Sedurre è un’arte

23 luglio 2015 in Curiosità 7 Condivisi

La seduzione viene spesso associata a qualcosa di ingannevole e malvagio, ma a volte è inconsapevole e involontaria, oltre al fatto che quasi sempre ha come scopo un beneficio sentimentale reciproco. Di fatto, amare qualcuno significa essere sedotti da quella persona.

Per migliorare la seduzione, è fondamentale capire cosa facciamo e perché lo facciamo, quali espressioni o gesti ci mettono a disagio o non hanno alcun effetto.

Seduzione2

I posti e le circostanze fondamentali per sedurre

Nel suo libro “L’arte amatoria”, Ovidio dava già qualche indizio su come incontrare la donna amata e conquistarne l’amore. L’autore è molto pratico e consiglia di praticare la seduzione in ambienti, circostanze e luoghi specifici:

  • Feste, teatri, manifestazioni, banchetti, fine dell’anno, inizio dell’anno nuovo, etc.

Ovidio e il Kamasutra, i classici della seduzione, offrono alcuni consigli su come attirare l’interesse dell’altra persona:

  • Farle regali di valore (sia sentimentale sia materiale).
  • Non contraddirla mai durante un primo incontro.
  • Sederle vicino o ballare nelle sue vicinanze.
  • Se possibile, organizzare un incontro in modo che questa persona capisca in anticipo l’interesse nei suoi confronti.

Seduzione3

Si può ricorrere alla seduzione per diverse ragioni, non solo sessuali

Sedurre per suscitare interesse degli altri nei nostri confronti, per risvegliare la curiosità, per far nascere negli altri la voglia di conoscerci, per fare in modo che le altre persone si sentano a loro agio in nostra compagnia, che ci cerchino o che vogliano stare con noi…

Si può ricorrere alla seduzione non solo nei pub o nelle discoteche, perché, anche se sono gli ambienti giusti, potremmo conoscere qualcuno di interessante anche in un altro posto.

La seduzione non serve solo a trovare un partner sessuale o stabile, ma anche a tenerselo stretto.
Condividere

Le persone non sono tutte uguali, cambiano col il passare del tempo. Di conseguenza, non sempre desideriamo la “stessa persona” con cui stiamo assieme. La cosa bella è scoprire ogni giorno qualcosa di nuovo sull’altro.

Ma cosa significa sedurre?

Sedurre significa suscitare interesse e trasformarlo in desiderio, fare in modo che qualcuno si concentri su di noi in maniera positiva e con una certa curiosità.

Si tratta di entrare nella sua immaginazione in modo permanente facendo sì che il suo desiderio di conoscerci cresca sempre di più. Bisogna alimentare il desiderio generando l’aspettativa di un futuro possibile.

Seduzione4

Per quanto riguarda l’aspetto fisico, è necessario essere belli?

Decisamente no. Di fatto, alcune persone che hanno un bel fisico non curano altri aspetti della loro personalità che, di conseguenza, si trasformano in carenze o difetti.

Si tratta di potenziare i nostri pregi e di nascondere i nostri difetti anche se accettiamo di averli.
Condividere

Però c’è solo un’occasione per dare una prima buona impressione, quindi:

  • Bisogna curare l’igiene personale.
  • Bisogna mostrarsi svegli e in salute.
  • Apportare qualche modifica al proprio look se necessario.

Il limite sta nel continuare ad essere noi stessi. In questo senso, si possono prendere in prestito i trucchi di altre persone, ma sempre con la nostra personalità. Non si tratta di copiare nessuno, ma di dare la miglior versione di noi stessi.

Seduzione5

E il linguaggio del corpo?

La foto di qualcuno può attirare la nostra attenzione, ma è la sua espressione corporea e la dinamica del suo corpo a suscitare in noi interesse o meno. Questo ha molto a che fare con l’inconscio, ognuno di noi si sente attratto da modelli di comportamento concreti.

Bisogna stare attenti all’impulsività e anche agli atteggiamenti troppo passivi.

E se veniamo rifiutati?

Si può sempre continuare a provare, forse la persona in questione non era molto ricettiva oppure le circostanze non erano delle migliori.

Forse le nostre abilità non sono sviluppate come pensavamo. Forse ci siamo prefissati un obiettivo troppo alto e non abbiamo cercato di raggiungerlo nel modo giusto. Bisogna sempre tenere in considerazione gli errori per evitare di ripeterli. Bisogna fare molta pratica.

Anderson (1968), contrariamente alle visioni semplicistiche dell’uomo e della donna, ritiene che esistano caratteristiche fondamentali che le persone condividono con successo nell’ambito dell’amore, in opposizione al mito che vede le donne sempre più attratte dagli uomini sbagliati.

Secondo Anderson, infatti, le persone che meritano di più sono quelle sincere, oneste, comprensive, leali e degne di fiducia, mentre quelle che valgono meno sono bugiarde, meschine, false, crudeli e disoneste.

Guarda anche