e pensare a tutto subito anche quando sono esauste, ma in alcune occasioni è meglio prendersi un attimo di riflessione.

-> Gli esercizi di rilassamento, integrati nella vostra routine quotidiana, sono uno strumento davvero utile.

Quando lavorate su sentimenti come la rabbia, riuscirete a modificare in modo sostanziale situazioni che ad oggi sono problematiche, attraverso l’assunzione di un nuovo atteggiamento. Rinforzare l’abilità dell’autocontrollo è un percorso di comprensione e connessione con il nostro modo di concepire il mondo, i nostri pensieri, sentimenti e azioni.