Scaricati via WhatsApp: e ora?

Sei mai stato scaricato da un messaggio di testo? Questa è un'esperienza sempre più comune in questa era digitale, in cui le relazioni vengono create e talvolta distrutte su WhatsApp. Come gestire queste rotture angoscianti?
Scaricati via WhatsApp: e ora?
Valeria Sabater

Scritto e verificato da la psicologa Valeria Sabater.

Ultimo aggiornamento: 27 novembre, 2022

“Ho pensato al nostro rapporto e ho deciso che è meglio lasciarci. Tranquillo, non sei tu, sono io, che a questo punto so di non meritarti.” “Ciao, mi dispiace dirti che ho intenzione di rompere con te.” “Ciao tesoro, non voglio più farti del male, è meglio lasciar perdere. Spero che tu sia felice.” “Non chiamarmi più. Il nostro amore è finito. Ti auguro il meglio.” Siete stati scaricati così?

Quando si lascia qualcuno su WhatsApp, ci sono migliaia di modi per farlo, alcuni più frivoli, altri un po’ più freddi, e alcuni sono anche accompagnati da emoticon. Chi ha vissuto questa esperienza sulla propria pelle (o vi ha assistito con i propri occhi), sa quanto sia sconvolgente. Tuttavia, non è esattamente insolito o poco tipico in questa era digitale di messaggistica istantanea.

Nel secolo scorso i rapporti venivano interrotti anche con una breve telefonata o addirittura con una raccomandata. I tempi cambiano e i nuovi strumenti non fanno altro che facilitare ciò che è sempre stato tipico -da un lato- dell’essere umano: l’irresponsabilità emotiva e l’incapacità di affrontare problemi difficili sono sempre esistite.

Tuttavia, il fatto che sia una dinamica frequente non la rende meno nociva. La persona a cui è stato inviato un messaggio non trova facile chiudere tale relazione. Dovrà affrontare il lutto senza avere un “perché” o una conversazione faccia a faccia con qualcuno che, un giorno, significava tutto…

Le persone che escono su WhatsApp sanno che farlo in questo modo è freddo come il ghiaccio, ma comunque non vogliono affrontare la situazione di parlare faccia a faccia con il partner.

ragazzo che usa app di appuntamenti
Incredulità, negazione, angoscia… La persona lasciata dal messaggio vive un gran numero di emozioni difficili.

Scaricati su WhatsApp, una pratica comune senza coscienza

Quasi dieci anni fa, un articolo pubblicato su The Huffington Post faceva eco a un sondaggio. Tra il campione analizzato, l’ 88% degli uomini e il 18% delle donne aveva rotto con qualcuno via SMS.

I dati sono schiaccianti, ma è molto probabile che questa realtà continui ad essere praticata con la stessa frequenza oggi.

Inoltre, anche se ci sorprende, ci sono molti spazi in rete che ci svelano quali sono i 20, 25 o 30 migliori sms da lasciare a qualcuno. Insomma, basterebbe un copia e incolla per lasciare il nostro partner senza doverci pensare troppo. L’irresponsabilità affettiva è tristemente comune in questa società di fragili relazioni costruite e decostruite dal cellulare.

Ora, ciò che colpisce è che la maggior parte è consapevole che uscire da WhatsApp è freddo e scorretto. Tuttavia, si svolge in questo modo perché ciò che è facile e veloce (ciò che è codardo) prevale sul costo morale (ciò che è responsabile).

Cioè, interrompere una relazione tramite messaggistica non genera alcun tipo di rimpianto; conta di più non dover affrontare di persona una situazione del genere.

D’altra parte, c’è un aspetto che dobbiamo capire. Non importa che questo fenomeno sia frequente. Non importa se questo è successo al nostro amico oa noi stessi più di una volta. Ogni esperienza è unica e ogni abbandono digitale è vissuto in modo particolare. È fondamentale sapere come affrontarlo.

La cosa più importante quando ci viene comunicata la fine di una relazione da WhatsApp è non concentrarsi ossessivamente sul vedere faccia a faccia il nostro ex partner. Questo tentativo di solito non ha successo e ci renderà ancora più disperati.

Adolescente che esamina mobile
Se sei appena stato scaricato su WhatsApp, chiedi di incontrarti di persona. Suggeriscilo solo una volta. Se non ricevi una risposta, evita di riconnetterti.

Ecco come superare una rottura via whatsapp e non perdere la dignità

Come negarlo? Quando sei appena stato scaricato su WhatsApp, le emozioni ti trascinano e i pensieri girano tante volte come su una giostra. “Cosa ho fatto di male? Perché non vuoi vedermi per parlare? C’è una terza persona? Ti chiamo, vengo a cercarti, chiamo la tua famiglia o gli amici?” L’esaurimento mentale a cui possiamo derivare è immenso.

In uno studio dell’Università Santo Tomás, si sottolinea che, in generale, nelle rotture, gli uomini tendono maggiormente all’inibizione emotiva, mentre le donne cercano più sostegno dal loro ambiente. Tuttavia, essere lasciati per messaggio presenta alcune caratteristiche uniche che dobbiamo sapere come affrontare. Li analizziamo.

1. Siete stati scaricati via messaggio? Provate a connettervi (ma solo una volta)

Ogni rottura di coppia ha bisogno di una conversazione finale per chiarire sentimenti, bisogni e decisioni. Avere un perché rende più facile chiudere una tappa, un ciclo affettivo. Pertanto, una volta ricevuto il messaggio che segnala l’interruzione di sola andata, prova a effettuare una chiamata o richiedere un incontro. Basta chiedere/provare una volta.

Nel caso non vi risponda, non commettete l’errore di lasciare messaggi in segreteria o nelle applicazioni di messaggistica dove non vedrete nemmeno la doppia spunta blu. Accettiamo la realtà senza perdere la dignità. Accettate che questa volta dovrete duellare senza avere un chiaro “perché” di quel finale.

2. Scaricati via WhatsApp? Rimuovete il vostro ex dai tuoi contatti e social network

A meno che l’altra persona non lo abbia già fatto, è conveniente eliminare il nostro ex partner da ogni mezzo di contatto. Ciò coinvolge anche i social network. Se diventiamo ossessionati dalla revisione delle sue pubblicazioni per scoprire cosa sta succedendo nella sua vita, il lutto per quella rottura diventerà cronico.

3. Non alimentare la speranza, accetta che quella persona non fosse quello che ti aspettavi

Uscire su WhatsApp senza avere il coraggio di gestire una rottura di persona e navigare in una conversazione difficile rivela com’è una persona. Questa è un’altra realtà che dobbiamo accettare, la coppia che amavamo zoppicava in termini di responsabilità affettiva e intelligenza emotiva. Meritiamo di meglio.

Quando si lascia qualcuno, sia esso un partner o anche un’amicizia, si sceglie la strada più semplice, ovvero quella di rompere con un sms.

4. Scaricati via WhatsApp? Evitate le relazioni “chiodo schiaccia chiodo”, prima affrontate il duello con quell’esperienza

Non sempre un chiodo pianta un altro chiodo e cercare un nuovo partner su Tinder o su qualsiasi altra app non sempre risolve il dolore di una rottura.

Evitiamo le relazioni liana, cioè saltare da una persona all’altra. Cerchiamo prima di attraversare il nostro lutto, accettiamo la delusione, la rabbia, la tristezza e ogni sensazione, comprendendo che, a poco a poco, questa sofferenza svanirà.

5. Siete stati scaricati? Conservate i bei ricordi e siate una persona migliore della persona che vi ha lasciato

Tirate fuori la rabbia dal vostro bagaglio personale, non portate il peso dei rancori e non alimentate la sfiducia. Non siate quel tipo di persone che si dicono ” non mi fiderò mai più di nessuno o non mi innamorerò mai più”, perché l’amore ne varrà sempre la pena.

Cercate soprattutto di conservare ciò che è stato ben vissuto, ciò che di piacevole vi ha dato quella relazione, anche se per poco.

Cercate di essere migliore della persona che vi ha lasciato tramite messenger, perché anche se è una facile via d’uscita, non è la più etica o la più corretta. Diventiamo più maturi, più coraggiosi e non smettiamo di crescere nella responsabilità affettiva.

Potrebbe interessarti ...
Lasciare il partner che si ama ancora
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
Lasciare il partner che si ama ancora

Lasciare il partner che si ama ancora è un'esperienza complessa e dolorosa. Questi sono i passi che dovremmo fare. Lo analizziamo.



  • García F, Ilabaca D. Ruptura de pareja, afrontamiento y bienestar psicológico en adultos jóvenes. Ajayu [Internet]. 2013 [consultado 20 abr 2022]; 11(2): 42-60
  • García D. Narración del duelo en la ruptura amorosa. Ajayu. Órgano de Difusión Científica del Departamento de Psicología de la Universidad Católica Boliviana “San Pablo” [Internet]. 2014 [consultado 20 abr 2022]; 12(2):288-307
  • Rhoades GK, Kamp Dush CM, Atkins DC, Stanley SM, Markman HJ. Breaking up is hard to do: the impact of unmarried relationship dissolution on mental health and life satisfaction. J Fam Psychol. 2011 Jun;25(3):366-74. doi: 10.1037/a0023627. PMID: 21517174; PMCID: PMC3115386.

I contenuti di La mente è Meravigliosa hanno uno scopo puramente informativo ed educativo. Non sostituiscono la diagnosi, la consulenza o il trattamento professionale. In caso di dubbi, è consigliabile consultare uno specialista di fiducia.