Non cercate l’amore ideale, costruite un amore reale

· 3 dicembre 2015

Non credo nell’amore ideale, credo piuttosto in quegli amori inspiegabili che ti afferrano e ti avvolgono con sentimenti intensi e tumultuosi. In quegli inizi appassionati su cui costruire un amore reale e quotidiano.


 

Tutti abbiamo ben chiaro in mente cos’è per noi l’amore ideale. Attribuiamo a quell’immagine fisica un’enorme quantità di valori, di caratteristiche che rasentano la perfezione e dove di sicuro si trova la felicità.

Sognare non è un male, serve ad iniettarci parte di quell’entusiasmo che serve a tutti noi per attraversare questo mondo così complesso e talvolta difficile.

Quando pensate all’amore di cui voi avete bisogno, però, fatelo con i piedi per terra e la mente aperta.

Non fissatevi su ideali completamente estranei dalla realtà popolata da persone autentiche. Perché non esistono amori perfetti, bensì virtù e difetti da poter armonizzare con le proprie necessità e mancanze.

Non andate alla ricerca di un amore ideale, impegnatevi piuttosto nella costruzione di un amore reale e consapevole. Vi invitiamo a riflettere su questo.

I pilastri che costruiscono le relazioni coscienti

Può darsi che abbiate sentito parlare delle relazioni consapevoli. Sono per così dire l’opposto dell’amore romantico o incosciente.

Sappiamo che in molti potrete sentirvi sconcertati dal fatto che lanciamo una frecciata contro il concetto di amore romantico, ma in quest’immagine si racchiude in realtà una serie di dimensioni estremamente pericolose per il nostro equilibrio affettivo:

  • L’amore romantico implica l’idealizzazione della persona amata e la costruzione di alcuni attributi che non corrispondono alla realtà.
  • Il romanticismo o amore ideale è il riflesso dell’attaccamento più pericoloso, della necessità dell’avere e “possedere” l’altro come unica forma per essere felici.
  • Amore reale non significa che non si possano dimostrare affetto e attenzioni, si tratta di costruire un amore cosciente attraverso una relazione sana dove non ci sia la necessità di sottomettere l’altro, né di attaccarsi in maniera ossessiva all’altra persona.
amore-ideale

Il segreto starebbe nel costruire legami che funzionino, che siano armonici con noi stessi e in cui si rispetti la crescita personale e con il partner.

Scopriamo insieme come si può trovare e costruire una relazione emotivamente matura e cosciente:

1.Non cercate, trasformatevi prima in quella persona con cui vale la pena stare insieme

Non siate ossessionati dall’idea di dedicarvi alla ricerca sfrenata della persona ideale, la persona perfetta:

la vita è un apprendimento continuo in cui tutto conta, dove ogni relazione passata lascia un vissuto e un ricordo che, alla fin fine, fa parte di voi, ma non è determinante. I vostri eventuali fallimenti non vi definiscono, ma vi “insegnano” come andare avanti con maggior sicurezza.

– Non si tratta di cercare, ma di lasciarsi andare, stando sempre attenti alla propria autostima, avendo ben chiaro ciò che si vuole e allontanandosi da tutto quello che può recarci danno.

– Lavorate ogni giorno su di voi, crescete interiormente, godetevi ciò che siete, la persona che si riflette nello specchio. La vostra felicità interiore, il vostro equilibrio e la vostra maturità emotiva sono il più grande regalo che potete fare al partner che il caso vi farà conoscere.


 

Per costruire un amore reale e cosciente, è necessario diventare innanzitutto quella persona con la quale vale la pena vivere tutta la vita, ricordando sempre che l’amore vero non arriva “come per magia”. L’amore autentico deve risiedere in voi, e ci si deve lavorare in due, ogni giorno.


 

2.Lavorate sul vostro equilibrio personale ed emotivo

È probabile che il vostro cuore abbia già dovuto affrontare una o più relazioni fallite, oltre a qualche ferita che ancora non si è cicatrizzata.

Dopo un fallimento o una rottura, è fondamentale recuperare il legame con noi stessi.

Con ciò che siamo, con i nostri bisogni e la nostra voce interiore. Avete passato molto tempo concentrando tutte le vostre energie su un’altra persona, è arrivato il momento di dare la priorità a voi stessi.

Superate la vostra paura di restare da soli o di essere abbandonati. È importante imparare a stare da soli senza considerarlo un aspetto traumatico.

– Facendo tutto questo, recuperando la vostra autostima, l’amore per voi stessi e quell’unione con la vostra persona, arrivando a sentirvi bene per quello che siete, quello che avete e quello che avete imparato, riuscirete a spostare la vostra attenzione dai vuoti, le mancanze e le necessità che in qualche modo vi aspettate che gli altri risolvano.

amore-ideale-o-reale


 

Non dovete darvi a quella nuova persona appena entrata nella vostra vita come la “somma di tutte le vostre ex relazioni”. Offritevi come qualcuno di emotivamente maturo, che ha appreso dalle sue esperienze e che adesso si mette in gioco in libertà e senza grandi pesi, per costruire un amore reale, pieno e soprattutto coraggioso.


 

3.Innamorarsi è facile, ma costruire un amore vero richiede sforzi

Ci sono amori che arrivano d’improvviso e che ci stravolgono. Sono, proprio come abbiamo detto all’inizio dell’articolo, amori inspiegabili.

Non è necessario soffermarsi sul modo in cui sono arrivati, l’importante è che, giorno dopo giorno, una relazione si vada assestando in armonia con il rispetto, l’equilibrio delle forze, con quella complicità che permette di entusiasmarsi e comprendere.

Costruire un amore cosciente richiede la volontà da entrambe le parti, il saper incastrare “i miei spigoli con i tuoi”, imparando a dar valore a tutte le differenze, non solo a ciò che accomuna.

Ricordate: smettete di cercare l’amore ideale o perfetto. Siamo tutti essere imperfetti che si sforzano ogni giorno di costruire una vita perfetta. E questo è l’importante.